Magazine Hobby

Il successo del poker e di altri giochi online: questione di community!

Da Poli @PoliPoker_

Il successo del pokerSu Polipoker abbiamo scritto raccontato come la più grande poker room del mondo, PokerStars, abbia festeggiato vari record miliardari per le mani giocate sul proprio sito: l’ultimo è stato quello di aver superato i 100 miliardi. Questo è stato possibile grazie anche alla community di giocatori che questa piattaforma è riuscita a coltivare nel corso degli anni. Sviluppare community sembra essere anche la chiave del successo dei principali giochi online della storia, come ci mostra una infografica che è stata recentemente rilasciata.

 

I desktop games sono infatti tuttora i giochi online più diffusi, visto che la loro comunità comprende complessivamente quasi 210 milioni di giocatori e tra questi i più gettonati sono proprio  quelli in cui i giocatori possono interagire tra loro,  formare gruppi, sia all’interno del gioco, sia nella rete grazie agli strumenti messi a disposizione degli stessi sviluppatori. Questa è stata la chiave del successo di World of Warcraft, che come si vede dall’infografica, pur essendo nato nel 2004, ha ancora oggi una community di 12 milioni di giocatori che pagano per giocare. Altro desktop game di successo è League of Legends, che forse avvantaggiato dal fatto di essere gratuito, vanta la comunità più numerosa: ben 32 milioni di giocatori, vale a dire il doppio della popolazione olandese!

 

Via, desktop, ma anche  via mobile, sono sempre più praticati anche i giochi tradizionali: gli scacchi, che oggi ritroviamo in varie piattaforme come Chess Cube (oltre un milione di giocatori), lo scarabeo che oggi è diventato popolare con Ruzzle, il poker che oggi è il dominio di PokerStars, con le sue oltre 100 miliardi di mani giocate. La fortuna del poker è anche quella di essere disponibile in numerose varianti: Texas Hold’em, Omaha, Razz e 7 Card Stud sono i principali giochi di poker che favoriscono la formazione di numerose e differenziate comunità, a seconda della variante praticata.

 

Interessante è poi la parte dell’infografica che ricorda come si sono evolute le comunità di videogiochi nella storia: si deduce quindi che da sempre la community è stata l’anima del gioco elettronico, dalle sue forme più elementari come i MUD testuali, fino ad arrivare agli attuali MMO e ai tornei di poker online in cui possono essere in linea nello stesso momento migliaia di giocatori.

 

Da notare infine come l’infografica tracci il profilo del giocatore online medio europeo e di come nel vecchio continente le comunità di giocatori online abbiano un diverso profilo a seconda della nazione. La Svezia è ad esempio lo stato con il maggior numero di giocatori (il 62% della popolazione), forse dovuto anche alle condizioni metereologiche, il Portogallo ha invece il maggior numero di giocatori uomini (57% del totale), mentre l’Italia la più alta percentuale di giocatrici donne (il 48%): in altri termini, nazione che vai, giocatore che trovi!

Clicca sull’infografica per ingrandirla!

Il successo del poker e di altri giochi online: questione di community

Infografica a cura di PokerStars.it


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :