Magazine Sport

Il ritorno dell’”americano”: intervista a Lucas Preti, vincitore della 2^ prova CI Boulder

Creato il 17 giugno 2011 da Sport24h

Campione italiano di boulder nel 2009, di speed per quattro anni dal 2005 al 2008, con numerose coppe italia in bacheca, Lucas è partito l’anno scorso per l’America per studiare cinema e confrontarsi con l’arrampicata statunitense:
“L’anno scorso ho fatto poche gare, solo alcune di coppa del mondo, e ho preferito concentrarmi sugli studi per diventare regista senza trascurare gli allenamenti. Rispetto all’Italia, dove l’arrampicata è ancora vista come uno stile di vita, un modo di pensare, in America è al pari di tutti gli altri sport, come il tennis, il basket e o la palestra.
A livello tecnico per creare le pareti, usano cemento spruzzato che rende le vie molto meno regolari e lisce delle nostre. I passaggi da un appiglio all’altro sono molto più fisici e meno tecnici, anche perchè loro non valutano le prove secondo top e zone ma danno un punteggio per ogni passaggio completato.
Sono molto soddisfatto del mio risultato, era da un bel po’ che non tornavo in Italia e mi hanno chiesto di fare questa gara per saggiare la mia condizione in vista dei Mondiali di Arco e non poteva esserci biglietto da visita migliore. In qualifica ho un po stentato ma poi mi sono ripreso e in finale ho risolto tutti i problemi al primo tentativo, solo l’ultimo mi ha dato qualche difficoltà di interpretazione ma alla fine ce l’ ho fatta. Ora mi dedicherò agli allenamenti in vista del Mondiale, si gioca in casa e voglio dare il massimo e regalare qualche soddisfazione a me, alla mia famiglia e a tutto il movimento dell’Arrampicata Italiana.” (com stampa)


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :