Magazine Cinema

“Il tocco del peccato”, “Violette” e gli altri film del Festival Internazionale Laceno d’Oro

Creato il 16 agosto 2014 da Filmedvd
Festival e premi

Si tiene  ad Avellino dal 18 agosto al 5 settembre 2014 la 39° edizione del Festival Internazionale del Cinema Laceno d’Oro, fondato nel 1959 da Camillo Marino e Giacomo D’Onofrio, con il nume tutelare di Pier Paolo Pasolini e ora diretto da Antonio Spagnuolo. Il Festival si apre lunedì 18 agosto a Piazza del Debbio con un incontro eccezionale: il regista cinese Jia Zhang-ke, vincitore del Leone d’Oro al Festival di Venezia con il film Still life, e l’attrice  Zhao Tao, protagonista del film di Andrea Segre Io sono Li, per il quale ha ricevuto il David di Donatello come miglior attrice protagonista, presentano il loro ultimo film, Il tocco del peccato.

Durante la serata, il regista cinese riceverà il premio alla carriera e il giorno seguente,  martedì 19 agosto, presso il carcere Borbonico, alle ore 18,30 introdurrà la proiezione di Accattone, esordio cinematografico di Pier Paolo Pasolini, e alle 22,30 presenterà il film Diario di un ladro di Robert Bresson. Il regista terrà anche una master-class aperta al pubblico in cui si racconterà a 360 gradi. Questa edizione del Festival Laceno d’Oro proporrà cinque anteprime nazionali, ventiquattro incontri con autori, attori e produttori, ma anche retrospettive, cortometraggi, documentari, performance, workshop, due mostre speciali che si dipaneranno in undici diverse location tra le città di Avellino, Atripalda e Mercogliano, ed una sezione interamente dedicata ai documentari che raccontano il lavoro.

Sette le sezioni del Festival: in primis la retrospettiva dedicata al regista Jia Zhang-ke, ma anche la sezione delle “Nuove Visioni”, sulla grande produzione indipendente italiana e straniera. Tra le più importanti novità di questa edizione, gli incontri con autori, attori, produttori e registi che dialogheranno con il pubblico in occasione delle proiezioni. Non di solo “cinema del reale” si parla: da non perdere la sezione “Post Cinema & Digital Video”, con performance e sperimentazioni che danno spazio alla dimensione multimediale del cinema alle neo-tecnologie. Da segnalare inoltre lo speciale su Elvira Notari, campana di Cava de’ Tirreni, la prima donna regista italiana e una delle prime della storia del cinema mondiale, alla quale il Festival rende omaggio con una mostra-rassegna.

 

“Il tocco del peccato”, “Violette” e gli altri film del Festival Internazionale Laceno d’Oro

 

Tanti, infine, gli eventi paralleli. Tra le varie offerte del Festival, dall’1 al 5 settembre il regista Daniele Gaglianone terrà presso la Casina del Principe di Avellino un workshop di sceneggiatura e regia. Edoardo Winspeare presenta il suo ultimo e premiatissimo film, In grazia di Dio, mentre la scuola à al centro del film La mia classe, di Daniele Gaglianone, interpretato da Valerio Mastandrea. Il regista francese Martin Provost presenta a Mercogliano (3 settembre) il suo nuovo film, Violette, con Emmanuelle Devos. Numerosi gli ospiti del Festival che presenteranno al pubblico i propri lavori: da Fabio Mollo, regista de Il sud è niente,  a Federico Di Cicilia, che presenta L’ultimo goal.

Presso la Chiesa di San Nicola di Atripalda, il regista Alessandro Rak presenterà L’arte della felicità, mentre i registi Claudio Casazza e Luca Ferri presentano il documentario Habitat [Piavoli]. Guido Lombardi e il produttore Gaetano Di Vaio presentano Take five, mentre il giovane Sebastiano Riso presenta al pubblico Più buio di mezzanotte. Quindi, Luca Bellino e Silvia Luzi per L’arte della guerra, Cyop & Kaf per Il segreto e Niccolò Bruna e Andrea Prandstraller per Polvere – Il grande processo dell’amianto. Tra le anteprime nazionali, martedì 26 agosto la proiezione di Se chiudo gli occhi non sono più qui, interpretato da Giuseppe Fiorello e diretto da Vittorio Moroni, che sarà presente alla proiezione.

Mercoledì 20 agosto a Piazza del Debbio sarà proiettato Piccola patria, di Alessandro Rossetto, che sarà presente alla proiezione; al film è associato il concerto che si terrà la sera presso il carcere Borbonico, Piccola Patria Tour, degli autori delle musiche, Stag & Maria Roveran, quest’ultima anche attrice del film. Giovedì 21 agosto il regista Davide Manuli presenta al pubblico il suo ultimo film, La leggenda di Kaspar Hauser, interpretato tra gli altri da Vincent Gallo e Claudia Gerini. Quindi, il documentario vincitore dell’ultimo Festival del Cinema di Roma, Tir di Alberto Fasulo, presente alla proiezione. Martedì 26 agosto, alle 20,30, sarà la volta del documentario Le cose belle di Agostino Ferrente e Giovanni Piperno, presenti alla proiezione. Per tutti gli eventi in programma al Festival di rimandiamo al sito ufficiale del Laceno d’Oro.

 

A touch of sin

|
Leggi i commenti
Leggi i commenti sull'articolo |
lascia il tuo commento
Lascia il tuo commento

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

A proposito dell'autore


Filmedvd 4865 condivisioni Vedi il suo profilo
Vedi il suo blog

L'autore non ha ancora riempito questo campo L'autore non ha ancora riempito questo campo L'autore non ha ancora riempito questo campo

I suoi ultimi articoli

Vedi tutti

Magazines