Magazine Cultura

I vitelloni al potere

Creato il 30 giugno 2016 da Renzomazzetti

I VITELLONI AL POTERE

Il vitellone è un giovane bovino castrato o un giovane di provincia ozioso e incapace di concludere qualcosa di serio? Nel film di Fellini i vitelloni sono quei giovanotti indolenti e pigri della piccola e media borghesia che non hanno voglia di lavorare, si fanno mantenere dai familiari, parlano senza riflessione, sognano strane cose, sono deboli e incoscienti, insoddisfatti e infelici, si affidano alla fortuna, non sanno risolvere i problemi. Sullo spirito piccolo-borghese Lenin afferma che predomina l'inconsistenza interiore. La piccola borghesia si oppone a qualsiasi intervento, inventario e controllo statale, sia dello Stato capitalistico, sia dello Stato socialista. Il piccolo borghese che tiene da parte i suoi biglietti da mille è nemico del capitalismo di Stato, e questi biglietti da mille egli intende realizzarli assolutamente per sé, contro i poveri, contro qualsiasi controllo generale dello Stato, e la somma di questi biglietti da mille offre una base di parecchi miliardi alla speculazione che mina l'edificazione socialista. I vitelloni al potere? Ohi! Intontiscono ogni genialità e teoria. (Ricordo da un racconto di Vasco).

RIENZI (sulla tribuna)

Eccomi di nuovo tra voi,

nobili Romani! Rivedo

tutti i luoghi sacri, il Campidoglio,

il Foro eterno! Mi date il benvenuto,

ebbene, non mancherà la mia gratitudine.

Giuro così al cospetto di Dio

di dedicare la vita alla vostra libertà,

che l'antica Roma risorga

grande e libera dalla sue rovine!

Non avrò pace, non avrò tregua,

finché Roma non risplenda nell'antico fulgore,

e piena della passata maestà,

davanti a tutti popoli del mondo!

Simile alla fenice, che più superba e magnifica,

si libra in alto dalle sue ceneri,

possa risorgere, imperituro e nuovo,

il tempo antico, dominatore del mondo!

(Coro del popolo)

Viva l'eccelso Tribuno!

-Karl Marx-

(parte dall'abbozzo del dramma lirico “COLA DI RIENZI”)

Vedi: LA ROTTAMANDA (26 maggio 2016)


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine