Magazine Cultura

Il mio primo giorno di Giacobbe Scurto

Creato il 24 giugno 2016 da Destinazione Libri @destinazionelib

il mio primo giornoE’ stato Alessandro Dolce qualche tempo fa a parlarmi di questo libro:

  • Ale, ho un amico che ha finito di scrivere la sua storia, è un libro particolare, lo leggerai?
  • Ale, di che parla? Lo sai che io e le biografie non abbiamo un bellissimo rapporto.
  • Non è una biografia, è la loro storia, leggilo, poi mi dirai cosa ne pensi.

Passa del tempo da quella conversazione, mi invita alla presentazione, evento a cui non ho potuto partecipare, mi arriva un messaggio :- Ale è tempo che tu legga il libro.

Era arrivato il momento, e da qui   ho conosciuto la storia di Giacobbe, di Miriam, di Nathan  e di Noah. Una storia che mi ha fatto capitolare, che ho vissuto con loro, che mi ha permesso di fermarmi su alcuni punti.

LA SINOSSI

Tratto da una storia vera. Un uomo e una donna, e poi lui – Nathan. Un padre e una madre in un viaggio che porta con sé tutte le contraddizioni e i paradossi della vita, quella vera. Il protagonista e sua moglie, Emily, stanno per avere un bambino, ma non sempre quei nove mesi sono come te li aspetti. Le circostanze mettono in subbuglio la mente e il cuore dei due genitori, e il protagonista lo racconta dando voce ai suoi pensieri e alle sue emozioni. Quelle di un padre che affronta a nuoto un oceano con onde troppo grandi. Quelle di chi comprende che è solo nuotando, affondando e riemergendo che ti rendi conto che alla fine solo tre cose rimangono: fede, speranza e amore.

LA NOSTRA RECENSIONE

il mio primo giorno

“Dio ci dona infinitamente al di là di quello che pensiamo, speriamo e sogniamo”

La loro storia comincia da questa frase, che poi diventa un quadro a casa loro, è da questo momento che tutto ha inizio.

Una storia vera quella che ci viene raccontata, e l’autore lo fa senza creare barriere, senza sembrare diverso da quello che è, mostrandosi con quelle paure che lo accompagnano.

Un amore profondo per sua moglie, un punto fermo nella sua vita che va oltre lo stare insieme.

Una forza diversa spunta nelle parole che usa, quella forza che permetterà a questa coppia di affrontare la più difficile delle esperienze.

Ci mette davanti a scelte importanti che una coppia potrebbe essere costretta a prendere e ci fa vedere un aspetto a dir poco eccessivo di alcuni medici. Non si sofferma su questo, non accusa e non giudica, quello che pensa è il pensiero di un marito che deve essere punto di forza per sua moglie, e quello di un uomo che sta per diventare padre.

Il tono che usa Giacobbe in questo libro è  a tratti ironico,  un ritmo diverso per ogni situazione, non cerca parole complesse, parla a ciascuno di noi,  non si prende  troppo sul serio, affronta la vita con quel senso ironico e con estrema profondità.

Scrive al lettore, lo nomina, e riesce a far arrivare tutte le sue emozioni; riesce in quelle righe a trasmettere ogni singola sensazione. Ci si immerge in questo libro e lo si chiude solo alla fine, quando ci si ritrova con le guance bagnate e un sorriso sulle labbra.

Una storia la loro, che fa riflettere e ci lascia il tempo di ritornare sui nostri passi, un pit stop alle basi della nostra idea di coppia, di amore, amore assoluto grazie alla loro fede.

La copertina mi ha colpito dal primo momento, e quando ho guardo il book trailer mi sono emozionata. Un libro curato nei minimi dettagli, semplice, come sono loro.

trovate il book trailer qui: https://www.facebook.com/ilmioprimogiorno/?fref=ts

Ho trovato in questo autore uno stile nuovo, fresco, mi piace il suo modo di scrivere.

il mio primo giorno
Io non aggiungo altro, credo si sia capito che questo libro mi ha conquistata.

Grazie ragazzi, per averci fatto conoscere la vostra storia e per aver avuto la voglia di condividerla

Giacobbe, ti aspettiamo con il tuo prossimo libro.

Buona lettura

Alessandra



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Giacobbe Scurto

    Giacobbe Scurto

    Oggi vi facciamo conoscere  l’autore del libro “Il  mio primo giorno”. Una i storia che ci è entrata dentro, una storia, la loro storia raccontata con una grint... Leggere il seguito

    Da  Destinazione Libri
    CULTURA, LIBRI
  • Il guerremoto

    guerremoto

    La terra ha ricominciato a tremare. Forte, e con particolare virulenza, il terremoto ha scosso molta parte dell'Italia Centrale. Leggere il seguito

    Da  Zazienews
    CULTURA, LETTERATURA PER RAGAZZI, LIBRI
  • Il pessimismo ed il divertimento

    pessimismo divertimento

    L'Industria Culturale nel 21° Secolo (1 di 3)- Sull'attualità della concezione di Adorno ed Horkheimer -di Robert Kurz * Dalla critica apparente della... Leggere il seguito

    Da  Francosenia
    CULTURA, OPINIONI, SOCIETÀ
  • UN SOGNO – Intervento della scrittrice Premio Viareggio MARIA GIACOBBE

    SOGNO Intervento della scrittrice Premio Viareggio MARIA GIACOBBE

    L’incendio di Copenaghen Il mio sogno è così semplice che basterebbero pochissime parole per raccontarlo, ed è così logico e chiaro che è strano sia... Leggere il seguito

    Da  Rosebudgiornalismo
    ATTUALITÀ, CULTURA, SOCIETÀ
  • Il dono

    dono

    racconti, Candid Camera, dante, Jingle Bells, Land Rover, Luna Park,pandoro, Poetarum Silva, Purgatorio, racconti di natale, WWF All’iniziativa di Poetarum... Leggere il seguito

    Da  Dedalus642
    LIBRI, POESIE, RACCONTI
  • Il Piccolo Principe. Il film

    Avevo quasi perso le speranze e poi è successo: ho visto Il Piccolo Principe! E non in un multisala (dove dopo la seconda settimana con tre spettacoli – in... Leggere il seguito

    Da  Temperamente
    CULTURA
  • Il quadro

    quadro

    Emilio Vedova, Compresenze 1981 La soffitta angusta era quasi soffocante, anche se fuori era freddo e il luogo non era riscaldato. Leggere il seguito

    Da  Emilia48
    CULTURA, EDITORIA E STAMPA

Magazines