Magazine Diario personale

Hamburger vegetariani

Da Leavventuredialice @leAvventurediAL

Hamburger vegetariani

Non sono mai stata un’amante della carne di bovino. Anzi, non ho ricordi dell’ultima volta che ne ho mangiata. Sì, magari è capitato che mia madre preparasse polpette e zucchine ripiene (piatto tipico bolognese) e quindi utilizzasse il macinato di carne misto, ma altrimenti, io, gli hamburger, per esempio, non li ho mai mangiati.

Per farvi un’idea, quando ci fu il boom di McDonald (all’epoca avevo 16 anni), io ero quella che ordinava i chicken nuggets (le insalate non erano ancora state inventate) e neanche negli Stati Uniti ho voluto provare i veri hamburger. Il fatto è che, oltre al sapore che non amo della carne, il tipico pane rotondo da hamburger ha un retrogusto dolciastro che non mi entusiasma proprio.

Ovviamente, negli ultimi anni, trovare una valida alternativa alla carne mi ha spinto a creare nuove ricette e devo dire che questa è diventata una delle mie preferite, tanto che varie persone (tra cui mio padre, un carnivoro e diffidente di tutto ciò che è vegano, vegetariano o soia-friendly) hanno apprezzato questi hamburger e mi hanno chiesto la ricetta.

Oggi come oggi una volta a settimana ho il mio appuntamento con questi hamburger. Certo, non vi suggerisco di mangiarli così, semplici: io li servo con cipolla caramellata (saltata in padella con zucchero), Emmental fuso, pomodori, maionese (o guacamole) e insalata, con pane tostato e accompagnati da patate al forno. Insomma, pur essendo vegetariani, mi tratto proprio bene!

Cosa vi serve:

Per 10-15 hamburger:

  • 200 gr. di lenticchie
  • 100 gr. di miglio o quinoa
  • 2 uova
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • prezzemolo tritato
  • sale e pepe, paprica dolce e piccante
  • 6 cucchiai di pan grattato

Per decorare e servire gli hamburger (a piacere):

  • pane per hamburger
  • pomodori
  • insalata
  • maionese e ketchup
  • cipolla caramellata
  • Emmental
  • patate fritte o al forno

Renderete felici: 10 persone

Tempo impiegato in cucina: 3 ore

Come fare:

Lessate le lenticchie in acqua salata per 45 minuti e scolatele, poi lasciate raffreddare.
Nel frattempo cuocete il miglio o la quinoa in acqua salata per 15 minuti e scolate. Quando le lenticchie sono tiepide, tritatele nel mixer.
A parte, tritate la cipolla e la carota e fatele soffriggere in padella con un po’ d’olio.

In una terrina, impastate le lenticchie, la cipolla, la carota, il miglio o quinoa, le uova, il prezzemolo e il pan grattato; aggiungete sale e pepe e le spezie. Se l’impasto è troppo morbido, aggiungete 2-3 cucchiai di farina di riso/ceci o fiocchi di avena.

A questo punto stendete un foglio di carta da forno e distribuite 2 cucchiai di impasto. Coprite con pellicola trasparente e date la forma agli hamburger.

Cuocete gli hamburger in una padella antiaderente con un goccio d’olio, a fiamma medio alta, 4 minuti per lato.

Da non dimenticare

Le quantità indicate sono per circa 10 hamburger di 1 cm di spessore e di 10 cm di diametro. Potete però farli delle dimensioni che preferite. Io preferisco sempre prepararne vari con queste quantità e poi congelarli avvolti in carta stagnola, così saranno pronti per la prossima volta.

Se amate sperimentare

Se volete rendere questa ricetta vegana, potete sostituire le uova con l’avena. In questo caso, cuocete l’avena per trenta secondi al microonde con un po’ di latte di soia, e aggiungetela agli altri ingredienti.

Le lenticchie possono essere sostituite con altri legumi (io ho già sperimentato i fagioli neri) e potete aggiungere altri ingredienti a vostro piacimento (ad esempio verdure).

Annunci

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog