Magazine Informazione regionale

Interrogati oggi i due marescialli dei Carabinieri di Mogoro Devono rispondere di truffa, corruzione, peculato, falso

Creato il 08 febbraio 2012 da Yellowflate @yellowflate

Interrogati oggi i due marescialli dei Carabinieri di Mogoro  Devono rispondere di truffa, corruzione, peculato, falsoRipresi oggi al Tribunale di Oristano gli interrogatori di garanzia per i carabinieri della Compagnia di Mogoro arrestati sabato .

Stamattina è stato interrogato per le indagini preliminari dal giudice Annie Cecile Pinello, il maresciallo Mario Ardò. Il maresciallo, assistito dall’ avvocato Patrizio Rovelli, è accusato assieme col collega Giuseppe Canu e il comandante della Compagnia di Mogoro, Renè Biancheri, di aver venduto a investigatori privati informazioni riservate alle quali avevano accesso in quanto Carabinieri e di aver utilizzato risorse e mezzi della pubblica amministrazione per tornaconto personale. Al termine dell’esame l’avvocato Rovelli ha fatto sapere che il suoo assistito ha risposto a tutte le domande ed ha sottolineato che si tratta di una vicenda certamente molto delicata. Il gip Pinello non ha ancora sciolto la riserva per  la remissione in libertà chiesta lunedì dall’avvocato Gianfranco Siuni per il cap. Biancheri e per Gianmarco Fadda, unico degli investigatori privati indagati trattenuto in cella.

Il legale ha  chiesto la remissione in libertà del maresciallo Ardò, sostenendo che non sussisterebbero più i presupposti per la detenzione in carcere.

E’ in corso, nel pomeriggio, l’interrogatorio del gip del maresciallo Giuseppe Canu, collega di Ardò nel Nucleo investigativo della Compagnia di Mogoro.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :