Magazine Africa

In Somaliland la poetessa Naema Qorane è stata incriminata per propaganda contro la patria

Creato il 07 marzo 2018 da Marianna06

In Somaliland la poetessa Naema Qorane è stata incriminata per propaganda contro la patria

In Somaliland la giovane poetessa Naema Qorane (foto in alto tratta dal web) è stata sempre in prima linea in difesa di una Somalia unificata.

Adesso, incriminata per propaganda anti-patriottica, rischia  fino a 8 anni di carcere.

Naema Qorane, nota per la sua posizione favorevole all'unità della Somalia, è stato accusata lunedì dal Procuratore generale del Somaliland per "attività anti-nazionale  e  disprezzo, quindi, pe nei riguardi della nazione."


L'arresto c'è stato il 27 gennaio al suo ritorno in Somaliland.

La giovane donna stava tornando da Mogadiscio, la capitale della Somalia, dove si reca regolarmente.

E dove era stata ricevuta dal presidente somalo Mohamed Abdullahi Mohamed Farmaajo.

Le accuse contro di lei sono decisamente una misura oppressiva che ledono il  diritto di esprimere opinioni.

Tutto questo solo per avere espresso il proprio pensiero in disaccordo col potere ufficiale liberamente  sulle pagine di Facebook.


Pertanto parecchi attivisti per i diritti umani hanno criticato aspramente le autorità della repubblica separatista del Somaliland e hanno denunciato il suo arresto  come "violazione della libertà di espressione".

Naema Ahmed Qorane afferma inoltre di aver ricevuto minacce di morte in passato per le sue dichiarazioni, quelle da lei espresse attraverso la sua poesia.

Lei comunque ha sempre difeso  l'unità della Somalia che invece il Somaliland, Stato separato ma non riconosciuto dalla comunità internazionale, non accetta. (Fonte Bbc)

Risultati immagini per somaliland

                                     a cura di Marianna Micheluzzi (Ukundimana)


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog