Magazine Lifestyle

Intelligenza artificiale, gamification e realtà aumentata: come la tecnologia innova la moda

Creato il 18 maggio 2020 da Chiaradalben @chiaradalben

Il periodo che stiamo vivendo ha visto accelerare la digitalizzazione dei processi delle aziende e le ha messe di fronte all’urgenza di ripensare alcune abitudini consolidate. Questo lo scenario che le aziende moda e lusso si trovano di fronte, come si legge in una pubblicazione di Pwc:

  • Necessità di nuove modalità di creazione del coinvolgimento, dato il possibile senso di isolamento e ridotto networking derivanti dalla virtualizzazione
  • Probabile esigenza di gestire lo showroom, la presentazione della collezione, la revisione dei prodotti e la raccolta ordini in un ambiente virtuale
  • Evoluzione del ruolo dei social network, come risposta ad eventi con spettacoli ridotti.

In questo post trovi alcuni esempi di come il sistema moda si sta adattando ed evolvendo.

e(ntertainment)-commerce: LuisaViaRoma punta sulla game-app MOD4

LuisaViaRoma, il negozio ed e-retailer fiorentino sperimenta il connubio tra gamification e moda con la game-app MOD4 puntando su uno shopping online coinvolgente e interattivo. Nella pagina dedicata, all’interno del sito, si legge: “Diventa uno dei primi a scoprire MOD4, la game-app partner ufficiale di LuisaViaRoma. Colleziona i prodotti dei brand del momento, diventa stylist del tuo avatar e fai shopping direttamente su LUISAVIAROMA.COM”.

luisa via roma mod4

L’intelligenza artificiale a sostegno di analisi predittive sui trend del mercato

EVO è una startup innovativa che opera nel settore dell’intelligenza artificiale e si occupa di progettazione e implementazione di soluzioni tecnologiche altamente innovative in grado di accelerare il business e i servizi della PMI. La volontà è quella di permettere alle aziende di assumere decisioni sistematiche e competitive.

Tra i suoi prodotti c’è IVO, l’assistente virtuale personalizzato che si installa su sito e Facebook Messenger. Ivo conversa in modo automatico e
intelligente con gli utenti, creando un sistema avanzato di relazione 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e in tutte le lingue del mondo.

Dropshipping, nasce Bdroppy per i calzaturifici

Tra le soluzioni a sostegno del Made In italy è da segnalare la piattaforma multicanale Bdroppy, frutto dell’accordo tra Assocalzaturifici e Brandsdistribution. Con questa piattaforma di dropshipping, i calzaturifici hanno l’opportunità di vendere in tutto il mondo. Utile iniziativa a supporto di chi non ha le competenze e, in questo periodo, non ha la possibilità di investire ma ha necessità di smaltire gli stock in giacenza.

MarzottoLab, con Bsamply e iCatalogue accelera e digitalizza il processo di gestione dell’ordine

Showroom virtuale, visione 3D dei tessuti, campionature in click: è sempre più urgente l’esigenza di ripensare il processo di vendita per abbassare l’impatto ambientale e integrare online e offline. Un esempio che va in questa direzione arriva dalla collaborazione tra MarzottoLab e Bsamply, una piattaforma di vendita B2B che permette di esporre le proprie collezioni online attraverso la creazione di private showroom, nonché richiedere campioni e inviare ordini. Grazie alla realtà aumentata, permetterà di vedere i tessuti in 3D (cotone, lino o lana). Le prime aziende a sperimentare la tecnologia sono Redaelli Velluti e Tessuti di Sondrio, eccellenze italiane per la lavorazione del velluto e dei tessuti di cotone. Da segnalare anche l’app di Tessuti di Sondrio (che trovate a questo link) creata con la realtà aumentata che mostra il movimento dei tessuti.

Virtual fashion show a scopo benefico, Carine Roitfeld Runway x Amfar

CRrunwayxAmfar è un interessante progetto creato da Carine Roitfeld in collaborazione con Amfar con l’obiettivo di raccogliere fondi a sostegno dell’epidemia da Covid19. Personaggi noti del panorama moda si sono susseguiti in video behind-the-scene con l’obiettivo di intrattenere gli utenti durante questo difficile periodo. La sfilata si è tenuta venerdì 1 maggio alle ore 22:00 su YouTube ed è stata presentata da Derek Blasberg, il responsabile Fashion and Beauty di YouTube. L’evento è stato auto-filmato da ogni modella che ha sfilato in salotto o in terrazza.

Asos, avatar e realtà aumentata

ASOS, il noto e-commerce di abbigliamento e accessori inglese, affronta la difficoltà di questo periodo con la realtà aumentata per offrire la visualizzazione simulata dei capi: nel catalogo online saranno sei avatar creati digitalmente a indossare, in modo realistico, fino a 500 capi a settimana. Non potendo lavorare con le modelle reali in un studio fotografico, ha quindi collaborato con la tecnologia brevettata dalla società Zeekit che permette di indossare virtualmente un vestito.

Gamification: Valentino e Marc Jacobs scelgono Animal Crossing New Horizon di Nintendo

Probabilmente avrai sentito nominare Animal Crossing, il gioco di Nintendo, e la sua recente nuova versione New Horizon. Il suo successo è stato amplificato dalla quarantena e ha fatto nascere collaborazione anche con il settore moda e lusso.

Inizio segnalandoti che la visual artist Kara Chung ha creato un account Instagram dove raccoglie le sue creazioni (fatte con Animal crossing) con l’obiettivo di supportare i designer (“Supporting designers amid the pandemic via image-making & virtual showrooms“). Il suo lavoro è riuscito a coinvolgere e ad appassionare talmente tanto da portare il brand Valentino a collaborare nella realizzazione di 20 capi tratti da SS20 e dalla collezione pre Fall come potete vedere qui.

Marc Jacobs invece ha collaborato alla realizzazione di sei modelli come puoi vedere qui: se vuoi scaricarli lo puoi fare dalle Instagram Stories.

Intelligenza artificiale, gamification e realtà aumentata: come la tecnologia innova la moda

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog