Magazine Cultura

Il meraviglioso incipit del Dottor Živago

Creato il 23 agosto 2019 da Candida

"Tuttavia, è l'atto del camminare la forma più antica di queste azioni ritmico-cinetiche; trovando la loro significazione nel corso del sole sotto la terra e per il cielo (scomparsa-apparizione della luce), il piede, il suo passo, l'andatura, vengono identificati con il ritmo. /.../ Lo stesso termine stich [verso], che viene dalla medesima parola greca stichos, racchiude in sé un'immagine legata al cammino, poiché in greco στείχω significa andare, camminare". O.M Frejdenberg, La poetica dell'intreccio e del genere, Labirint, Moskva 1997, p. 113*.

Ol'ga Frejdenberg era la cugina amatissima di Pasternak.

Aveva forse in mente questo brano mentre scriveva il geniale incipit del suo Dottor ? "Andavano, andavano e cantavano "Eterna memoria"..." ... Un inizio tutto in movimento (cammina cammina, cavalli, il soffio del vento) da cui germoglia tutto il romanzo. Un inizio in movimento per un romanzo in cammino, nello sforzo del levarsi.

A dire il vero, la prima frase è un verso, un pentametro trocaico. Si tratta del metro più simile all'antico epos, che riecheggia il folclore e le byline, il verso delle meditazioni di Lermontov ( , Esco solo sulla strada...) e, per il poeta Gumilev, risalente direttamente al canto.

Ma c'è di più (caso o miracolo di una forma che tutto tiene?): questa prima riga del romanzo riproduce il metro della prima poesia del ciclo di Ž ivago: Amleto.

* "Однако древнейшей формой таких ритмико-кинетических действ являются акты хождения; нога, ступание, ходьба, имея осмысление в шествии солнца под землей и по небу (исчезновение-появление света), отождествляются с ритмом. /.../ Самый термин "стих", происшедший от одноименного греческого слова "стихос", заключает в себе образ, связанный с хождением, так как по-гречески (στείχω) значит 'ступать', 'ходить'." О.М.Фрейденберг, Поэтика сюжета и жанра, "Лабиринт", Москва 1997, c.113.

-->


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog