Magazine Cultura

Il libro? è sospeso!

Creato il 01 novembre 2017 da Viadeiserpenti @viadeiserpenti

INDILIBR(A)I – Rubrica dedicata ai librai e ai lettori indipendenti

Questo articolo è uscito sul numero di novembre del mensile Acqua&Saponeche ringraziamo.

di Emanuele Tirelli*

In provincia di Salerno libri in cambio di ferro, rame e alluminio, libri regalati e viaggi con l’autore.

Il libro? è sospeso!

Michele Gentile

Michele Gentile è il titolare della Ex Libris Cafè, a Polla, piccolo Comune in provincia di Salerno, dove, nonostante le difficoltà, cerca modi non convenzionali per favorire la lettura e la crescita culturale. Dal 1985 ad oggi se ne è inventate tante e nel 2002 ha iniziato il progetto “libro sospeso”, una variante del “caffè sospeso” che tanto funziona a Napoli: se acquisti due volumi, ne porti a casa solo uno, mentre l’altro sarà consegnato a un giovane tra i 10 e i 18 anni che entrerà in libreria nei sette giorni successivi.

Il libro? è sospeso!

Nuove strategie 
Gli ultimi dati Istat ci ricordano che i lettori italiani sono 4 milioni in meno rispetto al 2010 e che l’anno scorso 33 milioni di persone con più di sei anni non hanno aperto neanche un libro. La percentuale sale nel Sud Italia (69,2% dei residenti), ma «questi numeri non ci devono abbattere – spiega Gentile -. Bisogna trovare nuove strategie, perché quelle adottate fino ad ora non rendono più».

Ovunque, purché si legga
«Quando mi sono reso conto che in libreria entravano meno persone, ho pensato di uscire per andargli incontro e riprendere a camminare insieme». Ecco perché a Polla ci sono ottici, ristoranti e pizzerie dove è possibile trovare romanzi per tutti i gusti. Sono lì, disponibili per essere consultati o acquistati. Se invece avete ferro, rame e alluminio da smaltire, la Metalfer riconosce un buono d’acquisto da spendere all’Ex Libris in libri e vocabolari: il progetto si chiama “Non Rifiutiamoci”. Non solo: avete mai sentito parlare delle presentazioni sugli autobus? Insieme alle Autolinee Curcio, è nato “Viaggi con l’autore”, che invita gli scrittori a parlare del loro ultimo romanzo proprio mentre l’autobus viaggia in autostrada e regala una copia a ogni passeggero.

Il libro? è sospeso!

Una libreria in ogni Paese 
«Sentiamo l’esigenza di una farmacia in ogni Comune. Ma anche i libri hanno un effetto importante sulla vita delle persone. La mia idea è quella di coinvolgere le amministrazioni comunali della provincia per un piccolo investimento, dando vita a punti di incontro, di vendita, di laboratori e lettura. Singole librerie di un’unica rete capace di ammortizzare i costi nei rapporti con editori e distributori. L’ho proposto ai Sindaci di 19 Comuni intorno a Polla e spero in una risposta concreta. Ho la testa dura e ho imparato a non arrendermi».

*Emanuele Tirelli è autore, giornalista freelance per «L’Espresso», «Donna Moderna», «Il Mattino», «Acqua&Sapone», direttore della collana Teatri di Carta di Caracò Editore.

Condividi


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :