Magazine Diario personale

I bambini hanno fretta

Da Maddalena_pr

I BAMBINI HANNO FRETTA. UNA FRETTA D’AMORE

I bambini hanno fretta

Ieri Isabelle mi ha fatto imbestialire. Quelle cose che quando le scrivi, le tracci, ti accorgi che non scoppiano, stanno lì, anche se infelici. E invece aveva disobbedito troppe volte, mancato un colpo dopo l’altro. L’ho apostrofata, poi il fiato non ancora contento s’è preso la scusa dei pupazzetti che lei spalma per casa, ho commentato il cubo dove traballa l’abat-jour, e il porta tv accanto: «Questi se non ci giochi van messi via».

Dopo tre minuti mi chiama, mamma ho messo a posto.

Lei era in piedi, un metro più in qua di quei mobili glabri, composti e lindi. Le mani dietro la schiena, il viso verso terra, ma pronto a incrociare la mia statura.

– Hai messo a posto tutto?
– Sì.

Gli occhi aspettano. I suoi, dico: che io dia loro la benedizione d’un complimento. Per poi schiamazzare di scintille.
– È per farti perdonare?

Sì, dice.

E a quel punto le pupille le saltano come bottoni.
E i miei sembrano calamite sui suoi. Ci abbracciamo come avessimo fatto una guerra.

Mi stringe forte, tanto che sta su senza che io la tenga, con la tenaglia delle sue gambe e delle braccia. Intanto fa una specie di altalena, col capo, avanti e indietro: per mitragliarmi di baci la guancia.

Ecco, vedi: i bambini hanno quest’urgenza, di chiedere scusa.
Non è sempre tale, né è sempre buona: perché viene da una paura. Sottile, attentatrice: di perdere il nostro amore.

Però è terribilmente bello, questo bisogno, perché è l’occasione: per sapere che siamo incerti, tutti, e che «ti amo» si può dire mille volte.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :