Magazine Attualità

India: novizia diciassettenne stuprata dal branco a Bangalore

Creato il 19 luglio 2014 da Nicola933
di Gabriella Maddaloni India: novizia diciassettenne stuprata dal branco a Bangalore - 19 luglio 2014

IndiaDi Gabriella Maddaloni. Continua senza sosta l’orrore degli abusi sessuali sulle donne in India. Stavolta è toccato ad una giovane donna di 17 anni, una novizia, in un convento di Bangalore, città già scossa pochi giorni fa da un altro stupro su una bimba di 7 anni. Quest’ultima è stata seviziata nei bagni della scuola dal guardiano dell’istituto e da un insegnante di educazione fisica.

La giovane novizia, che attende di prendere i voti nel convento delle Suore della Santa Natività, è stata abusata mercoledì da 3 uomini che hanno bussato alla porta della sua stanza. Quando la ragazza gli ha aperto, i 3 le hanno spruzzato in viso un liquido che l’ha fatta svenire. Dopo aver perso conoscenza, la novizia è stata portata dal branco fuori dal convento: lì l’hanno violentata a turno, per poi scappare via, lasciandola incosciente. Tutto si è verificato nel giro di 10 minuti.

La denuncia del tragico episodio è stata fatta dall’Arcivescovo di Bangalore, Monsignor Bernard Moras, ad AsiaNews, che indignato ha dichiarato: “Tale atto disumano e barbaro compiuto su questa ragazza, negli ambienti di un convento, è da condannare nel modo più fermo possibile.

La sua violenza colpisce ciascuno di noi.  Questo crimine è doppiamente crudele: perché colpisce una donna, e perché questa ragazza aveva il desiderio di consacrare la sua vita a Dio. Invece è stata violata nel modo più brutale possibile. La scorsa notte ho pregato a lungo per questa giovane, per la sua comunità religiosa, per la sua famiglia, per il nostro Stato e per l’India”.

La vittima, dal canto suo, ha denunciato ieri la violenza subita alle autorità; e la polizia ha registrato il caso basandosi sulla sezione 376 del Codice Penale indiano, che per il reato di stupro prevede una pena che va “dai 7 anni al carcere a vita”.

Vorremmo poter pensare che quest’ennesima barbarie ai danni di una donna sia l’ultima di una lunga serie, in India. Invece si resta nell’attesa di sapere come, dove, quando e chi sarà la prossima vittima dell’ennesima violenza.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :