Magazine Racconti

Giorno 15

Da Alev

Giorno 15Ho iniziato la giornata con un sorriso… seguito da una sonora risata. Già, perchè la prima mail del giorno mi comunicava che è arrivata una nuova selezione ad un festival (in Danimarca a dicembre… io devo iniziare a farmi due conti prima di iscrivere il film… tipo che se il festival è in inverno meglio nell’altro emisfero… così, per dire…). E quando E’ un Cerchio Imperfetto viene selezionato da qualche parte a me la cosa mette sempre di buon umore… La risata… beh, quella è scattata perchè la nomination è come Best Producer… sarà che definitivamente non è il mio ambito… ma da pesciolina con i piedi ad anni luce da terra fa sempre uno strano effetto essere stata in grado di guidare una macchina complessa come la realizzazione di un film. Eppure…

Comunque sia… dopo il brindisi con il caffè (veneta sì… ma ancora con dei limiti riguardo agli orari in cui ingerire alcool!) è stato tempo di rimettersi davanti allo schermo e riaprire il mio caro file. Uhhh… guarda, eccoli tutti là, i miei cari, simpatici, rompiscatole personaggi. Ancora tutti con i loro pregi e difetti, con le loro idee strampalate, con i loro pensieri improbabili… Ho stretto dei bei legami al festival di Caorle e più di qualche nuovo amico già mi manca, ma non posso negare che mi abbia fatto piacere ritrovare queste facce note! In un primo momento ho pensato che avrei ricominciato a scrivere là dove mi ero fermata invece mi sono resa conto che, visti i quattro giorni di stop, potevo prendere la palla al balzo e iniziare rileggendo tutto dall’inizio, tanto ormai la testa l’avevo svuotata abbastanza… Così c’è scappata anche qualche descrizione, qualche piccola sistematina ad un dettaglio qua e là… Insomma, ho ripreso il filo conduttore cercando di liberarlo da qualche piccolo nodo che si era formato e prendendo appunti su cosa sistemare sul serio in seconda stesura…

Già, perchè le “ripetizioni” a questo servono: a capire gli errori, a cercare di dar loro una sistemata, a tagliare il troppo, a rimpolpare il poco… E un po’ è quello che succede anche nella vita. Incappiamo ancora e ancora e ancora in situazioni/incontri/problemi sostanzialmente identici, se non fosse per qualche dettaglio o il nome che cambia, proprio per vedere se questa volta riusciamo a comportarci nella “maniera giusta”, se riusciamo a non incasinarci, se abbiamo capito dall’esperienza precedente o se ci cascheremo come fessi per l’ennesima volta. Affascinante, no? In fin dei conti… E’ un Cerchio Imperfetto!

😉
La vita torna e ti ripropone le stesse esperienze anche se non proprio identiche. Ancora e ancora e ancora fino a quando uno, anche solo per stanchezza, si decide a compiere scelte diverse. Come si dice… se vuoi risultati diversi prova strade diverse… E con la scrittura è la stessa cosa: vuoi un personaggio più isterico? Prova con battute più isterico, azioni più isterico, creazione di scene più isterico…

Comunque sì, c’è tanto da rivedere (mica si fanno seconde, terze, quarte stesure perchè non si sa in che altro modo ammazzare il tempo, del resto…) però per il momento non mi posso lamentare…

E adesso me ne torno là, in quella piccola bolgia creata dai miei personaggi che in questo momento si trovano proprio all’inizio di una situazione di quelle toste, di quelle “o la và o la spacca”… ovviamente, tifiamo per la prima!

😉


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines