Magazine Salute e Benessere

Il maltrattamento nell'infanzia altera la struttura cerebrale

Creato il 25 marzo 2019 da Lasfinge @micamenefrega
Il maltrattamento nell'infanzia altera la struttura cerebraleSubire maltrattamenti in età infantile è una esperienza traumatica, che non solo produce conseguenze immediate, ma provoca delle vere e proprie alterazioni della struttura cerebrale, tali da condizionare la vita futura e l'andamento, ovvero la prognosi degli eventuali disturbi psichici nelle età successive. L'argomento, già da tempo oggetto di studio nei suoi vari aspetti, è stato ripreso recentemente in un articolo pubblicato da The Lancet: si tratta di uno studio longitudinale svolto in Germania, presso l'Università di Münster al Dipartimento di Psichiatria. Nello specifico è stata valutata la correlazione tra l'esperienza di maltrattamento infantile e la frequenza di recidiva di episodi di depressione maggiore in un gruppo composto da 110 pazienti con questa diagnosi. Il reclutamento dei soggetti sottoposti allo studio si è esteso dal 2010 al 2016 con un controlli e follow up realizzato tra il 2012 ed il 2018: ciascun paziente è stato seguito per due anni. Tra i pazienti studiati, 35 non avevano presentato alcuna recidiva, mentre 75 avevano avuto una ricaduta durante i due anni del periodo di studio. La presenza di esperienze traumatiche infantili è apparsa significativamente correlata alla probabilità di recidiva, inoltre sia le esperienze traumatiche vissute durante l'infanzia che le ricadute per gli episodi di depressione maggiore presentavano come corrispettivo anatomico, una riduzione della superficie corticale nella regione insulare destra basale. I ricercatori ne hanno dedotto che il maltrattamento subito in età infantile produce alterazioni strutturali del cervello, le quali a loro volta, predispongono ad alcuni disordini depressivi maggiori nelle età successive.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog