Magazine Diario personale

Gli ebrei e i diamanti.

Creato il 26 novembre 2019 da Cristiana

Ieri sera a Milano. Entrando in un ristorante sui navigli un gruppo di persone sedute al tavolo fuori discute di finanza, crisi mondiale in un Ping pong di luoghi comuni. Mentre entriamo sentiamo con nitidezza la frase: "eh ma se gli ebrei aprissero la borsa piena di diamanti, sono loro che hanno il potere".

Entriamo.

Dopo pochi secondi una delle persone sedute fuori si affaccia ad accoglierci. È il proprietario.

"Vi hanno già accolto?" Chiede

"No, abbiamo prenotato per 4"

"Prego"

Io esito. Lo guardo.

"Possiamo sederci anche se siamo ebrei?" Gli dico.

Arrosisce.

"Perché mi dice questo?"

"Sentivo che parlavate di ebrei"

"Veramente parlavamo di diamanti"

"E dicevate che li hanno tutti gli ebrei"

Arranca.

"Beh io non sono molto informato, ma è quello che si dice"

"Ed è falso. Era quello che credevano negli anni 30 durante la crisi e che ha generato 6 milioni di morti"

Ho provato a raccontare un po' di storia. Del 1492. Dei ghetti. Dell'impossibilità di avere beni immobili che ha generato mestieri e tradizioni forzatamente. Che come le ho io ormai per certo anche lui forse è discendente di qualche ebreo costretto a convertirsi per evitare di essere perseguitato.

Non so se ho intaccato qualcosa.

Comunque uscendo ho detto: "comunque io faccio parte della lobby omosessuale, altra potentissima lobby di soli ricchi che mina la pace nel mondo e porta invasioni di cavallette, terremoti e carestie"

Non dobbiamo tacere. Negli anni 30 è stato il silenzio, il lasciar correre, il tollerare tutto questo che ha causato tutto quello.

Gli ebrei e i diamanti.

Classe 1976, ingegnere meccanico, da aprile 2019 , dopo 15 anni nell'automotive e quasi 15 traslochi in giro per l'Italia e l'Europa, sono General Manager di una realtà italiana del settore food (Eccellenze Campane) o come preferisco dire "cibo", uno dei beni comuni del nostro Paese. Una missione organizzativa e manageriale bellissima che sposa la mia passione per il buono del nostro Paese con le cose che ho imparato in ambito retail. Da maggio 2015 a dicembre 2018 ho fatto parte del Consiglio di Amministrazione (CDA) di ANAS, cercando di servire il Paese e di dare un piccolo contributo per colmare il gap infrastrutturale italiano. Ho scritto libri: Quattro ed.Il Dito e La Luna 2006, Verrai a Trovarmi d'inverno ed. Hacca, 2011, "Ho dormito con te tutta la notte", ed. Hacca 2014. Vedi tutti gli articoli di calicata

Pubblicato


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog