Magazine Attualità

Il PD, il nodo delle alleanze ed un Paese da ricostruire…

Creato il 08 luglio 2012 da Candidonews @Candidonews

Il PD, il nodo delle alleanze ed un Paese da ricostruire…

Un patto con l’Udc? L’alleanza di ‘Vasto’? La vocazione maggioritaria? Da qualche tempo oramai si discute delle alleanze che il PD dovrebbe stipulare per poter vincere le elezioni e governare il Paese. Quale Paese poi? L’Italia è in ginocchio, in declino ed in ginocchio, per la precisione. Come siamo arrivati a questo?

L’Italia si trova in questo stato per tanti motivi, la spesa pubblica gonfiata dai politici per accrescere il proprio potere facendo lievitare il numero dei dipendenti pubblici, scelte folli sulla previdenza con la creazione delle baby pensioni che tuttora paghiamo, il patto politica-criminalità che ad oggi non si è ancora spezzato e che ha consumato chissà quanti danari pubblici, l’evasione fiscale del settore privato (liberi professionisti, imprenditori) unita al lavoro nero (spesso utilizzato anche dai dipendenti statali per ‘arrotondare’), i buoni del tesoro con rendimenti vicini al 10-15% che hanno arricchito i cittadini indebitando inesorabilmente lo Stato, la corruzione della pubblica amministrazione-classe politica-imprenditoria privata con appalti gestiti in modo ‘spregiudicato’ per la costruzione di autostrade nel deserto, ospedali fantasma, ponti mai nati etcetc….

Classe politica, classe imprenditoriale, settore pubblico, settore privato, liberi professionisti. Tutti colpevoli. Tutti hanno avuto delle responsabilità.

Poi è arrivata l’Europa, le normative europee, il controllo dei bilanci, le crisi economiche con seguenti privatizzazioni, liberalizzazioni etc. Le liberalizzazioni hanno creato i cartelli che guadagnano a discapito dei consumatori, le privatizzazioni in alcuni casi hanno creato monopoli privati invece di favorire il mercato per avvantaggiare i consumatori. Potrei continuare…..

Sta di fatto che ad oggi abbiamo raschiato il fondo del barile, ci siamo venduti quasi tutto e rimane ben poco da ‘tagliare’.

Monti però sta ‘mungendo’ i soliti noti. Pensionati, dipendenti, persone a basso reddito. Tasse e tagli.

Monti avrebbe dovuto invece far pagare chi non ha mai pagato o pagato poco. Varare una Irpef maggiorata ed un contributo di solidarietà a chi ha alti redditi. Attuare una seria politica di ‘liberalizzazioni’ anche nelle corporazioni italiche (assicurazioni, notai, banche, avvocati) favorendo l’accesso ai nuovi, abolendo gli ordini professionali cosi come sono fatti ora e cioè come una ‘casta’. Cercare di distruggere i monopoli di settore favorendo la concorrenza (è stato anche Commissario UE, ne dovrebbe sapere qualcosa), tassare chi ha avuto di piu utilizzando una bella ed importante patrimoniale, chiedere un contributo di solidarietà a tutti i baby pensionati (il 5% mensile della pensione) perche appunto privilegiati e titolari di una pensione ‘ingiusta’. E poi aumentare le pene per gli evasori, cercare di rompere il nodo sanità non tagliando come sta facendo ma togliendo ai politici locali il potere di nomina dei dirigenti sanitiari depotenziando il sistema imprenditoria sanitaria-dirigenti-assessori (non è un caso che sono tanti gli assessori alla Sanità indagati in giro per il paese).

Sta facendo questo? No. Perche c’è il PDL a fermarlo? Bene, il PD ne prenda atto, faccia cadere il Governo e si vada ad elezioni anticipate. Se il PD presenta un programma come quello sopraindicato ed IDV e SEL non lo sottoscrivono, che vada da solo e cerchi i voti, potrebbe avere tante belle sorprese.

In realtà il PD non sa che pesci prendere, non vuole e non può cambiare il paese tanto quanto non lo possono e non lo vogliono fare IDV e SEL (l’Udc è un caso a parte perche è eterodiretta da uno stato estero e quindi risponde a logiche sovranazionali che finiscono direttamente in Vaticano).

Basta con l’ipocrisia, diciamo le cose come stanno. La soluzione ideale non esiste, esiste ‘il male minore’ . Bene, restiamo in attesa di capire quale è ‘il male minore’ proposta dal Partito Democratico.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il Paese anormale

    Massimo D’Alema è il teorico del Paese normale e il politico del Paese anormale. Il suo pensiero politico è sempre molto normale e lineare, ma la sua pratica... Leggere il seguito

    Da  Faustodesiderio
    ATTUALITÀ, OPINIONI, POLITICA, SOCIETÀ
  • Il PD tra responsabilità e immobilismo

    responsabilità immobilismo

    Simbolo del Partito DemocraticoSe c'è un mantra che il PD ha utilizzato negli ultimi anni della vita politica italiana, si è trattato certamente del tema della... Leggere il seguito

    Da  Episteme
    SOCIETÀ
  • Il paese della vergogna

    paese della vergogna

    Falcone e BorsellinoFra pochi mesi in Italia si assisterà a una serie di celebrazioni che, per me, avranno lo stesso sapore che si sente in bocca quando si... Leggere il seguito

    Da  Maltecoron77
    OPINIONI, SOCIETÀ
  • La casta avvelena il paese.

    In Inghilterra il ministro dell'ambiente si è dimesso: non ha pagato una multa; per non perdere punti sulla patente ha detto che al volante dell'auto c'era la... Leggere il seguito

    Da  Misterbago
    ATTUALITÀ
  • Abruzzo, cervi in giro per il paese!

    Abruzzo, cervi giro paese!

    La neve caduta negli ultimi giorno non ha creato disagi solo agli uomini, anche gli animali sono stati colpiti pesantemente. Ad Alfedena, in Abruzzo, un gruppo... Leggere il seguito

    Da  Matteviola90
    SOCIETÀ
  • Il PD e il sostegno a Monti

    sostegno Monti

    Il segretario del PD Pierluigi BersaniUna delle peculiarità più interessanti di un governo di stampo tecnico come quello che guida attualmente il Paese è la... Leggere il seguito

    Da  Episteme
    SOCIETÀ
  • Il pane del paese

    Una volta il pane di San Paolo era pane asimo ( basso e duro) perche era senza lievito, ognuno lo faceva per conto proprio e le persone non avevano molti... Leggere il seguito

    Da  Fernando
    CULTURA, SOCIETÀ