Magazine Economia

Il virus covid-19 come amplificatore del livello medio di "rincoglionimento" degli italiani

Creato il 22 maggio 2020 da Beatotrader
virus covid-19 come amplificatore livello medio Come ripeto da tempo il Declino dell'Italia è prima di tutto nel cervello
non solo a livello di visione economica, sociale, politica, ideologica
ma anche ad altri livelli come potrete vedere nell'allucinante esempio al fondo del post.
Come ripeto da tempo il covid-19 è stato un acceleratore di molti trend (vedi quello del Declino e della trasformazione in VenezuItalia)
ma anche un amplificatore del peggiore "rincoglionimento" già presente nella maggioranza degli italiani.
Per esempio l'atteggiamento iper-protettivo da paranoidi nei confronti dei bambini
oppure il non accettare più la morte come qualcosa di naturale
ma pensare che la medicina possa risolvere sempre tutto, che lo Stato debba risolvere sempre tutto, che qualcuno possa risolvere sempre tutto...
mentre molte volte ci sono eventi ineluttabili. Punto.
Poi la disinformazione/confusione propinata da Governo, politici e mass-media italioti
- spesso sfociata in puro terrorismo con conseguente psicosi di massa (creando traumi non da poco nei bambini) - ha fatto molti danni nella testa delle persone.
Che poi in realtà nella stragrande maggioranza dei casi il virus è mortale per le persone anziane con patologie pregresse, mentre i bambini sono a rischio praticamente ZERO (tanto più andando a sbattere accidentalmente contro una persona...).
Il rischio maggiore per la bambina dell'aneddoto reale che leggerete ..................
.
è principalmente sua madre.... ;-)
che ormai spesso il problema principale dei giovani sono i loro genitori totalmente stressati, paranoidi e rincoglioniti.
Supermercato, una bambina sui 4-5 anni con indosso una mascherina che le copriva quasi tutto il viso, compresi gli occhi, va addosso involontariamente ad una signora che stava facendo la spesa.
Nulla di che, ma questo fatto scatena il panico nella piccola che inizia a piangere e urlare “mamma mamma ho toccato la signora, disinfettami... non l’ho fatto apposta... non l’avevo vista...”
La madre, invece di calmarla e rassicurarla che non era successo nulla di grave, tira fuori dalla borsa uno spray che spruzza a profusione sulla bambina, dalla testa ai piedi, poi, non soddisfatta, le strofina le mani e il viso con un gel e le rimette la mascherina raccomandandole di stare attenta a dove va.
Una scena apocalittica quanto grottesca che spiega molto bene i danni, forse irreversibili, che la generazione COVID19 - i bambini da 1 a 10 anni- stanno subendo inermi.
State crescendo una generazione di ipocondriaci e malati immaginari destinati ad un’esistenza disagiata per loro stessi e per coloro che avranno accanto.
Vi stanno convincendo che il vostro corpo deve essere asettico come una sala operatoria e, senza che ve ne rendiate conto, state indebolendo il primo strumento di difesa che avete per difendervi dalle infezioni: il sistema immunitario.
Finirà male, molto male.
Ma non per un virus o batterio particolarmente aggressivo; basterà un caghetta-vairus o un Puffo-batterio qualsiasi.
Hat Tip! Elisabetta Scarpelli 
.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog