Magazine Società

Giornata della Sindrome di Down, Regione la celebra con 42 parchi-gioco inclusivi

Creato il 14 ottobre 2018 da Stivalepensante @StivalePensante

"L'apprendimento passa dalla motivazione, dalla voglia di imparare e dal clima sereno del gruppo dei coetanei. Nel progetto complessivo di inclusione scolastica non bisogna soffermarsi solo sugli aspetti che regolano l'accesso all'educazione e all'istruzione e agli strumenti in grado di mettere gli alunni che hanno difficoltà sullo stesso piano dei loro pari. Dobbiamo favorire la spinta della motivazione attraverso la relazione con gli altri rafforzando anche l'aspetto ludico, che cresce e si modifica di pari passo con lo sviluppo intellettivo e psicologico del bambino. Ed è proprio sull'offerta di parchi gioco inclusivi, accessibili e a misura, pensati e adattati per favorire la socialità, la condivisione e l'incontro tra i bambini, che Regione Lombardia ha deciso di investire per riaffermare l'importanza dei principi di integrazione e inclusione". Lo ha detto l'assessore alle Politiche sociali, abitative e Disabilità di Regione Lombardia, Stefano Bolognini, in occasione della giornata nazionale delle persone con sindrome di Down che si celebra oggi in 100 piazze italiane.

Proprio in questi giorni Regione Lombardia ha approvato 42 progetti presentati dai Comuni e Unioni di Comuni per la realizzazione e l'adeguamento dei parchi gioco inclusivi in Lombardia. Per questi progetti la Regione ha messo a disposizione sino a oggi circa 1 milione di euro. Si tratta di fondi che permetteranno l'installazione di parchi giochi inclusivi nei Comuni o nelle Unioni dei Comuni da 10 a 30 mila abitanti o l'abbattimento delle barriere architettoniche in quelli esistenti: a ognuno di questi è stato assegnato un importo compreso fra 10.000 e 25.000 euro. L'obiettivo è garantire che le strutture di gioco e sport siano fruibili anche dai minori con disabilità. Metà del contributo sarà erogato subito dopo l'accettazione. L'altra metà, previa presentazione di una relazione che attesti la conclusione degli interventi, corredata dai documenti validi a rendicontarli.

Questo provvedimento si inserisce nel solco di una direttrice che prevede l'impegno della Regione Lombardia nella promozione dei valori di inclusione sociale. Nel caso specifico mostra un'attenzione alle esigenze dei bambini con disabilità, affinché le istituzioni diventino un riferimento certo e un sostegno concreto, per tutte le fasi della loro crescita come individui. Tutti gli interventi a favore della disabilità richiedono il corretto approccio multidimensionale per rispondere ad una condizione personale specifica che ci pone sulla giusta strada nella progettualità di mandato.

"Colgo l'occasione - conclude l'assessore regionale - per ringraziare anche i comuni che hanno aderito tempestivamente al bando credendo in questa proposta, atteggiamento che ci spinge a valutare ogni possibilità di reperire ulteriori risorse per poter finanziare tutti i progetti che sono stati valutati positivamente e che in graduatoria seguono la 42esima posizione".

Di seguito la graduatoria con l'elenco completo dei 42 comuni beneficiari del finanziamento e le cifre riconosciute in provincia di Varese: Cardano al Campo (VA), 25.000 euro, Tradate (VA), 25.000 euro, Castellanza (VA), 25.000 euro, Lonate Pozzolo (VA), 25.000 euro, Somma Lombardo (VA), 10.000 euro, Sesto Calende (VA), 21.278,67 euro.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :