Magazine Media e Comunicazione

Hell's Kitchen, è Nicola a trionfare su Sky Uno nelle cucine infernali di Carlo Cracco

Creato il 22 dicembre 2018 da Digitalsat
Hell's Kitchen, è Nicola a trionfare su Sky Uno nelle cucine infernali di Carlo Cracco

Hell's Kitchen, è Nicola a trionfare su Sky Uno nelle cucine infernali di Carlo CraccoNicola Pepe trionfa nella finale della quinta edizione di Hell's Kitchen Italia, in onda ieri sera su Sky Uno (e che è possibile rivedere - come tutte le puntate del programma - su Sky On Demand e su NOW TV).

A Hell's Kitchen per mettere alla prova se stesso, grazie alla vittoria nella gara fra cuochi professionisti prodotta da Dry Media e condotta da Chef Carlo Cracco Nicola Pepe si aggiudica così il posto di Executive Chef di uno dei ristoranti del J.W. Marriott sull'Isola delle Rose di Venezia.

Ventidue anni e unico uomo ad essere arrivato in finale, col suo menù "Attraverso gli occhi di un bambino" ha sconfitto al servizio finale l'aretina Ginevra, che aveva provato a stupire Cracco e gli Chef ospiti Yannick Alléno e Andreas Caminada con un menù a base di mandarino. Fuori dal podio Mayla, mentre sul gradino più basso si è accomodata Michela, eliminata appena prima del gran servizio finale.

Nicola lavora a come sous chef a Nizza. Fin dalle prime puntate ha stupito Cracco e i giudici ospiti di ciascuna puntata per la sua positività, la sua capacità di trascinare e insieme unire le brigate in cui, di volta in volta, ha saputo spiccare per l'entusiasmo con cui ha costruito la narrazione dei suoi piatti e della sua idea di cucina "emozionale".

HELL'S KITCHEN ITALIA è una produzione DRY MEDIA. Un programma di Paola Papa, Romina Ronchi, Luca Danesi, Ilaria Brosi, Jacopo Ghirardelli, Valentina Monti, Sergio Carfora, Vincenzo Maiorana, Mariachiara Salvi, Veronica Pennacchio, per la regia di Umberto Spinazzola. Il programma è realizzato con la partecipazione di Veuve Cliquot, Soffass, Siggi, Norda e Electrolux.

Hell's Kitchen, è Nicola a trionfare su Sky Uno nelle cucine infernali di Carlo Cracco

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog