Magazine Arte

I LOVE ITALY – Bologna presenta l’artista Maria Rosaria Iacobucci

Creato il 14 novembre 2019 da Fasterboy
Nell'ambito della collettiva I LOVE ITALY che sarà inaugurata sabato 30 novembre 2019 presso la Galleria Farini nella splendida location di Palazzo Fantuzzi a Bologna, siamo lieti di presentare Maria Rosaria Iacobucci che in tale occasione presenterà una personale I LOVE ITALY – Bologna presenta l’artista Maria Rosaria Iacobucci MARIA Rosaria, bentornata in questo importante progetto dedicato ai talenti italiani.. Ormai sei nel team I Love Italy sin dagli albori. Cosa ti ha dato questo progetto e quanto pensi di essere cresciuta soprattutto dal punto di vista tecnico e della ricerca artistica?

Carissima Francesca, innanzitutto desidero ringraziarti e complimentarmi con te, sia per l'immensa preparazione profusa che per le grandi doti umane. Sei empatica, sostieni, supporti, condividi. Sin dal nostro primo incontro con l'arte, hai sostenuto le esigenze della mia espressione artistica e interloquire ha prodotto sempre preziosi consigli. Tutto questo mi ha fatto crescere moltissimo e te ne sono veramente grata. Il progetto "I love Italy" ha sicuramente migliorato le mie capacità pittoriche, ha rappresentato uno stimolo sia dal punto di vista tecnico che di ricerca. Sono molto felice e soddisfatta di far parte di questo importantissimo progetto, mi impegno all'ennesima potenza e, in brevissimo tempo, credo di aver trovato il mio vero linguaggio artistico, la mia espressione più autentica, uno stile riconoscibile, fondamentale per ogni artista.

Cosa rappresenta oggi la pittura per te?

Attualmente ho un rapporto simbiotico, appagante, un'autentica gioia che coltivo con stupore.

Nelle diverse tappe hai presentato lavori diversi, spaziando tra informale materico e figurativo astratto, arrivando infine a Parigi con un'installazione di genere figurativo materico che ha suscitato grande apprezzamento da parte del pubblico, conferendoti l'appellativo di artista dei "mondi sospesi".. Stavolta presenterai una mostra personale tutta incentrata sul tema di questi "mondi" o meglio pianeti che rappresenti con una notevole attenzione per la ricerca dei materiali e l'impatto visivo.. Raccontaci qualcosa in più di questo progetto e su ciò che vorresti trasmettere?

Sono emozionatissima di presentare, nell'ambito di questa importante esposizione, la mia prima mostra personale intitolata "mondi sospesi". Rappresento il disagio della civiltà, attraverso le mie opere voglio trasmettere l'amore smisurato che provo per la natura. E' un viaggio sul mistero e la grandiosità dell'Universo, delle sue leggi e delle sue forze, quali fonti di ispirazione, studio, ricerca....

L'esposizione I love Italy vuol celebrare il nostro Paese e la creatività in generale, lanciando un messaggio positivo in un'epoca fortemente complessa, affinché questo paese possa ripartire proprio dall'arte, che continua a sopravvivere nonostante le avversità. Proprio per queste ragioni abbiamo voluto concepirlo come un progetto mostra itinerante, cercando così di sensibilizzare un numero sempre maggiore di individui. Qual è il tuo pensiero e cosa pensi di poter fare nel tuo piccolo, attraverso la tua arte?

E' vero, a Parigi è stato un vero successo! La mia installazione ha ricevuto moltissimi apprezzamenti da parte di galleristi e collezionisti provenienti da tutte le parti del mondo, veramente emozionante! l'idea della mostra personale è nata da te nel contesto suddetto, un evento indimenticabile, dove mi è stato conferito anche l'appellativo di "artista dei mondi"... Adesso quindi sono i pianeti i grandi protagonisti materici della mia ispirazione. Sono opere realizzate con tecnica materica policroma e polimaterici dal forte impatto visivo e dimensioni imponenti in cui la pittura materica, capace di offrire sensazioni tattili tridimensionali, si serve di un'eterogeneità di materiali, privilegiando quelli naturali.

I LOVE ITALY – Bologna presenta l’artista Maria Rosaria Iacobucci Sogni o prossimi progetti per il tuo futuro artistico?

Nel mio piccolo, attraverso l'espressione artistica, rappresento il disagio della civiltà, cerco di veicolare le mie idee, esprimo l'esigenza di evadere in mondi lontani dallo spazio e dal tempo per dissociarmi dalle cattive abitudini causate dalla negligenza dell'uomo.

Sogno di vivere d'arte, studio e ricerca. La pittura mi rende libera... di fronte ad una tela bianca posso esprimermi liberamente senza limitazioni e provare infinite emozioni.

Ho moltissime nuove idee, nuovi progetti da realizzare. Spero sempre di poter trarre ispirazione da eventi positivi.

Appuntamento, dunque, a Bologna sabato 30 novembre ore 18 presso la Galleria Farini!


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines