Magazine Lifestyle

Iluna: La gamma Black Label, presente a Maredimoda

Creato il 07 novembre 2019 da Moda Glamour Italia @ModaGlamour

Esperti nella produzione di pizzi sin dal 1985, Iluna oggi ne rappresenta il maggiore produttore a livello Europeo.


Iluna Group
è stato il primo produttore di pizzi a ricevere la certificazione Label, sempre più ricca di nuove proposte, fa sì che l'innovazione responsabile rappresenti un valore aggiunto per la produzione, partendo da ingredienti smart quali la famiglia ROICA Eco- Smart™ e Q-Nova® by Fulgar. GRS (Global Recycled Standard) per i prodotti trasformati, così come la certificazione STeP (Sustainable Textile Production by Oeko-Tex®) a livello aziendale. Un risultato decisamente notevole per l'azienda che, grazie alla Collezione Green

Una linea che culmina oggi nella presentazione di una I visitatori presenti a Maredimoda (5-7 Novembre a Cannes) scopriranno inoltre l'esclusiva gamma Capsule Collection Athleisure e Sporty-Chic perfetta per il guardaroba moderno, risultato di una filiera qualificata totalmente tracciabile dal filo al capo finito, basata su Design, sostenibilità e performance. Black Label: pizzi multicolor in qualità Ultralight con bagliori dorati, colori pieni e nuovi sviluppi tra pizzo e ricamo con sperimentazioni in termini di sostenibilità per le Collezioni Beachwear. In risposta alle aspettative di Brand e retailer, la priorità è sempre data al Design contemporaneo, che si integra con una strategia di responsabilità sia a livello prodotto che aziendale.

Per Iluna l'innovazione smart non è solo un progetto, all'interno dello stand di Maredimoda, i visitatori avranno infatti l'opportunità di scoprire la nuova Collezione e toccare con mano le nuove frontiere dell'innovazione smart nei pizzi, raggiunte tenendo fede ai valori aziendali. Il team Iluna accoglierà i visitatori con un cadeaux speciale, creato in collaborazione con ROICA™ by Asahi Kasei.

Iluna: La gamma Black Label, presente a Maredimoda

Iluna: La gamma Black Label, presente a Maredimoda


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog