Magazine Informazione regionale

GUBBIO (pg). Il CUS Pavia si è ripresentato alla staffetta con una formula rinnovata.

Creato il 13 marzo 2018 da Agipapress

GUBBIO (pg). Il CUS Pavia si è ripresentato alla staffetta con una formula rinnovata.GUBBIO (pg). Dopo l’ottavo posto di un anno fa sempre sui prati dell'anfiteatro romano di Gubbio, la formazione del CUS Pavia si è ripresentata ai box di partenza della prova a staffetta, quest'anno con una formula rinnovata che prevedeva frazioni più corte. Mentre un anno fa, quando in gara c'erano Valery Zuccotti Martina Gambuzza, Sara Carta e Beatrice Casati la staffetta era composta da due frazioni di circa 2 km, una di 3,1 e una di 3,5, quest'anno la nuova formula era una 4x2km dove solo l'ultima frazionista aveva qualche centinaia di metri in più dovuti al rettilineo d'arrivo. Dopo una partenza prudente della l'allieva Martina Onetti, al primo anno di categoria, cronometrata ufficialmente in 8'02", che ha consegnato il testimone a Federica Piacentini in 11° posizione, la seconda frazionista ha percorso i suoi circa 2km in 8'04" recuperando una posizione. Le frazioni di Martina Gambuzza, cronometrata in 7'34" e Sara Carta (7'30" al giro e 8'59" il totale della sua frazione di 2250m) hanno consolidato la decima posizione. Peccato per il recupero non riuscito proprio con Sara Carta, alla quale sarebbe servita ancora poche centinaia di metri per agguantare la nona piazza. Con la rappresentativa lombarda il cadetto del Cus Pavia Federico Carrà si candidava ad essere uno dei protagonisti della prova, suffragato dall'ottima prova dei campionati regionali e dagli ultimi allenamenti. Purtroppo la tensione pre gara dovuta alla prima competizione di livello nazionale per il giovane mezzofondista ha avuto la meglio, finendo per spegnere dopo metà gara ogni sua velleità di un pregevole piazzamento. Il 72esimo posto finale, con l'ultima parte di gara fatta al piccolo trotto, va considerato come una prima esperienza contro i migliori pari età della penisola, della quale fare tesoro per il futuro. Dopo la prova a staffetta Martina Gambuzza ha optato per doppiare con la più impegnativa gara individuale fra le senior donne di 8km, resa più pesante dalla pioggia e dal conseguente fango. La studentessa siciliana si è ben disimpegnata nonostante la fatica del giorno precedente piazzandosi al 138esimo posto su 227 partenti ma 37esima tra le under 23. Anche Martina Onetti ha scelto di doppiare l'impegno della staffetta con la gara di categoria, per le allieve di 4km, chiudendo al 133esimo posto finale su 210 al via, è un risultato sicuramente positivo come prima esperienza a livello italiano, essendo Martina al primo anno di categoria. Il 19'29" finale significa che i 4225 metri di percorso sono stati coperti alla media di 4'36"/km. Maurizio Scorbati

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :