Magazine Opinioni

Giacomo casanova: il piu’ grande seduttore di sempre

Creato il 26 marzo 2019 da Wildzap
GIACOMO CASANOVA: IL PIU’ GRANDE SEDUTTORE DI SEMPRE

La storia di Giacomo Casanova è molto affascinante e la sua figura e tutt'ora oggetto di molte chiacchiere. Egli è stato un poeta, avventuriero, scrittore, alchimista e diplomatico; ciononostante viene ricordato per essere un gran avventuriero e un magnifico seduttore.

Inizi

Giacomo Casanova è nato a Venezia nel 1725 . Suo padre era un ballerino mentre sua madre era un'attrice. A 8 anni perse la figura paterna, e dato che la madre era sempre in viaggio, il giovane fu affidato alla nonna. Quando anche la nonna morì (il ragazzo aveva 18 anni), Giacomo fu rinchiuso a causa del suo presunto carattere turbolento.

Le sue avventure

Quando tornò in libertà, cominciò a viaggiare e qui cominciò la sua vera storia, fatta di corteggiamenti e conquiste. Al fronte di diverse avventure che aveva già avuto, Giacomo Casanova ritornò ad Ancona (dove un po' di tempo prima aveva avuto una relazione con una schiava greca) e conobbe un cantante lirico castrato. Casanova si invaghì, ma allo stesso tempo si incuriosì perché c'era qualcosa che non andava. Fu solo più tardi, dopo una serie di incontri e corteggiamenti che il veneziano scoprì che quel ragazzo era in realtà una donna di nome Teresa (da cui successivamente avrà un figlio). Il camuffamento di Teresa era dovuto al fatto che solo i castrati potevano esibirsi sul palco.

Successivamente

Diverso tempo dopo (siamo nel 1746) incontrò il patrizio veneziano Matteo Bradagin (a cui salvò la vita). I 2 strinsero una grande amicizia e subito dopo, Casanova, conobbe gli amici di Matteo (stringendo un solido rapporto). Ciononostante l'inquisizione cominciò ad insospettirsi e Giacomo fu Costretto a lasciare Venezia.

Nel 1749 il prode avventuriero incontra Henriette (uno pseudonimo) e secondo la storia, ella è stata l'amore più grande della sua vita.

C'è un po' di confusione storica su cosa possa essere successo nei momenti successivi. Nel racconto autobiografico del noto seduttore spunta una certa suor M.M e legami con alcuni nobili e aristocratici.

Cattura e viaggio per l'Europa

Nel 1755, ritornato da una lunga permanenza a Parigi, (dove tra l'altro aderì alla massoneria) ritornò a Venezia e fu arrestato dagli inquisitori senza che gli fu comunicato il motivo o la durata della sua prigionia (anche se si pensa che il motivo principale fu il libertinaggio con le donne sposate). Nel 1756 evase dal carcere e cominciò a vagare per l'Europa. Andò a Parigi (di nuovo) e conobbe il grande Voltaire con il quale strinse un rapporto amichevole. Il veneziano non era d'accordo con le idee dell'illuminista e perciò (Casanova) scrisse nel suo racconto le seguenti parole:

Partii assai contento di aver messo quel grande atleta alle corde l'ultimo giorno. Ma di lui mi rimase un brutto ricordo che mi spinse per dieci anni di seguito a criticare tutto ciò che quel grand'uomo dava al pubblico di vecchio o di nuovo. Oggi me ne pento, anche se, quando leggo ciò che pubblicai contro di lui, mi sembra di aver ragionato giustamente nelle mie critiche. Comunque avrei dovuto tacere, rispettarlo e dubitare dei miei giudizi. Dovevo riflettere che senza i sarcasmi che mi dispiacquero il terzo giorno, avrei trovato tutti i suoi scritti sublimi. Questa sola riflessione avrebbe dovuto impormi il silenzio, ma un uomo in collera crede sempre di aver ragione

Sempre in Francia, cominciò ad intraprendere le pratiche esoteriche e conobbe molte persone facoltose.

Ritorno a Venezia (i suoi ultimi anni)

L'avventuriero ritornò nella sua città natale. Ciononostante molte cose sono cambiate. Non è più giovane come una volta e ormai ha perso la sua principale fonte di sostentamento. Fu lì che cominciò la sua carriera di scrittore, e grazie alle sue conoscenze, riuscì a trovare dei sottoscrittori che lo potessero aiutare. Le sue attività da seduttore continuarono e riuscì ad intrattenere relazioni con moltissime donne.

Giacomo Casanova morì nel 1798.

La storia di Casanova è molto affascinante e il suo nome (e le sue azioni) sono sulla bocca di molte persone, anche nel 2019.

Cosa ne pensi di questa storia? Diccelo con un commento e condividi questo articolo con i tuoi amici. Per sostenerci lascia un like alle pagine Facebook "L' Ingrato" e "L' Ingrato sul territorio".

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog