Magazine

Grandi applausi per AMADEUS al TEATRO QUIRINO. Il dramma psicologico di Mozart e Salieri coinvolge completamente il pubblico

Creato il 28 novembre 2019 da Kirolandia @ippokiro
autrice: Mirella Angelelli (MireKira)
Grandi applausi per AMADEUS al TEATRO QUIRINO. Il dramma psicologico di Mozart e Salieri coinvolge completamente il pubblico

Il genio è un elemento raro, irrazionale e spontaneo che attraversa la società, la storia e lascia ai posteri l'impronta della sua personalità, così fu Wolfgang  Amadeus Mozart.   Al TEATRO QUIRINO di Roma, Geppy Gleijeses, con somma bravura, porta in scena AMADEUS, dramma psicologico scritto da Peter Shaffer che racconta la rivalità tra due grandi musicisti del secondo settecento, Salieri e Mozart, e raccoglie la leggenda che vede il compositore italiano colpevole della morte del suo rivale.
Si spengono le luci, si alza il sipario e in una scenografia austera che prelude il dramma, Salieri-Geppiy Gleijeses, vecchio e tormentato dal rimorso, dà inizio ad una storia che supera i limiti dello spazio e del tempo sino a divenire universale. Andrei Konchalovsky, con una regia raffinata e puntuale, stigmatizza e conferisce forza e carattere ai due protagonisti che, affiatati e complici, si muovono  con maestria e occupano il palco con tutta la loro arte scenica.  In sala, l'attenzione e l'attesa sospendono i respiri, il poliedrico Geppy Gleijeses, attore di grandi capacità, comunica con maestria al pubblico la solitudine e l'angoscia di un Salieri che, compositore e maestro di cappella alla Corte imperiale asburgica di Vienna, stimato e apprezzato per le sue opere, di fronte alla genialità di Mozart comprende i suoi limiti fino a rendersi consapevole che non potrà mai raggiungere la bellezza della musica dell'antagonista. Il suo monologo, dall'interpretazione sublime, trafigge l'anima; il conflitto con il Dio, a cui ha donato la castità in cambio di onori e fama, è drammatico. Si coglie la sua mediocrità nella preparazione di una vendetta dall'essenza tanto antica quanto contemporanea, quell'invidia, quella disperazione fanno parte dell'uomo stesso e lo spettatore le percepisce racchiuse e nascoste nell'inconscio.

Quel genio che crea capolavori, a cui l'Altissimo darà gloria e immortalità, è Mozart bambino prodigio, spontaneo, irrazionale, orgoglioso ma anche dissacratore delle regole e a volte volgare, interpretato da un bravo e giovane Lorenzo Gleijeses perfetto nei panni del suo personaggio. Gli atteggiamenti, le stravaganze, la mimica che accentuano l'ingenuità, la fragilità ma soprattutto le paure e le angosce del musicista sono perfette e raggiungono il culmine nel secondo potente atto. Roberta Lucca, moglie di Mozart, è credibile e raffinata anche in quei comportamenti del suo personaggio, liberi e non sempre adeguati alla sua classe sociale, e tutti gli altri validi attori, attorno ai protagonisti, contribuiscono a creare le atmosfere di una corte falsa e intrigante.

Andrei Konchalovsky magistralmente coglie e realizza tutte le sfumature dell'attesa per una conclusione agghiacciante in una scenografica visione da incubo, la cui intensità è sostenuta dalla perfetta sospensione di luci e ombre, in cui si consumerà il dramma dell'opera. In un arredo essenziale, damascati, crinoline e parrucche del '700, sobrie e perfette, aiutano a creare l'ambiente in cui il regista guida e armonizza le vicende dei personaggi nel susseguirsi delle scene.

 Un'opera a teatro da non perdere che riesce a colpire nel profondo gli spettatori.


Angelelli Mirella - _KIROLANDIA®_ GEPPY GLEIJESES   LORENZO GLEIJESES AMADEUS di Peter Shaffer traduzione di Masolino D’Amico   regia                          ANDREI KONCHALOVSKY con Giulio Farnese Gianluca Ferrato Roberta Lucca  Giuseppe Bisogno Anita Pititto  Elisabetta Mirra  Agostino Pannone Brunella De Feudis  Dario Vandelli scenografo realizzatore Roberto Crea costumi Luigi Perego movimenti coreografici Ramune Chodorkaite artigiano della luce Luigi Ascione elaborazione musiche Matteo D’Amico --- personaggi e interpreti Antonio Salieri   Geppy Gleijeses Wolfang Amadeus Mozart   Lorenzo Gleijeses Costanze Weber   Roberta Lucca Imperatore Giuseppe II   Giulio Farnese Conte Johann Von Strack   Giuseppe Bisogno Conte Franz Orsini-Rosenberg   Gianluca Ferrato Barone Gottfried van Swieten   Anita Pititto Valletto e cuoco Salieri   Brunella De Feudis Kappelmeister Giuseppe Bonno   Brunella De Feudis Katerina Cavalieri   Elisabetta Mirra Venticelli Elisabetta Mirra  Agostino Pannone  Dario Vandelli AMADEUS è in scena al TEATRO QUIRINO di Roma sino a domenica 1 Dicembre 
Grandi applausi per AMADEUS al TEATRO QUIRINO. Il dramma psicologico di Mozart e Salieri coinvolge completamente il pubblico


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog