Magazine Lifestyle

I castelli templari in Portogallo, un itinerario dal nord al sud del Paese

Creato il 08 gennaio 2019 da Lillyslifestyle @LilianaNavarra

I Templari sono sempre stati oggetto di romanzi, film, opere teatrali ed anche tema di viaggio abbastanza ricorrente. Oggi voglio portarvi con me alla scoperta dei castelli templari in Portogallo consigliandovi un possibile itinerario da organizzare in auto. Pronti a partire con me?

castelli templari portogallo

Chi sono i templari?

Non nobis, Domine, non nobis, sed Nomini Tuo da Gloriam”

Ordine fondato nel 1118 a Gerusalemme con il nome di Poveri Soldati di Gesù Cristo, in seguito modificato in Cavalieri del Tempio di Salomone, o semplicemente, Templari.

Nove furono i primi cavaleiri che fecero parte di quest’ordine di monaci guerrieri, forse i più famosi della storia, e due dei loro nomi si ricordano ancora oggi: Hugo de Payns e Godofredo de Saint-Omer. Bisogna per aspettare il 1129 per l’approvazione ufficiale dal Concilio di Troyes in Francia.

Non erano altro che monaci guerrieri istituiti per proteggere i pellegrini cristiani che si dirigevano verso la Terra Santa spesso attaccati dai mori. Col passar del tempo i Templari si trasformano in un’organizzazione molto potente, la più potente d’Europa. Fu proprio questo eccesso di potere che portò il re francese Filippo IV (che aveva un enorme debito con loro) a farli assassinare e confiscare i loro beni.

I Templari per sfuggire dall’ira del re trovarono rifugio in Portogallo dove aiutarono il primo re cristiano Dom Afonso Henriques a conquistare Lisbona e il resto del territorio ai mori. Ed è da qui che parte il nostro viaggio, un viaggio on the road alla scoperta dei castelli che i Templari hanno costruito (o meno) in Portogallo.

I castelli templari in Portogallo, un itinerario dal nord al sud del Paese

I templari in portogallo

I Templari in Portogallo continuano ad aumentare la loro fortuna e costruiscono (o hanno in dono) una serie di castelli lungo l’intero territorio portoghese. Nel 1312 però il cielo su di loro si rifà plumbeo. il papa Clemente V pose fine all’ordine per far cessare la fama e il potere conquistato. Si estinsero veramente? Direi proprio di no. Cambiano nome ed ecco a voi i Cavalieri dell’Ordine di Cristo (alias ex-templari). Ora vi spiego meglio.

Nel 1319 i Templari per contornare la loro estinzione, in collaborazione con il re D. Dinis, che non voleva perdere le ricchezze su territorio portoghese, viene istituito (grazie alla bolla di papa Giovanni XXII) l’Ordem da Cavalaria de Nosso Senhor Jesus, o più semplicemente Ordem de Cristo (ordine di Cristo). Ovvero, cambia nome ma mantengono tutte le mansioni e ricchezze. Bei furbetti, vero?

i castelli templari in portogallo

un possibile itinerario

Non sapendo da quale parte del Portogallo volete cominciare questo viaggio nel tempo vi elencherò i castelli in ordine alfabetico. In basso troverete anche la mappa che ho creato appositamente per voi.

I castelli templari in Portogallo, un itinerario dal nord al sud del Paese

castello di almourol

Sicuramente ricorderete questo castello eretto su un isolotto in mezzo al fiume Tago, ve ne ho già parlato qui. In realtà questo castello non fu costruito dai Templari ma fu ceduto loro dal re D. Afonso Henriques nel 1129, come ringraziamento per il loro operato.

Almourol, o anche Al-morolan ovvero la pietra alta, fu conquistato dal re cristiano D. Afonso Henriques dopo la sconfitta dei mori e il castello fu ceduto ai Templari al fine di proteggere l’allora capitale Coimbra. Per maggiori informazioni sulle visita del castello, cliccare qui.

castello branco

Il castello di Castelo Branco fu edificato dall’Ordine dei Templari nel 1220 dopo la conquista della città ai mori. Passa il castello ad integrare quella che poi si sarebbe chiamata la “linea difensiva del Tago” insieme ai castelli di: Almourol, Monsanto, Pombal, Tomar e dello Zêzere.

Purtroppo del castello oggi non resta quasi nulla a causa dei vari attacchi prima dei castigliani, poi dell’invasione francese e nuovamente dei castigliani.

