Magazine Consigli Utili

In cima alla lettura

Da Escursionando
C’E’ SEMPRE PER OGNUNO UNA MONTAGNA  Giancarlo Bregani
C’E’ SEMPRE PER OGNUNO UNA MONTAGNA Giancarlo Bregani Edicilo Editore

“UNA MONTAGNA DI LIBRI”. Spazio dedicato all’inchiostro di montagna

“C’è sempre per ognuno una montagna, uscito per la prima volta nel 1969 da Tamari, è un classico della letteratura d’altura. Nuova prefazione di Michele Comi, guida alpina e ideatore, assieme a Nicolò Berzi, del più importante meeting di bouldering mondiale: Il Melloblocco. "Sono in piedi nel sole e nel cielo e il vento mi urta, mi piega, mi squassa. È la mia vetta. I giganti delle Alpi, lontani, appaiono piccoli. In valle i dorsi squamosi del ghiacciaio rigano di bianco sporco il rosso delle rocce e il verde cupo delle abetaie. Quassù i colori sono forti, intensi, senza mezze tinte. La neve abbaglia, le sensazioni aggrediscono con forza estrema. È un mondo che ti può lacerare l’animo se non sei pù forte di tutto, perfino di te stesso". Nel 1945 Giancarlo Bregani, nato alpinisticamente in Valtellina, al cospetto dell’imponente Gruppo del Bernina, era poco più che un ragazzo appena uscito dagli anni oscuri della guerra. Un giorno di agosto, a quindici anni, si lasciò tentare da un paio di vecchie scarpe chiodate e da un sentiero ritto nel folto di un bosco, per raggiungere “quel mondo irto di luci e di forme, profondo di suoni inespressi, enorme per masse e per spirito”. Era la Montagna che gli si presentava. Fu l'inizio di un amore e di una passione che non l’avrebbero più lasciato. Nel libro racconta dei suoi inizi, delle prime, semplici vie ma anche delle “prime” assolute degne di ogni attenzione. Storie profonde, talvolta drammatiche, che concedono molto alle emozioni, che parlano di paure e di soddisfazioni, di fulmini e di compagni di cordata, e di tutto quello che di bello la vita di montagna può regalare. Compreso il “canto corale”, del quale Bregani è stato riconosciuto studioso, interprete e ambasciatore nel mondo.”


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog