Magazine

Il MeetUp propone azioni semplici e concrete per il contrasto alla diffusione del gioco d'azzardo patologico

Creato il 03 febbraio 2015 da Sangiorgiocinquestelle
Il MeetUp propone azioni semplici e concrete per il contrasto alla diffusione del gioco d'azzardo patologicoIeri mattina sono stati diffusi alcuni dati di una recente ricerca dell’Università lombarda «Carlo Cattaneo», relativa alla “geografia del gioco d’azzardo legale in Italia”.

Secondo questa ricerca, il Sannio è al 36° posto in Italia per numero di sale giochi presenti sul territorio, con 88 attività censite ed autorizzate tra capoluogo e provincia ed un aumento del 2,3% rispetto agli anni precedenti. San Giorgio del Sannio è terza nella speciale classifica relativa al numero di esercizi dove è possibile tentare la fortuna presenti sul territorio con 4 attività e precede Telese e Montesarchio che ne contano rispettivamente 5 e 6. Inoltre, in almeno al metà dei Comuni della provincia di Benevento si conta almeno una sala scommesse o un punto gioco.Ma il dato più allarmante non è tanto il numero delle sale per il gioco d’azzardo legale bensì la somma spesa per il gioco d’azzardo legale dai cittadini sanniti, in media poco più di 1.100 euro all’anno, somma che, considerato il reddito annuale dei cittadini sanniti, che, secondo gli studi della fondazione Rodolfo De Benedetti, a giugno era di circa 12.000 euro all’anno, mette il Sannio in una zona d’allarmePraticamente ogni cittadini sannita in un anno si gioca uno stipendio circa in scommesse!!!E questo, si badi, è il dato relativo solo ed esclusivamente alle scommesse e non alle slot machine, la cui incidenza economica sulle famiglie è molto difficile da calcolare, anche se i dati di cui sopra ci fanno pensare a somme ben più alte, considerata la quasi onnipresenza delle slot in ogni tipologia di esercizio commerciale.


Ma ora torniamo a San Giorgio del Sannio, Comune con 4 sale o punti gioco e slot machines disseminate in numerosissimi esercizi commerciali in tutto il paese.
Il 4 settembre 2013 abbiamo inviato tramite PEC al Comune di San Giorgio del Sannio una istanza volta a richiedere azioni relative all'abuso dei giochi con vincite in denaro e una connessa proposta di adesione al Manifesto dei Sindaci per la legalità contro il gioco d’azzardo.
Qualche tempo dopo, il Sindaco ed il Presidente del Consiglio Comunale ci hanno inviato una nota in cui ci viene comunicato che l'argomento sarà discusso in un apposito Consiglio Comunale convocato al fine di stilare un documento e predisporre un'azione di contrasto al fenomeno nonché di chiedere una legge regionale e statale per ridurne e contenerne l'offerta e l'accesso, in uno con un'azione di prevenzione dai rischi del gioco d'azzardo.
Era il 4 settembre 2013 e ad oggi è trascorso più di un anno e mezzo.

Il MeetUp propone azioni semplici e concrete per il contrasto alla diffusione del gioco d'azzardo patologico
Nel frattempo, però, sono state fatte molte cose: nel territorio del Medio Calore sannita due Comuni, San Martino Sannita e San Nazzaro, anch’essi sollecitati dagli attivisti del Meetup Amici di Beppe Grillo di San Giorgio, hanno dato la possibilità agli attivisti di illustrare all’interno del Consiglio Comunale la proposta di adesione al Manifesto dei Sindaci per la legalità contro il gioco d’azzardo e l’hanno votata all’unanimità, accettando anche di raccogliere presso i propri uffici le firme per una legge iniziativa popolare a tutela della salute degli individui tramite il riordino delle norme vigenti in materia di giochi con vincite in denaro e giochi d’azzardo.Successivamente nel maggio 2014 tale legge è stata assegnata alle Commissioni riunite Finanze e Affari Sociali della Camera ed è attualmente in fase di prima lettura.Inoltre, è stata presentata anche dal M5S una la proposta di legge sulla prevenzione e la cura del gioco d'azzardo patologico che ad oggi è ancora ferma in Commissione Affari Sociali in virtù di uno stratagemma tecnico, dal momento che il Sottosegretario del MEF con delega ai giochi Baretta (PD) ha preso tempo fino a Marzo 2015 nella Delega Fiscale in cui dare le disposizioni per la prevenzione, la cura e la riabilitazione del Gioco d’Azzardo Patologico, come se la delega fiscale potesse emanare disposizioni di cura.Stando così le cose, i portavoce M5S in Commissione presentato l’intera proposta come emendamento alla Legge di Stabilità: sarebbe bastato votarlo e le proposte per aiutare il milione di cittadini malati di “azzardopatia” e le loro famiglie sarebbe stata legge. Il PD, invece, ha, votato contro, a dimostrazione che gli interessi legati alle lobby del gioco d’azzardo per questa maggioranza sono più importanti di quelli dei cittadini.Ricordiamo, a questo proposito, che scade proprio oggi il termine per la sanatoria di 7.000 CTD (centri trasmissioni dati) e 1.500 Totem non autorizzati e che, come nei precedenti Governi (Prodi, Berlusconi, ad es.), si autorizzano nuovi luoghi dove giocare che aumenteranno, di conseguenza, l’”azzardopatia”.In tutto questo percorso volto a fare qualcosa di concreto contro il gioco d’azzardo e le patologie ad esso legate e che ha visto direttamente coinvolti, UNICI nel Sannio, i Comuni di San Martino Sannita e San Nazzaro, il Comune di San Giorgio, non ha mantenuto i buoni propositi fatti nella nota di un anno e mezzo fa e nulla ha fatto come Ente locale per provare ad arginare il problema della diffusione del gioco d’azzardo sul territorio, nemmeno ora che il doppio ruolo di Sindaco e Presidente della Provincia, mette Claudio Ricci in una posizione privilegiata per la discussione sul tema e per la proposta di soluzioni adeguate.

Il MeetUp propone azioni semplici e concrete per il contrasto alla diffusione del gioco d'azzardo patologico
Per questo motivo abbiamo inviato al Sindaco, all’Assessore alle Politiche sociali, ai Capigruppo, al Presidente del Consiglio Comunale, così come già fatto un anno e mezzo fa, una istanza al fine di di realizzare azioni concrete di contrasto al gioco d’azzardo, che, seppur legale, sta distruggendo le persone, le famiglie, le comunità.
Il gioco d’azzardo sottrae ore al lavoro, alla vita affettiva, al tempo libero, e produce sofferenza psicologica, di relazione, educativa, materiale, di aspettativa di futuro.
Altera i presupposti morali e sociali degli Italiani sostituendo con l’azzardo i valori fondati sul lavoro, sulla fatica e sui talenti.
Sono a rischio la serenità, i legami e la sicurezza di tante famiglie e delle nostre comunità.
Abbiamo, inoltre, proposto, in totale spirito collaborativo con l’Ente Locale, una serie di azioni immediate e concrete, già realizzate attraverso semplici delibere comunali in numerosi Comuni d’Italia: l’individuazione di un contributo per i locali che rinunciano alle slot machine, alle video lottery e apparecchiature assimilate come accaduto a Ospitaletto (BS); l’introduzione di limiti di orario per l’attività di sale gioco e scommesse, nonché per il funzionamento delle “macchinette" installate nei locali pubblici come stabilito dal Comune di Milano. dove le sale non potranno più restare aperte 24 ore su 24, ma solo dalle 9 alle 12 e dalle 18 alle 23, in modo tale da “ridurre la possibilità di accedervi, con particolare attenzione agli orari di uscita dalle scuole e al tempo libero delle fasce più fragili della cittadinanza, in primo luogo giovani e anziani”; la riduzione del 10 per cento della tassa sui rifiuti per gli esercizi commerciali, tabaccherie, bar, trattorie, paninoteche e ristoranti, che eliminano o cmq, non installano le “macchinette mangiasoldi” come deliberato a Sori (GE) e Cerignola (FG); l’approvazione di un «Protocollo d'intesa per la prevenzione ed il contrasto del gioco illegale, la sicurezza del gioco e la tutela delle fasce deboli» nel quale si formalizza l’impegno a creare un tavolo di lavoro con Asl, prefettura, scuole, associazioni di categoria e forze dell'ordine con l'obiettivo di prevenire il disagio sociale e le conseguenze della ludopatia con particolare attenzione alle fasce deboli, come deliberato dal Comune di Spinea (VE); il divieto di acquisire nuove licenze per video lottery così come stabilito nel Comune di Concorezzo (Monza Brianza).Questi esempi, realizzati da Amministrazioni locali di vari partiti, sono la testimonianza concreta che gli Enti locali possono, nel loro piccolo, compiere azioni di buon senso a tutela della propria comunità ed, in particolare, delle fasce deboli, che, vittime dell’illusione della vincita facile, sono le più colpite dai fenomeni di ludopatiaE’ questo che, da sempre, chiede il Meetup Amici di Beppe Grillo di San Giorgio, azioni di buon senso a favore della comunità, ma, mentre altre amministrazioni sono ben liete di accettare il nostro contributo e le nostre proposte, il Sindaco di San Giorgio mette nel dimenticatoio i suoi stessi buoni propositi.
Oggi i dati numerici sono talmente preoccupanti che il fenomeno del gioco d’azzardo nel Sannio e a San Giorgio non può più essere minimizzato.
Speriamo caldamente che l’Amministrazione Comunale voglia, in tempi brevi, farsi viva sull’argomento.
Il MeetUp propone azioni semplici e concrete per il contrasto alla diffusione del gioco d'azzardo patologico

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il Cagliari tra il bello e il cattivo tempo

    Cagliari bello cattivo tempo

    In casa Cagliari si guarda al bello e cattivo tempo.Conti e Rossettini sono tornati in gruppo, mentre si è fermato Ibarbo.L'attaccante colombiano ha lasciato... Leggere il seguito

    Da  Fattorecampolive
    CALCIO, SPORT
  • Il viaggio

    viaggio

    Pubblicità Questo spazio permette al sito di continuare ad offrire in modo gratuito tutti i suoi contenuti! La fiaba Mercoledì 20 Agosto 2014 16:04... Leggere il seguito

    Da  Fiaba
    CULTURA, LETTERATURA PER RAGAZZI, LIBRI
  • Il buono, il brutto, il cattivo – Frasi Celebri

    buono, brutto, cattivo Frasi Celebri

    LE CITAZIONI TRATTE DA IL BUONO, IL BRUTTO, IL CATTIVO- Io dormirò tranquillo perché so che il mio peggior nemico veglia su di me!- Mi piacciono quelli... Leggere il seguito

    Da  Oggialcinemanet
    CINEMA
  • Il bestiario de Il Palio

    bestiario Palio

    Non so se avete già letto il mio nuovo ebook, Il Palio. Nel dubbio non voglio rovinarvi la sorpresa con dei brutti spoiler. Tuttavia, vuoi per fare un po’ di... Leggere il seguito

    Da  Mcnab75
    CULTURA, LIBRI
  • Il Mandala e il suo significato

    Mandala significato

    Può sembrare come una lente d'ingrandimento, il Mandala prende tutto ciò che si percepisce nell'inconscio e lo comunica per mezzo di figure e colori. Leggere il seguito

    Da  Cristina Aloisi
    SPIRITUALITÀ
  • Il Giocabosco

    Giocabosco

    Nel cuore della foresta il polmone verde del Gargano è stato realizzato un parco giochi speciale. Si chiama Il GiocaBosco non serve a tenere i bimbi impegnati... Leggere il seguito

    Da  Marlenetrn
    FAMIGLIA, MATERNITÀ, MUSICA, PER LEI
  • Il burqa

    Milano. Rinascente. Sabato pomeriggio.Sono impegnata a curiosare tra gadgets vari quando i miei occhi individuano qualcosa di strano.Inizialmente è solo una... Leggere il seguito

    Da  Eramegliounpescerosso
    DIARIO PERSONALE