Magazine Informazione regionale

I cani percepiscono le emozioni umane: lo rivela uno studio della Federico II

Creato il 27 ottobre 2017 da Vesuviolive

I cani percepiscono le emozioni umane: lo rivela uno studio della Federico II

Si sa che il cane è il migliore amico dell’uomo e adesso c’è anche uno studio della Federico II di Napoli che ne dimostra l’evidenza. I cani sono infatti in grado di percepire le emozioni umane: paura, tristezza, stress ecc. A dimostrarlo è una ricerca del team diretto dal professore Biagio D’Aniello del Dipartimento di Biologia dell’Ateneo Federico II. Lo studio è stato riportato sia sul giornale londinese “The Times” sia sull’ateneo dell’Università Federico II.

I cani riescono a percepire gli odori emotivi degli uomini, condizionandone il comportamento. La dimostrazione è stata fatta in simbiosi con il professore Massimo Aria del Dipartimento di Economia e statistica e con il professore Gün Semin del William James Center for Research di Barcellona. Questi segnali olfattivi di tipo chimico provocano diverse reazioni fisiologiche negli animali.

Nello studio condotto da D’Aniello sono state stimolate le emozioni di paura e felicità in soggetti umani differenti. Attraverso il sudore, raccolto mediante tamponi ascellari, è stato effettuato l’esperimento con i cani. Gli animali posti in una stanza etologica hanno annusato il contenuto e la reazione è stata sorprendente: quando i cani odoravano i chemiosegnali della paura mostravano una maggiore attivazione cardiaca e più stress; quando invece erano esposti ai chemiosegnali della felicità erano più calmi e risultavano essere più predisposti al contatto con gli estranei.

Ciò dimostra che i comportamenti dei cani, così come i loro stati fisiologici, sono condizionati dagli stati emotivi umani. Questo è il primo studio a rilevare l’impatto dei segnali chimici degli stati emotivi umani sul comportamento del cane verso le persone.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :