Magazine Cultura

“i delitti della città vuota” recensione libro

Creato il 01 luglio 2016 da Dan76

“PENSARE PAROLE”:

“I DELITTI DELLA CITTA’ VUOTA” A CURA DI PIERA CARLOMAGNO

Alla libreria “iocisto” di Napoli è stato presentato il 1 luglio in anteprima il libro “i delitti della città vuota” , realizzato da Piera Carlomagno e edito da “atmosphere”edizioni. E’ una antologia di racconti messi insieme dalla Carlomagno, giornalista de “il mattino” di Napoli e i cui autori sono Massimiliano Amato, Alessandro Berselli, Sara Bilotti, Brunella Caputo, Roberto Carboni, Corrado De Rosa, Arianna Destito, Costanza Durante, Antonio Menna, Alessandra Pepino, Carmine Mori, Alessandro Maurizi, Bruno Morchio, Piergiorgio Pulixi, Massimiliano Smeriglio, Franco Serpico, Giovanni Di Giamberardino. Sono tutti scrittori di thriller che hanno scritto questi racconti appositamente per questa raccolta noir, che focalizzano le storie nelle piccole città come nei grandi centri. Sono gialli metropolitani ambientati in piena estate dove tutto sembra rarefatto, lento, il tempo dilatato, la gente sparita o nascosta, le piccole e grandi città sembrano vuote. Il noir che si fonde col mistero, accresciuto dall’estate che tutto modifica. I protagonisti che sono chiamati a risolvere i casi sono ispettori di polizia, commissari, investigatori privati già conosciuti dal pubblico. Le scene d’azione sono le terrazze di Roma, i portici di Bologna, i carruggi di Genova, i vicoli di Napoli, le periferie di Milano, la Mole di Torino, ma anche altre provincie italiane e qualche metropoli d’oltreoceano. Il delitto in ogni sua forma, ambientato nelle città vuote, come dice appunto il titolo della raccolta. “I delitti della città vuota”sono una raccolta di racconti molto interessanti, noir che più neri non si può, pieni di mistero. Sono 17 storie per 18 autori, i cui personaggi descritti sono quelli rimasti in città e che si trovano coinvolti in storie incredibili che mai pensavano potessero capitare, ma che invece possono accadere quando le città sono vuote e l’estate modifica gli esseri umani.

DANIELA MEROLA



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :