Magazine Italiani nel Mondo

Il mio anno in 17 Tweet (in 12 non ce l'ho fatta)

Creato il 23 dicembre 2017 da Ilariadot @Luna84
Natale è un lavoro duro. Ti preme il tasto dell'"avanti veloce" dentro a un vortice di frenesia. Del tipo compra regali, impacchetta regali, siediti sulla valigia per farci stare i regali. E poi spacchettali subito, a porte chiuse, ché la carta si é rovinata nel viaggio. Re-impacchettali in cromatismi invertiti. Contemplali soddisfatta sotto un albero decisamente più professional del tuo. 
Il mio anno in 17 Tweet (in 12 non ce l'ho fatta)


E' arrivato Santa Claus! Con le corna delle renne in un sacchetto Antequerana e la slitta a forma di Boeing della Ryan Air. A dire il vero é un po' provato. Ha gli occhi stralunati di chi rimane incastrato contro-corrente nella ressa del Sabato in Plaza Constitución. Quelli di chi mette la sveglia anche nei weekend perché entrare in qualsiasi negozio, altrimenti, esige i sacrifici di una fila da concerto. E Santa Claus, biglietti in gradinate, ormai comincia ad avere un'età. In ogni caso gli hanno detto che la porta bene. Che "da quando vive là" nelle sue iridi sono rimaste appiccicate le lucine. Colpa del Prosecco, risponde. Ma sa che, almeno in parte, hanno ragione. Natale è un lavoro duro, sì, però bellissimo. Fatto di video da girare. E mille cene, e abbracci, e tea coi biscottini. Natale ha il gusto del vino rosso con cui brindare ai rientri. La voce della tizia scorbutica - estamos en el bar de la loca - che ti prende le ordinazioni sotto ad un presepe inguardabile fatto coi cicciobello. Poi è normale che alla lotteria non vinci, perchè hai sprecato tutta la tua fortuna nel tramonto rosso fuoco che si abbatte su Plaza de Capuchinos. Forse, adesso che può riposarsi, Santa Claus li scriverà davvero tutti quei post. Quelli soliti, che parlano di bilanci. Perchè alla fine dell'anno si tirano le somme, e si sa già che il risultato sarà a doppia cifra di soddisfazione. Ci pensavo sull'aereo, quando le luci delle case sotto i piedi mi sembravano costellazioni all'ingiù. Il pilota gracchiava dall'altoparlante qualcosa in merito alle isole Baleari, e qualche lieve turbolenza si trasformava in buche su una strada sterrata nella confusione di una mezza fase REM. Pensavo che è difficile ricordare tutto quello che é successo nel duemiladiciassette. Che da quando vivo a Málaga un anno ne vale cinque. La mattina sembra ieri. Gennaio, quasi un secolo fa. Naa. L'unico modo per farli, quei bilanci, sarebbe stato rileggermi i tweet. In fondo passare la vita su un social network dovrà pur servire a qualcosa, oltre a farsi ascoltare in merito alla necessità di un'opzione segnalibro e al suo essere privataCosì ho scaricato di nuovo l'archivio, sopravvalutando di netto le mie abilità di sintesi. Volevo ripercorrere quest'anno in dodici cinguettii ma, anche così, non ci sono riuscita. Diciassette è stato il meglio che sono riuscita a fare. Perchè ho vissuto, come dice quella canzone. Con ogni osso rotto, lo giuro, ho vissuto un bel po'. Insomma: parzialmente e molto all'incirca direi che questi sono stati gli highlight. A questo punto, non mi resta che augurarvi buon Natale. 


Il mio anno in 17 Tweet (in 12 non ce l'ho fatta)
GENNAIO 

La vita a Huelin e le mie camminate infinite sul Paseo Marítimo Antonio Banderas. 

"Esco giusto a fare due passi" e ancora un po' arrivo a Torremolinos a piedi. Bene ma non benissimo.— Ilaria 🇮🇹🇪🇸 (@Luna84) 15 gennaio 2017

FEBBRAIO

Le sfilate di moda flamenca e l'inspiegabile potere di attrazione di Sanremo sugli italiani all'estero.


Ma fatemi capire: qui a Málaga abbiamo aperto la quarta bottiglia, ci è morto il pc un'ora fa e non si sa ancora chi ha vinto #sanremo2017 ?— Ilaria 🇮🇹🇪🇸 (@Luna84) 12 febbraio 2017


MARZO

Il Festival del Cinema, i Red Carpet, Tony e DioQuantoéFigoHugoSilva.


Lo mejor de la alfombra roja del @festivalmalaga son los comentarios de las señoras que tengo delante. #quémonaquédelgadaquébonitoelvestido— Ilaria 🇮🇹🇪🇸 (@Luna84) 25 marzo 2017


APRILE

Primavera: gli ormoni in subbuglio...


Vestiti ogni giorno come se dovessi incontrare il vicino figo per le scale.— Ilaria 🇮🇹🇪🇸 (@Luna84) 8 aprile 2017

...  E la Feria de Abril a Siviglia.
Togliersi le scarpe cinque minuti e ritornare alla vita.— Ilaria 🇮🇹🇪🇸 (@Luna84) 30 aprile 2017

MAGGIO

#Trasloco


- Quindi qual è il tuo indirizzo?
- Autobus EMT linea 1.#Trasloco— Ilaria 🇮🇹🇪🇸 (@Luna84) 30 maggio 2017

GIUGNO
L'estate degli eventi importanti: lo spettacolo di Ursula Moreno, quando ancora non sapevo che sarebbe diventata la mia insegnante di flamenco di lì a pochi mesi.
Ay. AmoElFlamencoAmoElFlamencoAmoElFlamencoAmoElFlamencoAmoElFamencoAmoElFlamencoAmoElFlamencoAmoElFlamencoAmoElFlamenco.— Ilaria 🇮🇹🇪🇸 (@Luna84) 17 giugno 2017

E poi San Juan.
San Juan è come capodanno, ma in estate.— Ilaria 🇮🇹🇪🇸 (@Luna84) 23 giugno 2017

E poi il Talking About Twitter a Granada.


Te pasas la vida explicándoles a los italianos que las tapas son platos PEQUEÑOS, y luego vas a Granada. #TalkingAboutTapas pic.twitter.com/ysczd9UZkO— Ilaria 🇮🇹🇪🇸 (@Luna84) 27 giugno 2017

LUGLIO

Rimpatriare per i concerti (#Zammatopdeuorde)


Ese maravilloso momento en el que aterrizas en Italia y non sai più in che lingua tienes que parlare. #VitaDaItaloSpagnola— Ilaria 🇮🇹🇪🇸 (@Luna84) 6 luglio 2017
E celebrare le piccole, grandi soddisfazioni.
Ayer bailé flamenco en un teatro de Andalucía y salió bien, así que hoy puedo comerme el mundo.
Pero con calma, tras 2 siestas y 4 cafés.— Ilaria 🇮🇹🇪🇸 (@Luna84) 30 luglio 2017

AGOSTO

Agosto means Feria.


Ballare sevillanas con gli sconosciuti. Flamenchizzare tutto, persino "I will survive". Sto vivendo la feria che ho sempre sognato. #love— Ilaria 🇮🇹🇪🇸 (@Luna84) 13 agosto 2017

Ma anche...
Chissà dove vanno a finire i turisti a cui do indicazioni in inglese.— Ilaria 🇮🇹🇪🇸 (@Luna84) 27 agosto 2017

SETTEMBRE

Rivalutare nelle spiagge deserte un mese che avevo sempre odiato. Peccato per l'attualità, che entra di prepotenza nella vita sotto forma di bandiere.


*Abrir Twitter*
Cataluña
Cataluña
Cataluña
Cataluña
Cataluña
Torero con bandera franquista
Cataluña
Cataluña
*Cerrar Twitter*— Ilaria 🇮🇹🇪🇸 (@Luna84) 17 settembre 2017


OTTOBRE

I piccoli problemi della vita quotidiana, quando in pieno autunno ci sono ancora 30 gradi.


A lo mejor cuando lleve 20 años viviendo en España ya seré capaz de echar el café en el vaso con los hielos sin inundar toda la mesa.— Ilaria 🇮🇹🇪🇸 (@Luna84) 1 ottobre 2017

NOVEMBRE

I piccoli problemi della vita quotidiana, quando in pieno autunno ci sono ancora 25 gradi, ma non sempre.


- Le noto muy estresada. Trabaja mucho, algún problema familiar...?
- ES QUE NO SÉ QUÉ PONERME SI HACEN 25 GRADOS DE DÍA Y 10 DE NOCHE— Ilaria 🇮🇹🇪🇸 (@Luna84) 12 novembre 2017

DICEMBRE

Christmas time!


...Pero recuerda: si tienes otras cosas que hacer y vas con prisa, EVITA, repito, EVITA COMO SEA pasar por calle Larios a las 18.30 y a las 21.30. https://t.co/BTWEOSeBFZ— Ilaria 🇮🇹🇪🇸 (@Luna84) 5 dicembre 2017

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :