Magazine Sport

Inglese, un gol che sa di addio. Napoli è sempre più vicina

Creato il 23 dicembre 2017 da Agentianonimi
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Roberto Inglese sempre più protagonista di questo campionato. Nonostante la sconfitta casalinga rimediata ieri dal suo Chievo contro il Bologna, l’attaccante di Lucera ha dato la carica ai suoi con il gol che ha rimesso in parità il punteggio, dopo la doccia fredda iniziale ad opera di Mattia Destro. Purtroppo per Inglese la rete del momentaneo pareggio non è servita ai clivensi per portare via punti, ma ancora una volta la punta ha dimostrato di vedere la porta arrivando al 6 gol in 17 presenze e di avere un ruolo prezioso anche come assistman (2 quelli realizzati fin qui).

L’ottimo rendimento  ha attirato l’interesse da parte del Napoli che, salvo sorprese dell’ultimo minuto, a gennaio puntellerà il suo reparto offensivo proprio con il giovane attaccante classe ’91. Il presidente dei partenopei, Aurelio De Laurentiis, in un’intervista rilasciata a “Il Mattino” dieci giorni fa, disse: “Per prima cosa mi aspetto il ritorno di Milik. […] Inglese arriverà perché se dobbiamo giocare in Europa League, in campionato e in Coppa Italia più siamo e meglio è“. La scarsa ampiezza della rosa è da sempre una delle critiche mosse alla squadra di Maurizio Sarri, che impiega molto spesso il solito XI iniziale, proponendo delle alternative valide soltanto a centrocampo con Zielinski, Diawara e Rog.

Inglese, un gol che sa di addio. Napoli è sempre più vicina

Aurelio de Laurentiis, presidente del Napoli, ha già annunciato l’acquisto di Roberto Inglese. A giorni quindi è atteso il comunicato ufficiale.

Il nuovo serio infortunio al ginocchio di Arek Milik, nella partita del 23 settembre vinta dal Napoli per 2-3 contro la Spal, ha limitato ulteriormente le scelte di Sarri nelle trame d’attacco. Ma specialmente Mertens necessita di una maggior rotazione e proprio Inglese può diventare il sostituto perfetto: giovane, affidabile e con una buona tecnica. Ma è il colpo di testa la sua arma migliore e pertanto andrebbe a modificare un reparto ‘leggero’ tornando utile in partite ingolfate e difficili da sbloccare.

Al termine del match di ieri Inglese, visibilmente deluso per una sconfitta arrivata all’ultimo minuto, ha rilasciato laconiche dichiarazioni di circostanza: “Il Napoli? Per adesso sono totalmente concentrato sul Chievo, manca ancora una partita per chiudere questo bellissimo anno. Ce la voglio mettere tutta“. Parole brevi ma significative che sanno di addio ai veneti.

L’accordo sembra fatto e si attende soltanto l’ufficializzazione. Del resto un’occasione del genere non capita spesso e la volontà di mettersi alla prova con una squadra di vertice è assoluta. Il rischio sarebbe solo uno: quello di non assimilare velocemente i perfetti meccanismi di una squadra che gioca a memoria da anni. Nella sessione invernale dello scorso anno il Napoli prese Leonardo Pavoletti, arrivato in gran spolvero dal Genoa dopo una prima parte di stagione super, ma l’acquisto non si rivelò producente: l’attaccante livornese, infatti, non riuscì a inserirsi negli schemi di Sarri e racimolò la miseria di 6 presenze senza mai trovare la via del gol. Ma ogni esperienza ha storia a sé e se Roberto Inglese continuerà a giocar come sa fare il Napoli potrebbe veramente aver trovato la quadra.

Alessandro Badalin

Facebook
twitter
google_plus
linkedin
mail

L'articolo Inglese, un gol che sa di addio. Napoli è sempre più vicina proviene da Agenti Anonimi.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :