Magazine Cultura

Giovanni Magistrelli – Il tempo degli dei – Abbiamo forse delle certezze?

Creato il 20 giugno 2018 da Loredana Gasparri
LoreGasp
“E consigliato a tutti quelli che hanno solo certezze: non li invidio.”
Giovanni Magistrelli – Il tempo degli dei – Abbiamo forse delle certezze?E’ la seconda parte della dedica di Giovanni Magistrelli all’inizio de Il tempo degli dei, Astro Edizioni, il terzo autore della presentazione Cosa bolle nella pentola dello scrittore? del 12 maggio presso la Libreria Belgravia, con Omar Fassio e Mara Cassardo, di cui ho scritto nei giorni precedenti.
L’ingrediente principale di questa grande pentola in ebollizione, ormai è chiaro, è la dimensione interiore. Eliodoro e Roberta, tramite lo sport e una carta dei Tarocchi, iniziano un viaggio di esplorazione e di crescita all’interno di se stessi, trovando il proprio centro e il proprio equilibrio. Giovanni Magistrelli, con il suo gruppo di personaggi, mostra un volto interessante di quella stessa interiorità, attraverso il filtro delle religioni. Non si poteva tralasciare l’elemento divino, quando si parla di quello spazio infinito ricoperto di altrettante infinite etichette, come spiritualità, interiorità, religiosità, e altre ancora.
Andiamo con ordine, perché il discorso è ampio, intrecciato a più livelli. Il titolo Il tempo degli dei non è scelto a caso, e non è astratto: tra i personaggi del libro troviamo proprio una schiera di dei, e di un lignaggio altissimo. Si tratta dei mitici Asi scandinavi: Odhinn e i suoi figli, tra cui spiccano Thorr, Baldhr, Tyr e quello meno rassicurante di tutti, Loki. Proprio il dio del Chaos, nonché degli inganni (secondo la mitologia norrena, che ne fa un ritratto completo), colui che non perde mai un’occasione per sparigliare le carte, e mettere tutto a soqquadro. E quando parlo di tutto, parlo di tutto il mondo, e di tutti i mondi. Stiamo sempre parlando di dei, e quando si muovono, lo fanno su larga, larga scala.
Continua a leggere...»

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :