Magazine Cultura

“il paese è un teatro, un luogo dove Dio,la Morte e la Poesia si danno convegno perchè altrove non li vuole nessuno”

Creato il 23 dicembre 2013 da Luigiderosa @Luigi2006
 

Stato in luogo

“il paese è un teatro, un luogo dove Dio,la Morte e la Poesia si danno convegno perchè altrove non li vuole nessuno”

di Franco Arminio
transeuropa pagine 120 € 10,00
isbn 9788875801700

“Il paese è un teatro, un luogo dove Dio,la Morte e la Poesia si danno convegno perchè altrove non li vuole nessuno,stanno qui ospiti clandestini della piazza, alberi,lampioni a bachine a cui nessuno fa più caso.”
di Franco Arminio tratto dal film “Di mestiere faccio il paesologo”.

Ho scoperto il paesologo Franco Arminio grazie alla passione di un amico,Nino Aversa, che da tempo mi ha segnalato la sua produzione letteraria. Ho comprato quindi i suoi libri, ho letto le sue poesie,ho visto i suoi film.
Vi assicuro che l’incontro con questo scrittore? Poeta?
Filosofo? Non so come definirlo ha cambiato in me,per sempre, il modo
di osservare il mio paese. E’ come se d’un tratto
“Piano di Sorrento, Provincia di Napoli;7,33kmq di superficie;12902 abitanti etc
non fosse più una statistica ma un essere vivente fatto d’alberi di noci solitari,
i loro rami sembrano,mani generose di drupe in settembre, scheletriche janare d’inverno;
penso al tappeto di foglie del ginkgo biloba che ricopre via delle Rose, quelle foglie sembrano
ventagli cinesi,quasi a ricordare a noi che nel Settecento questi alberi vennero portati dalla Cina.
Penso al pino marittimo che si affaccia curioso sul costone tufaceo della
Marina di Cassano, costone che, di primo mattino sembra arrossarsi come la pelle
ancora bianca dei bagnanti in maggio.
L’umidità che a certe ore ti entra nelle ossa,rivela che un tempo, prima del
cemento, ce n’era tanta di acqua da queste parti, il mio paese
è un essere vivente ha l’anima contadina e la tempra del pescatore.
E così che si trasforma il paese che vivete quando scoprite il paesologo che è in voi.

 //Apri un lenzuolo nella mente
osserva il cinema naturale dei paesi
prima che il proiettore si spenga
in un paese puoi entrare quando vuoi,
non devi bussare,
non ti devi annunciare,
lo puoi trovare scomposto e imbronciato,
lo puoi trovare vuoto,desolato
aspetta, aspetta un poco
il saluto che ti risana 
quando si è i pochi nessun cuore è acqua piovana//
di Franco Arminio tratto dal film “Di mestiere faccio il paesologo”.

a cura di Luigi De Rosa


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazines