Magazine Media e Comunicazione

Ieri su Rai 1 con ''Don Matteo 9'' la prima serata di fiction più vista della stagione

Creato il 10 gennaio 2014 da Nicoladki @NicolaRaiano
Ieri su Rai 1 con ''Don Matteo 9'' la prima serata di fiction più vista della stagioneQuasi 9 milioni di telespettatori con uno share vicino al 30%. Questi i dati del ritorno della serie "Don Matteo". La prima puntata della 9^ stagione entra nella top ten delle migliori prime serate dall'1/08/2013 al 9/1/2014. Lo share è salito al 33.13% nella seconda puntata in onda sempre ieri sera alle 22.32.
Nella top ten sono 7 le migliori prime serate targate Rai, 3 sono di Mediaset, entrata in classifica fino ad oggi con un solo prodotto "Baciamo le mani - Palermo New York".
Prime serate di fiction italiana sopra il 21% di share - Ascolti e share dall'1/08/2013 al 9/1/20141) 9/1, RAI 1: Don Matteo 9, 8.759.000, 29.66%2) 29/10, RAI 1: Adriano Olivetti - La forza di un sogno, 6.345.000, 24.67%3) 05/09, CANALE 5: Baciamo le mani - Palermo New York 1958, 5.289.000, 23.7%4) 19/09, RAI 1: Provaci ancora Prof! 5, 5.400.000, 23.28%5) 28/10, RAI 1: Adriano Olivetti - La forza di un sogno, 6.117.000, 22.92%6) 5/11, RAI 1: Una grande famiglia 2, 6.043.000, 22.78%7) 17/10, RAI 1: Provaci ancora Prof! 5, 5.806.000, 22.77%8) 3/10, RAI 1: Provaci ancora Prof! 5, 5.710.000, 22.08%9) 13/09, CANALE 5: Baciamo le mani - Palermo New York 1958, 5.033.000, 21.67%10) 12/09, CANALE 5: Baciamo le mani - Palermo New York 1958, 5.165.000, 21.6%
"L'accoglienza del pubblico al ritorno di Don Matteo è stata straordinaria - commenta soddisfatta il direttore di Rai Fiction Eleonora Andreatta -. Si tratta del miglior debutto di serie televisiva degli ultimi 10 anni. Quando si raggiungono questi risultati (8 milioni e mezzo di spettatori, 31% di share) nonostante una serata ricca di proposte e un panorama di offerta ormai multicanale, è chiaro che la fiction parla di temi e personaggi che sono in sintonia con le attese, le aspirazioni e i gusti del Paese. E che sa farlo con una interpretazione grande come quella di Terence Hill, e del resto del cast, e una indiscussa qualità di regia, produttiva e spettacolare".
"Don Matteo - conclude la Andreatta - incarna un messaggio di impegno, di onestà e di fiducia verso gli altri e verso il futuro: un motivo in più di soddisfazione è il fortissimo risultato tra i giovani, con ascolti tra le teen-ager superiori nettamente a quelli dei più noti 'fenomeni' giovanili, ampiamente pubblicizzati. Sono rari i racconti che coinvolgono in egual misura tutte le generazioni: Don Matteo è uno di questi".

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog