Magazine Società

Il coro Bach di Laveno-Ponte: la polifonia cerca te!

Creato il 10 ottobre 2019 da Stivalepensante @StivalePensante

Dal 1997, sulle orme del maestro Giuliano Bellorini. Allora, ero una giovane studentessa di musica presso la Scuola "E.Spantaconi" di Stresa e novella corista, ed ero affascinata dalla grandezza della polifonia sacra a cappella.

Il mondo della musica è in costante movimento, e si muove sempre più rapidamente.

Vero, ma il Coro cerca di evitare la musica di consumo ed il consenso facile. Poi è chiaro: il coro negli anni ha assunto diverse forme, molti componenti sono cambiati e il repertorio viene costantemente rivisitato. Non ha però mai mutato denominazione, perché le origini di una storia non si cambiano.

Diceva Sant'Agostino che chi canta prega due volte.

Il canto è una forma di ringraziamento, di lode e di comunicazione con Dio potentissima e che consente anche a noi di esprimere la nostra spiritualità con gioia e bellezza; cerchiamo di cantare al meglio delle nostre possibilità, perché quando si dona si cerca di fare un regalo gradito ed apprezzabile e noi doniamo il nostro canto a Lui.

Le attività del coro si svolgono prevalentemente in parrocchia...

La finalità del coro resta sempre l'accompagnamento musicale delle principali solennità dell'anno liturgico, in parrocchia. Il nostro è un servizio alla Comunità ed un impegno a rendere più partecipate le Sante Messe attraverso il canto a più voci; partecipazione che passa anche attraverso un ascolto profondo, silente, preghiera intima e intensa.

Oggi il Coro come è composto?

Le persone che già fanno parte del gruppo sono motivate, impegnate e molto legate al coro, ma purtroppo, come tutti, talvolta si prendono l'influenza, hanno figli piccoli, impegni imprevisti di lavoro, parenti da gestire a Natale e Pasqua... E poiché ci sono sezioni composte da poche persone, alcuni non possono mai permettersi un'assenza per non far saltare l'attività di tutto il gruppo. Ed è capitato di annullare un concerto o un evento per un banale malanno di qualcuno.

Si tratta quindi di fare un po' di "scouting" ...

Abbiamo costantemente bisogno di nuova linfa, di nuove risorse. Da molti mesi cerchiamo voci da inserire nell' organico, perché la realtà del coro possa continuare ad esistere. Questo articolo vuole essere quindi un appello a partecipare, almeno a tentare.

Chi fosse interessato, come può fare?

Le nostre prove sono il lunedì sera dalle 21.00 alle 22.30 presso l'Oratorio del Ponte a Laveno, in via Battisti. La sala prove, al secondo piano, è aperta a tutti, anche alle ragazze al di sopra dei 12 anni e ai ragazzi sopra i 17. Vi aspettiamo anche solo per provare a conoscerci!


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog