Magazine Africa

Il socialismo e la questione ecologica: testo di Roberto Malvezzi (Gogò)

Creato il 16 giugno 2017 da Marianna06
   Risultati immagini per roberto malvezzi     La questione ecologica ha portato nuove sfide che non hanno convinzioni socialiste. Significa cioè che l' analisi storica dei socialisti non è più sufficiente, pur rimanendo essenziale per capire la realtà. Il capitalismo ovviamente non ha soluzione per la questione ecologica. Il capitalismo verde è un gioco di apparenze, di marketing, non una soluzione a problemi reali. Basta vedere che il " mercato di carbonio ", come i bollini verdi , servono per alimentare la propaganda di alcune aziende, ma non per risolvere il problema fondamentale del pianeta. Quindi non è in discussione il capitalismo verde, ma le lacune degli strumenti analitici del socialismo per comprendere la nuova realtà in cui si trova l'umanità e il pianeta dove abitiamo.Dobbiamo integrare, allora, nella nostra analisi gli strumenti analitici che ci offrono le scienze della terra, in particolare la climatologia. La difficoltà della sinistra, in generale, è che non riesce a comprendere e rispettare la "alterità della terra". E' difficile per chi crede di avere in mano la chiave di interpretazione della storia, ammettere che la terra è autonoma rispetto all'essere umano, che ha proprie leggi, comunque, che lei non dipende dall'essere umano, ma l'essere umano dipende da lei. È la quarta umiliazione umana. Le prime tre ce le ha insegnato Lucio Flório, un teologo argentino. La prima umiliazione è che ci credevamo il centro dell'universo e abbiamo scoperto che la terra è un pianeta che mi gira intorno al sole, una stella di quinta categoria una frangia di una galassia. La seconda umiliazione ci è stata imposta da Darwin. L' essere umano, biologicamente, non è altro che un discendente delle scimmie. La terza umiliazione ci è stata imposta da Freud. Ogni persona è un pozzo dei desideri e interessi istintivi e inconfessabili. La quarta umiliazione umana è che la terra è un essere vivente autonomo che non dipende dall'essere umano, al contrario, l'essere umano dipende da lei per esistere. La sinistra è aperta per comprendere e rispettare le leggi della terra? Oppure continuerà seconda i paradigmi produttivistici dei capitalisti? Comunque, oggi non c'è modo di parlare del socialismo del XXI secolo senza considerare la caduta del muro di Berlino e le sfide della crisi ecologica. Altrimenti continueremo a interpretare la realtà, proponendo soluzioni strutturali, con i pantaloni corti della nostra infanzia. * Roberto Malvezzi è agente pastorale della Commissione Pastorale della terra.(Mobilitazione)     traduzione a cura di Marianna Micheluzzi            Nella foto in alto il Rio San Francisco (Bahìa-Brazil)  

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog