Magazine

Il pacco- regalo della Luisa Ruggio, i pop-up, le fate, l'albero magico, il bianconiglio

Creato il 25 gennaio 2010 da Patriziacaffiero

certe bambine

Chi era sul set de Il Gattopardo di Visconti racconta in che modo il regista fu autore di enormi sprechi: pretendeva sottovesti finissime sotto le gonne a campana delle attrici e pure delle comparse; anche se la cinepresa non le avrebbe mai e poi mai inquadrate.

Quella tigre poco ammaestrata di Burt Lancaster sta ballando con la piu' bella attrice italiana mai esistita. Chili e chili di fiori vengono gettati nell'immondizia e sostituiti a ritmo sbalorditivo dagli addetti di Cinecittà, perchè marciti al calore delle centinaia di candele accese.

In un libro che racconta la leggenda delle stiliste parigine dei primi decenni del novecento si trova la stessa sentenza: quello che si porta sotto l'abito da sera e'prezioso come l'abito stesso.

Porthos, al contrario, indossava una cintura che era d'oro solo nella parte anteriore; il resto, cartonato, spariva sotto il mantello.
D'Artagnan rischiò la sua giovane vita di guascone per avere scoperto per caso- o per la sua dabbenaggine- quel trucco d'attore.

Una donna s'arma dentro una sottoveste che casca lentamente sulla pelle, e quando indossa l'abito sa per tutta il resto della serata che e' segretamente immersa nella seta come dentro un fuoco: cambia la sua postura, diventa pastosamente sereno il suo umore.

Il pacco- regalo della Luisa Ruggio, i pop-up, le fate, l'albero magico, il bianconiglio

La collana che mi ha spedito Luisa in un pacco strepitoso che mi e' arrivato oggi è la seconda uscita dalle sue proprie mani: e' bellissima.

Un pezzo unico. Unico al mondo. Per molti motivi.
Intanto, il laccio dove è cucito ogni bottone non proviene da un acquisto ordinario, ma dalle mani di qualcuno a cui lei vuole bene, che le porta bene.
La fiducia verso chi le sta intorno è importante per Luisa: in questo periodo, piu' che mai.

La collana è costruita in base al principio di cui si parlava prima: i bottoni non rivestono il filo solo davanti, sono cuciti con cura anche dietro il filo.

Questo, canta Luisa al telefono, crea un effetto prospettico, di varie profondità.

Anche le sfasature fra i bottoni creano questo movimento.
Le linee che ne risultano nell'insieme mi fanno pensare a Miro'.

Pero',questa collana mi fa pensare proprio a Luisa, più che a Miro', a come è lei, au dedans.

la casa di coraline

Dicevamo, anche i bottoni seminascosti dietro la facciata di questa piccola cattedrale sono notevoli. Luccica un bottone con tre sfumature di verde, due gocce rossosangue.

Luisa ci ha impiegato molta attenzione, non poco tempo, e molta cura a cucire tutto. Vi sono paillettes bronzee sui fori: pennellate, a sfumare, ad armonizzare le tinte.

Colori contrastanti e in armonia allo stesso tempo: così è Luisa.
E così sono io, pure.

Davanti: il piccolo rosone di un bottone composto da minuscole perline bianche, stile anni sessanta. A volte due bottoni si voltano le spalle, in altri punti ci sono minitorte di bottoni di varie dimensioni, due da una parte, uno dall'altra, e via di seguito.

Una volta qualcuno mi ha detto: nel sogno, prendi nota del primo segno che vedi e seguilo, fino alla fine.
Luisa mi ha avvertito che il primo segno è un bottone giallo.
L'occhio della tigre, il centro segreto del quadro.
Guardando quel bottone, organizzo nel modo giusto le altre forme.
Et voila'.

gauguin

Luisa oggi non mi ha regalato solo questa collana, ma molte cose speciali.
Ora faccio un elenco completo:

1) la collana di bottoni

2)Le orecchie del bianconiglio, quelle autentiche della fiaba

3) Il cioccolato francese della portinaia, proprio quello che mangiava lei, mentre leggeva

4) Un certificato di garanzia scritto dalle fate in convegno, il convegno di tutti i loro trascorsi futuri.

5) Un quadrato di stoffa dove un cuore splende come se fosse fosforescente: e' solitario, ma soltanto apparentemente.
Naviga pigro in una distesa d'acqua, in una giornata ventilata.

6)Una pietra forata che parla molte lingue (ed è molto importante, quella).

amour

Con la pietra, una lana speciale, del colore del vestito di Pelle d'asino, l'abito che la ragazza indossa ogni tanto, sicura di non essere mai vista da nessuno
E invece a volte qualcuno si accorge di petites choses straordinarie che navigano dentro agli umani.

7) un bracciale della lana del vestito di Pelle d'asino

Comunque, il contenuto di questo pacco è di questo genere.
Si tratta di roba seria, delle sole cose che io e Luisa siamo disposte a considerare serie.

E si capisce -noi lo capiamo- che anche i blog sono cose molto serie.
I blog sono storie, e non sono quasi per niente virtuali, se le persone che si conoscono sui blog si vogliono poi così bene.

Comments


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Dossier Paperblog