I castelli templari in Portogallo, un itinerario dal nord al sud del Paese
Foto: Center of Portugal

castello di cera

Il castello di Cera oggi chiamato di Ceras, dal suo nome romano Castrum Caesaris, non è molto lontano dalla famosa Tomar. Fu dono nel 1159 del re D. Afonso Henriques ai Templari considerandolo in posizione strategica per la difesa della linea che va dal Mondego al Tago.

All’epoca dell’offerta il castello era in rovina e D. Gualdim Pais decide di costruire un nuovo castello in un luogo più propizio ai margini dell’attuale fiume Nabão. La costruzione comincia il primo marzo del 1160 ed oggi lo chiamiamo castello di Tomar. Per approfondire, cliccare qui.

I castelli templari in Portogallo, un itinerario dal nord al sud del Paese
Foto: Tomar templária

CASTELLO DI DORNES

Uno dei viaggi più suggestivi che ho intrapreso in Portogallo è stata la visita a questo paesino che sembra uscito da un racconto di fiaba, circondato dalle calme acque dello Zêzere.

Una delle strutture più affascinanti e curiose di questo minuscolo paesino è la torre pentagonale fatta costruire dal grande maestro Gualdim Pais (1118-1195) nel XII secolo come parte integrante del sistema difensivo della Linha do Tejo contro i mori.

Costruita con pietra di argilla di 72 anni prima dell’era cristiana, al suo interno si trovano diverse stelle funerarie dei templari. Ve ne ho già parlato qui, ricordate?

I castelli templari in Portogallo, un itinerario dal nord al sud del Paese

castello di nisa

Fu edificato sulle aride terre dell’altopiano dell’Alentejo, una regione fortemente influenzata dai mori durante secoli. Fatto edificare da Frei Lourenço Martins intorno al 1290 sotto il regno di D. Dinis. Dell’antico castello oggi restano appena due porte.

Purtroppo fu distrutto dal fratello di Dom Dinis, D. Afonso Sanches che dopo la successione di D. Afonso III (1248-1279), contestando i titoli di suo fratello, inizia il rinforzo delle fortificazioni dei suoi domini in Castelo de Vide, contro la volontà del re. Come potete immaginare, la furia del re scatenò una guerriglia che portò alla distruzione del castello e l’uccisione di gran parte della popolazione.

I castelli templari in Portogallo, un itinerario dal nord al sud del Paese
Foto: guiadacidade

castello di palmela

Il castello di Palmela fu ceduto ai Templari solo nel 1210. Non si hanno molte notizie sul castello prima della conquista cristiana nel 1148, ma pare sia stata una fortificazione araba e posteriormente donata all’Ordine di Santiago.

Come purtroppo molti castelli portoghesi anche questo di Palmela fu distrutto. Recuperato poi da D. Sancho (1205) che riconfermò la donazione all’ordine dei Templari. Oggi è un luogo che ospita un festival di Jazz, prove di vini regionali ed altre manifestazioni annuali ed ha anche un hotel tra le mura.

I castelli templari in Portogallo, un itinerario dal nord al sud del Paese

castello di penha garcia

Considerata ultima fortezza dei Templari, il suo nome evoca il leggendario D. Garcia Mendes che rapisce una nobile donzella, D. Branca figlia del governatore di Monsanto. Perseguitato dal padre della giovane alla fine viene catturato e condannato a morte. D. Branca intercede e chiede perdono al padre. La fine della storia? La vita di Mendes è risparmiata ma un braccio gli viene amputato. Secondo la stessa leggenda la sua anima continua a vagare tra le torri del castello.

Con una localizzazione privilegiata sulla valle del fiume Ponsul, il Castelo de Penha Garcia fu edificato dai monaci guerrieri su una fortificazione romana. Molte le teorie sulla sua origine una delle quali ci riporta a D. Sancho I che pare sia stato il promotore della sua costruzione. In seguito, D. Afonso II lo dona all’Ordine di Santiago intorno al 1220.

Bisogna aspettare il 1300 prima che questi possedimenti passino nella mani dei Templari (per poco tempo). Ricordate che ci fu l’estinzione dell’ordine? Tutti i possedimenti quindi passarono alla corona.

CASTELlO DI POMBAL

Anche in questo caso un castello fatto costruire da D. Gualdim Pais, tra il 1156 e il 1171, su una precedente fortificazione romana occupata dagli arabi e conquistata dai cristiani. Posizione dominante, sovrasta su una collina rocciosa il margine del fiume Arunca.

La sua costruzione la si deve alla fortificazione della cintura difensiva del Mondego, al fine di difendere gli accessi alla città di Coimbra. Con l’estinzione dell’ordine dei Templari, D. Dinis lo dona all’ordine di Cristo e più tardi passa in possesso del conte Castelo Melhor come dono del re D. João I.

I castelli templari in Portogallo, un itinerario dal nord al sud del Paese
Foto: cm-pombal

Castello dI Santa Maria da Feira

Non lontano dalla città di Aveiro, questo castello difensivo fu occupato dai Templari (in realtà non ci sono molti documenti che attestino questa teoria ma appena alcune decorazioni al suo interno) ed anche in questo caso, la sua origine rimonta ai romani ed in seguito alla dominazione araba e all’ampliamento territoriale con la conquista cristiana. In realtà la sua storia è ben più antica visto che rimonta alla preistoria a detta degli archeologi.

Con il declino dell’importanza militare di questo castelo passa ad esser utilizzato come palazzo signorile. Nel XV secolo ritorna ad essere un campo difensivo grazie all’utilizzo di nuovi strumenti pollici e della polvere da sparo.

I castelli templari in Portogallo, un itinerario dal nord al sud del Paese
Foto: Direção Regional de Cultura do Norte

CASTELlO Di SOURE 

È un castello dalla storia turbolenta visto che è stato costruito e distrutto varie volte. Fu uno dei castelli che passò nella mani dei Templari ed in seguito a quelle dell’Ordine di Cristo.

Anche questo castello fu edificato da D. Gualdim Pais, nella valle inferiore del fiume Mondego, dove sorgeva una fortificazione romana. Abbastanza curioso se ci pensate visto che solitamente le fortezze sono edificate in punti alti per gli avvistamenti. Questa stranezza è dovuta alla preziosità e fertilità delle terre della zona perché è il punto dove confluiscono i fiumi Anços e Arunca.

Passa a far parte della linea difensiva di Coimbra e diventa sede ufficiale dei templari (precedentemente localizzata in Fonte da Arcada) nel 1128 dono di D. Teresa.

Dal XIX secolo in poi il castello di Soure comincia ad avere una storia non proprio felice: due delle sue torri furono vendute João Lobo Santiago Gouveia, conte di Verride. Nel 1880 fu demolita la torre di sudest a causa della pericolosità del suo stato. Nel XX secolo il castello passa in possesso di Santiago Presado ed appena nel 2004 diventa proprietà del comune di Soure. Oggi purtroppo restano appena rovine della sua epoca medievale.

I castelli templari in Portogallo, un itinerario dal nord al sud del Paese
Foto: Américo Aperta

castello di tomar

Concludo questa lista di castelli con il castello di Tomar e il convento dell’Ordine di Cristo entrambi nella città templare per eccellenza ( a detta di molti), Tomar. Una delle prime città che ho vistato in Portogallo nel lontano 2003 nella ricchissima regione del Ribatejo.

Non si hanno informazioni precise sul perché la ricostruzione del Castello di Ceras (leggi in alto) sia stata poi spostata nell’attuale Tomar, ai margini dell’antico fiume Tomar, oggi Nabão. Una delle possibili ipotesi afferma che sia dipeso dalla sua posizione secondo il Meridiano di Parigi che forma un angolo di 34º, comune ai progetti architettonici dell’ordine. Tale angolo corrisponde alla diagonale della relazione dei 2/3 osservata nella costellazione dei Gemelli, uno dei simboli dei Templari.

Qualsiasi fosse stata la spiegazione fatto sta che la costruzione del castello iniziò il primo marzo del 1160, come comprova l’iscrizione epigrafica sulle sue mura.

Patrimonio dell’Umanità per l’UNESCO, il castello fu costruito dai Templari nel XII secolo anche in questo caso su un’antica costruzione romana. Durante la colonizzazione romana, Tomar si chiamava Nabantia, fu poi conquistata dagli arabi, che la occuparono fino al XII secolo quando, Dom Alfondo Henriques la conquistò e regalò la fortezza ai Templari come riconoscimento degli aiuti ricevuti nella lotta contro i musulmani. Ve ne ho già parlato ampiamente qui.

Oggi sicuramente il castello più famoso e visitato del Portogallo.

I castelli templari in Portogallo, un itinerario dal nord al sud del Paese

Il nostro viaggio tra i castelli templari del Portogallo si conclude qui ma prima di salutarvi vi consiglio di leggere l’articolo in basso per organizzare al meglio (e senza brutte sorprese) il vostro viaggio in auto.

vi possono interessare anche

pedaggio autostrada portogallo


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog