Magazine Informazione regionale

Gli Operatori Socio Sanitari di Napoli manifestano in Vaticano

Creato il 09 luglio 2014 da Vesuviolive

oss

VesuvioLive da tantissimo tempo sta seguendo la delicata vertenza degli Operatori Socio Sanitari Campani. Queste figure professionali, come abbiamo raccontato in precedenza, sono stati dapprima formati, con costosissimi ed impegnativi corsi di formazione, per poi essere stati letteralmente abbandonati dalle istituzioni.

In passato già sono stati autori di importanti manifestazioni, come quella che si verificò al Monaldi, e diversi sono stati i risultati ottenuti, come anche alcune brevi work experience. Eppure di recente l’esasperazione dei disoccupati partenopei e il menefreghismo della politica locale ha portato l’Associazione ad una nuova forte azione dimostrativa.

Il nutrito gruppo, diretto dall’instancabile Francesco Della Femmina, si è diretto in piazza San Pietro, nella Città del Vaticano. Giunti a destinazione, sono entrati all’interno della celebre basilica, dove hanno inscenato la folcloristica manifestazione. Essendosi gettati a terra, infatti, hanno cominciato a recitare il rosario chiedendo l’intervento del Papa.

Nonostante non sia arrivato il Santo Padre, l’atto ha attirato, non solo l’intervento delle guardie vaticane lì presenti e dei curiosi turisti, ma addirittura di un arciprete molto vicino a Francesco. Quest’importante figura, ha subito chiesto il motivo di quel gesto. Avendo poi ascoltato la storia degli operatori ha deciso di farsene subito carico.

Infatti l’arciprete ha deciso di realizzare un elaborato scritto, in cui fosse spiegata in ogni dettaglio la vicenda degli Oss e dell’associazione, e si è fatto carico di portarla nelle mani del Papa, per celebrare una messa specificamente rivolta a loro, oltre ad informarlo della grave mancanza che le istituzioni campane stanno compiendo nei riguardi dei cittadini , dimostrando di essere assolutamente vicino alle famiglie dei disoccupati.

Come ulteriore gesto del suo interesse per questa vertenza, ha donato ad ogni singolo operatore una speciale preghiera di Giovanni Paolo II. Successivamente ha recitato con loro il Santo Rosario e ha inoltre deciso di sollecitare personalmente il ministro Beatrice Lorenzin e l’Arcivescovo Sepe. Ha invitato il presidente a contattare anche il sindaco Luigi De Magistris.

Insomma con tale personalità il Vaticano si è espresso circa la situazione delle assunzioni degli Operatori Socio Sanitari, rivelando la prorpia incredulità circa quest’incresciosa situazione che si è generata in Campania.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog