Magazine Ecologia e Ambiente

Indonesia: l’industria della carta non volta pagina

Creato il 19 dicembre 2016 da Salvaleforeste
Indonesia: l’industria della carta non volta paginaDopo anni di deforestazione, sembrava quasi che l’industria della carta in Indonesia fosse pronta a cambiare registro. E invece no, le cose non vanno affatto nella direzione giusta. Pochi giorni fa, Greenpeace e WWF si sono sganciati dal tavolo con la Asia Pacific Resources Limited (APRIL) a causa delle informazioni fuorvianti, della mancanza di trasparenza e della scarsa attuazione degli impegni assunti, aggravati dalle ripetute violazioni delle leggi e dei regolamenti sulla tutela delle torbiere. In poche parole, la APRIL non è più affidabile.
Il principale concorrente della APRIL, la Asia Pulp & Paper (APP) non è in una situazione migliore. Così come APRIL, anche la APP è stato sanzionata per una gestione illegale gestione delle torbiere, e questa impresa ha un numero molto più alto di conflitti locali, che si contano a centinaia, e il triplo delle  piantagioni su torba gestite in modo irresponsabile.  Infatti per piantare l’acacia la torba viene drenata, la torba rilascia quantitativi immensi di carbonio, fino a 80 tonnellate per ettaro ogni anno. Dissolvendosi nell’atmosfera, il suolo si abbassa, condannando vaste aree a inondazioni (o a infiltrazioni marine) nel periodo delle piogge. Nella stagione secca invece, a torba degnata rappresenta una immensa estensione di combustibile per la diffusione di incendi come quelli che nell’ autunno delle scorso anno hanno causato 100,000 ricoverati, diverse vittime e causato un miliardo di dollari di danni.  Di fatto, la APP mostra di avere gli stessi problemi della APRIL, ma su scala più ampia. Inoltre, la APP non ha ancora spiegato come rifornirà la gigantesca cartiera che sta per iniziare le sue operazioni Sumatra meridionale. Tra il 2013 e il 2015, APP e la APRIL, dopo aver spazzato via milioni di ettari di foreste pluviali, si sono impegnate a fermare la deforestazione e la distruzione delle torbiere, e a compensare per il furto di terre. Le associazioni ambientaliste hanno salutato questi impegni come una nuova speranza di foreste indonesiane e delle comunità locali. Ma l'attuazione degli impegni ancora non si vede.
Se la il grosso della deforestazione si è fermato, anche perché la maggior parte della foreste era stata già convertita in piantagione, le foreste vengono ancora distrutte nelle aree delle concessioni protette dalla legge. La soluzione dei conflitti sociali va ancora peggio, con un paio di casi risolti contro centinaia che languono. E il vero scandalo resta la torba: entrambe le aziende impegnate a proteggere le torbiere, hanno avviato ambiziosi progetti di monitoraggio, e in qualche caso perfino rinunciato a qualche frazione di piantagione, ma la gran parte delle piantagioni continuano a drenare e erodere la torba, perpetrando ancora una volta massiccio crimine climatico.  Segue una breve lista delle violazioni commesse negli ultimi mesi da ditte sussidiarie di APP e APRIL o dai loro fornitori di fibre. L’environmental Paper Network ha sviluppato un database con tutti i marchi e le controllate di queste due imprese, disponibile presso http://ind-forestproducts.environmentalpaper.org  

=========================
 Asia Pulp & Paper (APP)
=========================
Nessun restauro delle zone torbiere bruciate - La APP di nuovo colpevole di piantumazione illegale nelle torbiere bruciate
In seguito a controlli sul campo, il Ministero dell’Ambiente e delle Foreste dell'Indonesia ha concluso che le concessioni della APP non hanno portato avanti le attività di restauro delle zone torbiere previste dalla legge. Al contrario, la APP ha continuato a piantare illegalmente acacia nelle aree di torba che sono state bruciate nell’ondata di incendi forestali dell’autunno 2015, attività proibita da un regolamento attivo sin dal dicembre dello scorso anno.
“Dai primi di dicembre, le attività di monitoraggio del ministero hanno portato alla conclusione che non vi sono attività di ripristino nelle concessioni della APP” ha dichiarato il Direttore Generale San Afri Awang. Secondo il ministero, la APP starebbe inoltre piantando illegalmente acacia  in aree di torba profonda (peat domes), dopo aver raccolto l’acacia precedentemente piantata”.
Ulteriori informazioni e foto presso:  http://www.foresthints.news/no-peat-restoration-efforts-across-app-supply-chain-concludes-ministry-monitoring
APP: operazioni Illegali nelle torbiere
I
l Ministero dell’Ambiente e delle Foreste ha scoperto in flagrante un fornitore della APP in Sumatra Meridionale, PT BAP, mentre continuava a piantare acacia nelle torbiere colpite dagli incendi dell’autunno 2015, che per legge devono essere restaurate. L’annuncio è arrivato pochi giorni dopo che il ministero aveva scoperto un altro fornitore della APP, che portava avanti la stessa illegale attività.
PT BAP vedi: http://www.foresthints.news/app-under-the-spotlight-as-another-company-found-replanting-burned-peatlands.html
PT BMH vedi: http://www.foresthints.news/govt-takes-tough-line-against-app-continual-exploitation-of-burned-peatlands
Concessione della APP condannata per incendi forestali
Il governo indonesiano ha stabilito che le imprese responsabili dei vasti incendi forestali dell’autunno 2015 devono restaurare le torbiere bruciate. Gran parte delle piantagioni della APP in Sud Sumatra Meridionale sono state gravemente danneggiate dagli incendi. Lo scorso agosto, l’Alta Corte di Palembang (Sumatra Meridionale) ha dichiarato che la compagnia PT BMH (sussidiaria e fornitore della  APP) ha commesso attività illecite rispetto agli incendi forestali delle torbiere dell'area. Le concessioni della Sinarmas (il gruppo di cui la APP fa parte) in Sumatra Meridionale sono fornitori chiave della nuova gigantesca cartiera che la APP si appresta a inaugurare.
see: http://www.foresthints.news/sinarmas-forestry-company-found-guilty-of-unlawful-conduct-by-high-court-over-peat-fires
NB: La APP ha negato che PT BMH sia una propria sussidiaria, ma quest’ultima si è ufficialmente registrata come controllata dal gruppo di cui la APP fa parte, vedi  http://appwatch.blogspot.de/2016/09/asia-pulp-paper-denial-shown-to-be-false.html
La APP e gli incendi forestali
Secondo l’associazione indonesiana WALHI (Friends of the Earth Indonesia), la APP avrebbe deliberatamente appiccato il fuoco alle zone torbiere (attività severamente proibita) per raggiungere gli obiettivi produttivi imposti dalla nuova gigantesca cartiera che l’impresa sta costruendo in Sumatra Meridionale. Prova sarebbe, secondo WALHI, che le torbiere bruciate sono state prontamente ripiantate ad acacia dall’impresa.
vedi: http://www.foresthints.news/largest-ngo-says-app-peat-fires-deliberately-set-for-replanting-purposes.html
Immagini Google Earth che mostrano l’estensione degli incendi nelle concessioni della APP 
vedi: http://www.foresthints.news/google-earth-images-demonstrate-true-extent-of-burned-peatlands-in-pulp-giant-concessions
Piano di compensazione della APP rifiutato dal governo
Il Ministero dell’Ambiente e delle Foreste ha rifiutato il piano di protezione ambientale della APP. Il piano, presentato dalla fondazione della APP "Belantara Foundation” è volto a “compensare” l’estesa deforestazione praticata dalla APP negli anni passati. Ma, secondo il Ministero, la APP pretenderebbe ora di conquistarsi una patente “verde” gestendo aree di foresta al di fuori delle proprie concessioni, mentre all’interno delle concessioni l’impresa continua a mantenere una gestione di “business-as-usual” tra cui il drenaggio e l’erosione della torba. Secondo il ministro, la APP non è titolata a guidare progetti di conservazione fino a quando le sue concessioni continueranno ad avere tanto estesi impatti ambientali. 
Nei mesi passati la APP ha presentato il proprio piano di conservazione nel corso di numerosi forum internazionali, come brillante caso di responsabilità aziendale.
http://www.foresthints.news/indonesian-authorities-reject-app-landscape-conservation
==================================
Asia Pacific Resources Limited (APRIL)
==================================
Greenpeace e WWF sospendono la partecipazione allo Stakeholder Advisory Committee della APRIL
Due membri chiave dello Stakeholder Advisory Committee (SAC) della APRIL, Greenpeace e WWF, hanno annunciato la sospensione della loro partecipazione al comitato, creato dalla APRIL per sovrintendere l’implementazione della politica di zero-deforestazione lanciata lo scorso giugno. Motivo della decisione: violazioni della legge, scarsa trasparenza e insufficiente implementazione degli impegni assunti. 
Vedi: http://www.greenpeace.org/seasia/Press-Centre/Press-Releases/Withdrawing-from-APRILs-Stakeholder-Advisory-Committee/
e: http://awsassets.wwf.or.id/downloads/wwf_advisory_to_buyers_and_investors_of_rge_april_1.pdf
e: http://www.foresthints.news/two-prominent-ngos-disengage-from-april-stakeholder-advisory-committee
Il governo indonesiano respinge per la seconda volta, dopo la revisione, il piano di lavoro della APRIL
Il ministero delle foreste e dell'ambiente ha annullato il piano di lavoro della APRIL dopo aver scoperto che l’impresa continuava a pianificare l’espansione delle piantagioni nelle torbiere della penisola di Kampar, nella provincia di Riau. Il piano era già stato respinto lo scorso ottobre a cause dell’espansione illegale delle piantagioni nelle torbiere e nel paesaggio della penisola di Kampar. Il ministero ha inoltre portato avanti ispezioni sul campo, scoprendo che l’impresa continuava a portare aventi attività di “business-as-usual” tra cui l’abbattimento di foreste e l’apertura di nuovi canali di drenaggio. Il ministero ha inviato alla APRIL una lettera intimandole di restaurare le piantagioni in questione, estirpando l’acacia già piantata e chiudendo i canali appena scavati. Il direttore generale del ministro San Afri ha espresso sorpresa verso queste operazioni da parte della APRIL, dato che il gruppo continua a promuovere la propria immagine “verde” presso la comunità internazionale, tra cui l’impegno dal giugno 2015 a non espandere le proprie operazioni nelle torbiere: “Sembra che la APRIL stia continuando ad adottare pratiche di “business-as-usual” in violazione della propria politica di sostenibilità.”
vedi: http://www.foresthints.news/pulp-giant-company-work-plan-annulled-due-to-plantation-expansion-in-kampar-peninsula-landscape
And: http://www.foresthints.news/govt-punishes-april-business-as-usual-practices-in-peatlands
Fornitore della APRIL multato per taglio illegale 
A un fornitore di legname della APRIL, la PT Merbau Pelalawan Lestari. è stata comminata la esemplare multa di 12 bilioni di rupie (pari a 9 miliardi di dollari) per taglio illegale e danno ambientale commessi nella propria attività fra il 2004 e il 2006 nel distretto di Pelalawan, nella provincia di Riau. La PT Merbau Pelalawan Lestari rifornisce la APRIL dal 2003, ed è stata trovata colpevole di taglio illegale di 5,590 ettari di foresta, oltre a un ulteriore danno ambientale di 1.873 ettari affidati in concessione.  
vedi: http://www.eyesontheforest.or.id/?page=news&action=view&id=976
Scoperta in attività illegali, la APRIL manda la security a fermare una ispezione ufficiale 
L’impresa forestale controllata dalla APRIL, la PT RAPP, è stata sorpresa mentre cancellava torbiere e scavava canali, in violazione alla legge indonesiana, nell’isola di Padang (a Sumatra). La comunità locale ha informato l’Agenzia presidenziale per il restauro delle torbiere.
Questa agenzia è stata creata dal Presidente della Repubblica con un forte mandato in protezione delle zone torbiere, allo scopo di prevenire gli estesi incendi che lo scorso anno hanno causato una crisi internazionale. Questi incendi sono stati in gran parte causati dall’espansione delle piantagioni di palma da olio e di acacia (tra cui quelle della APP) nelle torbiere.
Il direttore dell’agenzia,Nazir Foead, ha immediatamente organizzato un’ispezione sul campo, assieme alla guardia forestale e a funzionari del ministero, ma si è trovato la strada sbarrata dalla security della PT RAPP, che ha impedito l’ispezione. 
vedi: http://www.thejakartapost.com/news/2016/09/07/rapp-accused-of-peatland-conversion.html
Sospeso il permesso a fornitore della APRIL (PT RAPP)
Il Segretario Generale del Ministero delle foreste e dell’ambiente indonesiano, Bambang Hendroyono, ha confermato che le operazioni forestali nella concessione di Pulau Padang sono state provvisoriamente sospese. “La decisione di sospendere le operazioni della PT RAPP è stata presa e sarà effettiva fin quando saranno ultimate le mappe delle torbiere da porre sotto protezione. Questo richiederà del tempo”, ha dichiarato  Bambang Hendroyono a Foresthints.news.
vedi: http://aprilwatch.blogspot.de/2016/09/april-concession-permit-suspended.html
Permesso revocato a fornitore della APRIL (PT SRL)
Il ministero delle foreste e dell’ambiente ha avviato la procedura per la revoca definitiva del permesso forestale a uno dei principali fornitori della APRIL, la PT SRL, per attività illegale di piantumazione mentre il permesso era sospeso a causa del coinvolgimento di quelle aree negli incendi forestali dello scorso anno.
vedi: http://www.foresthints.news/ministry-begins-law-enforcement-phase-against-major-april-supplier
e: http://www.foresthints.news/major-april-supplier-reportedly-in-serious-breach-greenpeace-demands-legal-action
Accordo di cooperazione con la APRIL cancellato dal ministero per irregolarità
Il ministro indonesiano delle foreste e dell’ambiente ha deciso di cancellare l’accordo di cooperazione tra l’agenzia ministeriale per la conservazione della provincia di Riau e la APRIL per la gestione del Parco Nazionale di Zamrud National Park, a causa di irregolarità. 
vedi http://www.foresthints.news/agreement-with-april-company-cancelled-by-forestry-minister-due-to-irregularities
Le operazioni di un altro fornitore della APRIL sono state sospese per il coinvolgimento negli incendi  (PT Rimba Lazuardi)
Il ministro delle foreste e dell'ambiente indonesiano, Siti Nurbaya, ha sospeso le operazioni della PT Rimba Lazuardi (RL), uno dei fornitori di lungo periodo della APRIL a Sumatra, poiché l'impresa è stata trovata responsabile di numerose violazioni delle leggi e dei regolamenti relative agli incendi forestali dello scorso anno. 
http://www.foresthints.news/operations-of-another-april-supplier-suspended-over-forest-fires

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog