Magazine Cucina

Il melograno: scheda tecnica

Da Contemporaneo Food @stilecreativo

LA PIANTA: 

Il melograno è un frutto dalle proprietà quasi miracolose: la sua pianta appartenente alla famiglia delle Punicaceae è la Punica Granatum.
La sua origine non è del tutto certa anche se pare provenire dall’Asia sud occidentale.
Oggi il melograno cresce ed è coltivato soprattutto nelle zone mediterranee dell’Europa e dell’Asia, ma anche del Nord America.
Rossi sono sia i suoi fiori che i suoi semi: il suo frutto, che è chiamato melagrana, ha la forma di una mela, e, come si può intuire dal nome stesso, contiene al suo interno moltissimi semi.
Da precisare che con il termine melograno spesso si indicano sia l’albero che il frutto: la versione più corretta in italiano è quella che chiama il frutto…melagrana.

STAGIONALITA’:

Il frutto del melograno è tipico della stagione autunnale e matura a partire dal mese di ottobre.

COMPOSIZIONE, BENEFICI E PROPRIETA’:

La melagrana è un vero alleato per la nostra salute: contiene infatti i flavonoidi, gli antiossidanti, vari tipi di acidi, tra cui l’acido ellagico e l’acido gallico, la quercetina e altri principi attivi che gli hanno fatto meritare il nome di frutto della medicina.
Il frutto del melograno è particolarmente ricco di sali minerali quali potassio, manganese, zinco, rame, ferro, fosforo, magnesio, sodio, calcio e selenio.
Contiene inoltre dei carboidrati e la sua composizione nello specifico è 78 % di acqua, 13,5 % di zuccheri, 4% di fibre, 1,8 di proteine,1,2 % di grassi e 0,5 % di ceneri.
Le sue vitamine sono: B1, B2, B3, B5, B6, vitamina C, vitamina E, K e J.

E’ fondamentale sapere che il frutto del melograno ha come qualità principale l’essere considerato antitumorale: grazie alla presenza di tannini e polifenoli, questo frutto infatti, svolge una potente azione contro i tumori, riducendo i radicali liberi. In particolare pare che sia molto utili nella battaglia contro il tumore al seno e alla prostata.
In più, le antocianine contenute nel succo di melograno sono in grado di svolgere un’azione protettiva nei confronti dei danni da raggi UV, una delle cause principali del cancro alla pelle.

Il melograno poi protegge il cuore: il suo succo può agire come anticoagulante riducendo il rischio di arteriosclerosi. Esso svolge anche un’azione di prevenzione nelle malattie cardiovascolari. Il consumo regolare di succo di melograno aiuta anche a ridurre il colesterolo LDL, e aumentare il colesterolo HDL, migliorando ulteriormente la salute del cuore.

Il melograno ha inoltre proprietà vermifughe, molto utili contro, la Tenia solium, un parassita molto fastidioso dell’uomo.
Grazie alla presenza di tannino il succo del melograno ha anche proprietà astringenti ed è quindi utile in caso di diarrea.
Gli effetti dell’estratto di melograno tornano utili anche ai nostri reni mettendoli al riparo da eventuali infezioni.
E’ risaputo inoltre che possedendo un alto contenuto di ferro aiuta a ridurre l’anemia.
Da ultimo, ma non per importanza, pare che la melagrana sia un potente antinfiammatorio capace di prevenire l’alzheimer.

La lista delle sue proprietà benefiche sarebbe ancora molto lunga…quindi di buoni motivi per prendere l’abitudine di consumarne un bel po’ ne abbiamo davvero tanti.
Ricordiamo poi che 100 gr=83 calorie

CONTROINDICAZIONI:

Siccome l’assunzione di questo frutto abbassa la pressione sanguigna non bisogna consumarlo se si stanno assumendo farmaci per abbassare la pressione.
Il melograno potrebbe inoltre influire sull’utilizzo di altri farmaci: prima di assumerlo in casi del genere è sempre d’obbligo consultare un medico.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :