Magazine Sport

Il Benevento torna in Serie A

Creato il 29 giugno 2020 da Il Blog Dello Sportivo @blogdsportivo

“Il calcio é democratico”. Non quando esiste, in un torneo, una formazione troppo più forte rispetto alle altre. E’ stato il caso del Benevento, che ha riconquistato la Serie A dopo due anni, grazie ai grandi investimenti e al suo condottiero Filippo Inzaghi. Polverizzato ogni record della cadetteria

23 vittorie, 6 pareggi, una sconfitta. Una macchina perfetta, in grado di tritare record su record della Serie B. Fino a quella promozione che sembrava poter scomparire soltanto a causa della pandemia mondiale. Ora, finalmente, il Benevento può davvero festeggiare il ritorno in Serie A dopo appena due anni passati nell’inferno della B.

La festa giallorossa parte quando al termine mancano ancora 7 partite, ma era nell’aria ormai da mesi. Dalla decima giornata, un girone fa quasi, quando vincendo contro la Cremonese prese la vetta della classifica per non mollarla più. Mentre il vantaggio sulle concorrenti aumentava, partita dopo partita. Vittoria dopo vittoria. Dalla decima giornata sono arrivate solo vittorie, più tre pareggi.

Un ritmo infernale, ingestibile dalle rivali. Il 4-0 contro il Pescara sembrava lasciare altre premesse. E invece ha caricato ancora di più la streg , che con una magia ha chiuso la zip in difesa e non ha fatto passare più nulla. 15 goal subiti, 18 clean sheet. Numeri da urlo, che possono ulteriormente diventare da record a fine stagione: gli 86 punti del Palermo del 2014 sono più che alla portata.

Dietro il capolavoro, un uomo più degli altri: Filippo Inzaghi. Specialista in promozioni. Ce l’aveva fatta con il Venezia di Tacopina, dalla C alla B. Poi la chiamata del Bologna in A. Esperienza deludente, esonero. E ripartenza dalla Serie B. Al primo anno, subito promozione. Con una squadra d’esperienza.

Difficile se non impossibile eleggere un giocatore più importante di altri per Inzaghi. Forse Nicolas Viola, il numero 10, direttore d’orchestra a centrocampo e uomo da 10 goal stagionali. Miglior realizzatore assoluto della squadra, anche più di Coda, Sau, Insigne, Improta. Tutti gli attaccanti dietro al numero 10, al regista della squadra dei veterani in cerca di rilancio.

Hetemaj e Schiattarella, presi dalla A per tornarci subito, Christian Maggio all’ultima corsa. Massimo Volta. Giocatori che hanno familiarità con la A e anche con la B. L’esperienza giusta per vincere il campionato. Anzi, dominarlo. Che è pure più difficile. A soli due anni di distanza dalla retrocessione al termine dello storico debutto, il Benevento torna tra le grandi. E continua a sognare.

ROSA:

PORTIERI:

1. Lorenzo Montipò
12. Nicolò Manfredini
22. Pier Graziano Gori

DIFENSORI:

5. Luca Caldirola
23. Luca Antei
35. Federico Barba
14. Massimo Volta
13. Alessandro Tuia
2. Francesco Rillo
3. Gaetano Letizia
11. Christian Maggio
18. Bright Gyamfi

CENTROCAMPISTI:

10. Nicolas Viola
8. Andres Tello
21. Perparim Hetemaj
28. Pasquale Schiattarella
4. Lorenzo Del Pinto
17. Abdallah Basit
6. Siriki Sanogo
7. Oliver Kragl

ATTACCANTI:

27. Dejan Vokic
16. Riccardo Improta
19. Roberto Insigne
9. Massimo Coda
32. Gabriele Moncini
25. Marco Sau
20. Giuseppe Di Serio

ALLENATORE:

Filippo Inzaghi

💛A❤ suon di record #Asuondirecord #SerieA #ForzaStrega #BeneventoCalcio #Benevento pic.twitter.com/KLYjIc20OC

— Benevento Calcio (@bncalcio) June 29, 2020


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazine