Magazine Medicina

Individuata la variante genetica della paranoia

Creato il 01 febbraio 2018 da Conservazionecordoneombelicale @SorgenteSalute

Uno studio sulla sindrome di Prader-Willi ha permesso di individuare una nuova variante genetica collegata alla paranoia e alle manie di persecuzione

Conservazione cordone ombelicale - GuidaDi: Redazione

Uno studio sulla sindrome di Prader-Willi (PWS) ha permesso di individuare la variante genetica di alcune attività legate alla paranoia. Questa malattia mentale è infatti un tratto comune tra quanti soffrono della sindrome.

Basta un solo cromosoma

Molti tratti riscontrabili in chi soffre di Prader-Willi – tra cui la paranoia – sono legati a una variante genetica specifica. Si parla di due geni situati su un singolo cromosoma. In questo studio, gli scienziati hanno quindi analizzato il DNA di chi soffre della sindrome concentrandosi su questa zona.

I ricercatori si sono concentrati su individui con comportamenti paranoici molto pronunciati. Ne hanno studiato il codice genetico e hanno sottoposto loro alcuni questionari. Hanno confrontato il tutto con i risultati di 831 persone che non soffrono della sindrome di Prader-Willi. Alcune di queste avevano anche problemi più o meno marcati di paranoia.

È emerso molti soggetti provenienti da entrambi i gruppi mostravano una variante genetica conosciuta come SNP rs850807. Questa variante è legata solo alle manifestazioni paranoiche e non è stata associata a nessun altra caratteristica psichiatrica propria della Prader-Willi. Non è ricollegabile nemmeno con la schizofrenia, che pure spesso viaggia a braccetto con la paranoia.

Dalle analisi è emerso che chi soffriva di paranoia ma non di PWS spesso mostrava questa variante genetica. Molti di coloro con SNP rs850807 dichiaravano di sentirsi osservati e sotto controllo per motivi non meglio precisati. Tutto questo offre nuovi spunti per studiare paranoia e manie di persecuzione.

Fonte: livescience.com


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :