Magazine Cucina

Hummus: 3 gustose varianti super colorate

Da Ricettedalmondo.it @RicetteDalMondo

Con o senza tahina, l’hummus di ceci rappresenta uno degli antipasti più rappresentativi della cucina mediorientale: provatelo in 3 varianti imperdibili

L’hummus lo conosciamo tutti: la famosa crema di ceci frullati con tahina, olio, limone e poco altro nella quale affondare i grissini o con la quale dare vita ad invitanti strati da spalmare sul pane (sulla pita sarebbe l’ideale), è protagonista indiscusso di antipasti sfiziosi. Proveniente dalla cucina mediorientale, dell’ hummus esistono numerose versioni, e non solo a base di legumi. Oltre che ai fagioli e alle lenticchie, i ceci possono lasciare spazio a verdure e ortaggi dando vita ad incredibili ed intriganti varianti.Ricordate di consumarlo sempre a temperatura ambiente: in frigo, infatti, si indurirebbe fino a diventare poco piacevole al palato.

Continuando a leggere noterete come ingrediente indispensabile dell’hummus è la salsa tahina. Questa è facilmente reperibile presso i supermercati più forniti o i negozi specializzati in alimenti etnici. E’ possibile anche realizzarla in casa senza difficoltà.

Sui crostini, sulle bruschette, all’interno delle crepes o dei panini: c’è sempre spazio per l’hummus. Se servito all’interno di ciotoline insieme a tante verdure crude tagliate a bastoncini è perfetto per una cenetta leggera ma nutriente. Se, invece, avete in programma una cena con amici, perché non proporne diverse varianti, magari coloratecome quelle che seguono, da posizionare al centro di una tavola imbandita per piacevoli momenti in compagnia? L’hummus favorisce la convivialità: ecco alcune varianti da non fare mancare durante l’estate, e non solo.

Hummus di piselli

Un colore verde intenso ed un profumo fresco lo caratterizzano: l’hummus di piselli (e menta) rappresenta una degna variante del classico. Realizzarlo con i piselli freschi - magari appena sgranati - che sono ricchi di potassio e magnesio e poveri di grassi, sarebbe il massimo. In alternativa potete ricorrere a quelli surgelati, con i quali otterrete comunque un ottimo risultato. Voglia di prepararlo? Fate cuocere 250 gr di piselli freschi per una decina di minuti in una padella con poca acqua. Scolateli passandoli sotto il getto dell’acqua fredda, quindi raccoglieteli nel bicchiere di un mini pimer. Unite 1 cucchiaio di tahina, 2 cucchiai di succo di lime (o limone), ½ spicchio di aglio e qualche foglia di menta. Iniziate a frullare aggiungendo, man mano, tanto olio quanto basta per ottenere una crema densa e liscia. Non dimenticate sale e pepe!

Hummus di piselli

Hummus di carote

L’arancione è uno dei colori dell’estate, ed è anche quello che caratterizza le carote (antiossidanti ed amiche di pelle e vista per antonomasia). Da qui ad utilizzarle per preparare un leggero e gustoso hummus il passo è breve. Cimentatevi raccogliendo sul piano di lavoro ½ kg di carote, dell’olio di oliva, del sale e del pepe. Lavate bene gli ortaggi, tagliateli a pezzi e conditeli a piacere. Fateli cuocere in forno caldo a 180 per circa 45 minuti. Prelevate le carote e trasferitele nel bicchiere di un frullatore ad immersione. Unite mezzo spicchio di aglio, 1 cucchiaio di tahina, 1 di succo di limone e del prezzemolo fresco. Frullate bene il tutto unendo a piacere dell’olio. Dovrete ottenere anche in questo una crema densa e priva di grumi. L’hummus di carote si abbina bene alle patate cotte al forno.

Hummus di barbabietola rossa

Ricche di proprietà, le barbabietole sono anche povere di calorie (solo 20 per 100 gr). E’ interessante come possano dare vita ad un hummus dal colore rosso intenso e dall’aspetto tanto invitante. Per prepararlo potete frullare in un contenitore stretto e dalle pareti alte 300 gr di barbabietola rossa precotta, 100 gr di ceci già lessati insieme ad 1 cucchiaio di salsa tahina, il succo di ½ limone, del sale, del pepe, del prezzemolo e tanto olio quanto basta per ottenere un composto liscio. Una volta pronto trasferitelo in una ciotola adatta e cospargetelo con del prezzemolo fresco tritato.

Hummus di barbabietola


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :