Magazine

Il valore delle storie

Creato il 22 ottobre 2019 da Assugoodnews @assunta73

Il valore delle storie
Blog di Giornalismo Costruttivo di Assunta Corbo

Una delle cose che rende l’homo sapiens potente così come appare nel mondo è la sua capacità di comprendere le storie. I temi di cui leggiamo ogni giorno – denaro, religione, società, economia e politica – sono tutti prodotti di storie. L’incredibile Yuval Noah Harari, autore di Sapiens, Homo Deus e 21 Lezioni per il XXI secolo, afferma che il mondo è governato dalle storie in cui ognuno di noi crede.

Provando a riflettere, e tenendo in considerazione alcune poche eccezioni, molti di noi credono nella storia del denaro: pezzi di carta, monete e data su un computer sono diventati concetti familiari per noi tutti. I soldi sono una commodity che abbiamo portato nella nostra vita. Le religioni, per esempio, uniscono milioni e milioni di persone che credono in una storia in particolare: perché siamo qui su questo pianeta e come dobbiamo agire.

Il fatto che esistano storie non significa che queste siano vere. Piuttosto vuol dire che noi ci crediamo perché diamo valore a ciò che ci viene raccontato. È l’evoluzione e la crescita di queste storie che crea comunità potenti che lavorando insieme accrescono il potere delle storie stesse.

Potremmo riportare queste considerazioni a qualunque ambito della nostra vita e avremo lo stesso tipo di pensiero: cresce ciò in cui crediamo. Un atteggiamento che appartiene a noi esseri umani – come racconta Harari nei suoi libri – e che ci insegna qualcosa di molto importante a ben guardare. Il valore di chi siamo, cosa facciamo e cosa doniamo dipende dalle storie in cui crediamo.

In quali storie stiamo credendo? Potrebbe essere questa la domanda chiave da porci di tanto in tanto. Ciò in cui crediamo nutre la nostra mente ma non sempre in modo costruttivo.

In una lettera che l’investitore John Templeton ha lasciato alla nipote – e ritrovata postuma – si legge un’interessante metafora che suona come un invito. Templeton racconta di un giardino di cui prendersi cura scegliendo le piante da seminare, la forma da dare agli alberi e la diversa costruzione dello spazio. Questo giardino, per essere sempre bello, richiede tanto lavoro e anche un momento di pulizia dalle erbacce che ne deturpano la bellezza. Dopo aver guidato in questa visualizzazione del proprio giardino personale, Templeton invita a immaginare che questo spazio verde sia la nostra mente.

Il suggerimento è di prenderci cura, quindi, della sua bellezza, ergo dei nostri pensieri. Come? Prestando attenzione alle storie in cui scegliamo di credere. Ma, aggiunge l’imprenditore, non possiamo pensare di farlo per pochi minuti ogni tanto. Deve diventare una nostra abitudine.

Qualcosa su cui allenarsi, quindi.

Il valore delle storie
Blog di Giornalismo Costruttivo di Assunta Corbo
Blog di Giornalismo Costruttivo di Assunta Corbo - Blog di Giornalismo Costruttivo di Assunta Corbo


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :