Magazine Società

In bici

Creato il 03 settembre 2018 da Andreapomella

La bici non è mai stato il suo forte. Da molto piccolo lo facevo sedere sulla biciclettina con le rotelle e lui si rifiutava di pedalare. Una volta l'ho portato al parco e dopo cinque minuti è sceso dal sellino e s'è seduto in mezzo al prato; gli ho chiesto: "Che fai? Sei stanco?", e lui: "No, ma devo raccogliere i fiori per mamma". Però ho insistito. Anche se non ho mai capito perché bisogna per forza imparare ad andare in bicicletta. Credo che se un bambino non impari mai ad andare in bicicletta non per questo sarà un adulto peggiore. Lui non aveva nessuna voglia di andare in bicicletta. Tutto qui. Poi all'improvviso la voglia gli è venuta. E ieri ha imparato. Ha cominciato a pedalare per i fatti suoi in mezzo all'erba rasata di fresco, schivando tronchi, cestini, anziani, cani, runner, buche, attrezzi per la ginnastica all'aperto, zigzagando in un equilibro ancora problematico. E parlava da solo mentre pedalava, a voce alta, raccontandosi di essere un supereroe dei cartoni. Il che in fondo è ciò che facciamo tutti, ogni volta che impariamo a fare una cosa nuova, una cosa che prima non avevamo voglia di imparare, e che poi, una volta imparata, ci piace tantissimo.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazine