Magazine Informazione regionale

Grande successo di Uniti nel Cuore: Napoli in prima linea per la beneficenza

Creato il 22 dicembre 2017 da Vesuviolive

Grande successo di Uniti nel Cuore: Napoli in prima linea per la beneficenza

Grande successo dell’evento organizzato dall’Associazione Uniti nel Cuore, Gran galà di Natale, il cui ricavato sarà devoluto a diverse associazioni ONLUS. Un progetto che nasce grazie alla sinergia dei Giovani Industriali Napoletani, che ormai da anni, sono in prima linea in progetti di solidarietà e aiuto umanitario.

Vesuviolive.it, presente all’evento, ha raccolto le dichiarazioni di organizzatori e sponsor che hanno messo in piede un così importante evento.

Gianluigi Barbato

Gianluigi Barbato, coordinatore e fondatore di Uniti nel Cuore
“Uniti nel Cuore è stata una grande esperienza di vita perchè l’abbiamo creata quattro anni fa, abbiamo creato un marchio per poter racchiudere sotto un unico cappello tutte le associazioni datoriali e professionali di Napoli. E il motivo che ci ha spinti a creare questo gruppo di aggregazione è stato proprio quello di dedicare tempo a chi ne ha bisogno. Un’altra cosa fondamentale è stata quella di scegliere ogni anno una location diversa e che fosse simbolo di Napoli, infatti siamo partiti dal teatro San Carlo per passare a Castel Sant’Elmo, il Chiostro di Sant’Agostino alla Zecca e infine questa, la Stazione Marittima, perchè Napoli è una città di mare. Ogni anno le persone che presenziano ai nostri eventi sono tante, vengono con piacere, spesso mi capita che mesi prima già vogliono scoprire la location per l’evento perchè sono contenti di fare del bene”.

Filippo Colosimo

Filippo Colosimo, consigliere di Confindustria con la delega al marketing
“La mia realtà aziendale è una realtà che opera nel settore delle tecnologie multimediali e domotiche da installare all’interno delle abitazioni e all’interno dei locali pubblici e delle università. Per quanto riguarda il mio ruolo all’interno dei giovani di confindustria, sono consigliere con delega al marketing. Per quanto riguarda questa serata è davvero una bell’esempio che noi giovani stiamo dando, con l’obiettivo di fare beneficenza e aiutare”.

Roberto Russo

Roberto Russo, Amministratore delegato della Gabetti S.p.a
“Questo è un evento bellissimo con gente elegante e partecipativa. Anche il nostro gruppo sta investendo tanto in Campania, anche perchè è la regione con un grande margine di crescita immobiliare. Il numero dei sostenitori e sponsor dell’evento sono tanti ed è davvero bello. La solidarietà è il modo per poter rilanciare questo paese”.

Donata Del Giudice

Donata De Giudice, coordinatrice dell’evento Uniti nel Cuore
“E’ il secondo evento che organizzo io personalmente la serata, da quando ho preso il testimone, ma alla fine l’importante è fare beneficenza e dare risalto a quelle che sono le associazioni benefiche, e contribuire a dare qualcosa di buono a questa città”.

Amedeo Manzo

Amedeo Manzo, presidente della BCC: Banca Credito Cooperativo Napoli
“Questa è una serata dove vince la speranza, dove nasce un modo nuovo di vedere l’impresa, e cioè donando agli altri, sottolineando quando la solidarietà e lo stendere la mano sia essenziale. Fare del bene è un elemento imprescindibile nel mondo”.

Ludovico Capuano

Ludovico Capuano, presidente Giovani Notai
“Uniti nel Cuore è diventato ormai un appuntamento fisso per noi e per la città ed è un evento fondamentale per la crescita del territorio e per aiutare chi ne ha bisogno, quest’anno anche ad associazioni che si occupano di bambini al di fuori dell’Italia. Noi abbiamo deciso di lavorare sul territorio, e aiutare, chi non ce la fa da solo, a crescere“.

Mario Schiano

Mario Schiano, vicepresidente dei Giovani Industriali di Napoli
“Questo evento è davvero importante perchè sono tanti i Giovani napoletani che supportano queste importanti iniziative di beneficenza, aiutando diverse associazioni ONLUS. Noi del gruppo Schiano abbiamo messo una bicicletta in premio, come simbolo di coloro pronti ad aiutare il prossimo. Napoli non è una terra facile però, proprio per questo che bisogna i giovani industriali devono restare sul territorio per contribuire allo sviluppo del territorio”.

Patrizia Bruno

Patrizia Bruno, presidente dell’associazione Amnesia
“Il nostro progetto vuole essere vicino alle persone affette da decadimento cognitivo per dare sostegno e supporto. Noi abbiamo in affidamento un bene confiscato alla criminalità organizzata e con numerosi problemi cerchiamo di fornire un servizio sociale. Sono felice dell’affluenza di stasera”.

Diego Sabatino

Diego Sabatino, Disco Mania
“Ci siamo occupati noi del service audio, video e luci e per il quarto anno consecutivo abbiamo allestito la sala, perchè abbiamo seguito dal primo momento questo bellissimo evento che ormai tutti aspettiamo, perchè è davvero bello”.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :