Magazine Diario personale

Interstellar – 5 per 3 – [Spoiler Inside]

Da Drfrededison @dr_frededison

6a00d8341bfb1653ef01a511ba63de970c-christopher-nolan-s-interstellar-scientific-vision-makes-revolutionary-movie

Recensire Interstellar non è roba da poco… Trattandosi di un film dal livello di Flippotripposità [(C) DocManhattan] di oltre 9000, mi ritengo altamente incapace di poterne scrivere una recensione alla classica maniera. Proviamo oggi un approccio nuovo: il 5 x 3. 5 opinioni per 3 categorie che possono interessare sia chi il film l’ha già visto, sia chi come me non teme spoiler alcuno o ha la memoria di un pesce rosso (la sciienza).

5 film che ti vengono in mente guardando Interstellar

2001: Odissea nello spazio

una-scena-di-2001-odissea-nello-spazio-11539

In tanti parlano qui su ‘nternit di come Interstellar sia la nuova “Odissea nello spazio”… La verità è che non è così. Per niente. Su 2 ore e 50 minuti di film, non posso farmi condizionare da quei 20(?) minuti di film in cui Cooper si tuffa nel buco nero. Avrebbe lo stesso senso dire che Avatar è uguale ai Puffi perché i Na’vì sono blu. Chi asserisce tale cosa? O chi di Odissea nello spazio ha visto su Youtube solo il clip finale sperando che il film fosse tutto così per poter dire agli amici eruditi “Si, l’ho visto”, o chi è stato invitato da qualche amico temerario nel proporre film a vederlo a casa sua e ha messaggiato tutto il tempo con una friendzonatrice.

968full-the-simpsons-screenshot

Comunque, starchild apparte, l’intera sequenza del tuffo nel buco nero si ispira direttamente alla scena finale, e sono sicuro che se il grande Stan…

StaninActionanimiert

No, non questo…

KubrickForLook

ecco, questo…

…avesse avuto la tecnologia di oggi per quella scena in 2001: Odissea nello spazio, sarebbe stata identica a quella di Interstellar.

stargate-2

Nausicaa della valle del vento

Film08_nausicaa

Film di Miyazaki che ho scoperto appena due mesi fa, racconta dell’avanzata di questa “Giungla Tossica” che divora tutto quello che ingloba e rende il pianeta sempre meno abitabile.

Ricorda molto la “piaga” che affligge le coltivazioni di Interstellar facendo estinguere i cereali, senza ovviamente gli insettoni giganti.

27_kinder-cereali

Nooooooo……

Per chi non l’avesse fatto, guardatevi questo capolavoro… Esiste un’edizione italiana adattata molto bene dalla Rai negli anni 80, ma con la doppiatrice della protagonista (Paola Del Bosco) che non poteva immaginare all’epoca che non stava doppiando un’altra serie nipponica scema, ma quello che sarebbe diventato negli anni un cult.

Quindi, in attesa che quell’Homo Abilis di Gualtiero Canarssi renda la “Gran Dama” un’altra “Nonnina” per far contenti gli otaku segoni, guardatevelo nell’edizione attuale, immaginando una voce diversa per la protagonista.

Moon

moon

MOON resta uno dei miei film preferiti di sempre. Con poco budget Duncan Jones è riuscito a sfornare qualcosa di sensazionale, senza fintissimi effetti in CGI e con un solo attore per tutta la durata del film.

cOHinZ9

Delle tante analogie con Interstellar, quella che sicuramente si nota di più è la somiglianza di TARS e CASE, i due monolitici robottoni di bordo, con GERTY, il robot senziente ed emotivo della base lunare.

gerty2

Come GERTY usava le smile per far capire il proprio “stato d’animo”, TARS (su richiesta) usa una spia per far capire quando è sarcastico.

A_Awesome_Moon_A_LucasArts_Adventure_Game_1300794675

[Comunque io aspetto ancora che qualcuno si decida a dar vita a questo...]

Sunshine

sunshine

Da credente, non c’è cosa più angosciante di un film spazial-catastrofico che mostra quanto siamo insulsi in confronto all’universo.

Questa sensazione ti butta addosso un’angoscia che non ti abbandona nemmeno quella notte a letto, e ti fa scervellare sui grandi interrogativi della vita.

Esiste davvero un Dio? C’è vita dopo la morte? Perché George Lucas ha aggiunto quel balletto in CGI nel palazzo di Jabba durante il Ritorno dello Jedi?

Non avremo mai risposta a queste domande. Ma una certezza ce l’ho. Interstellar ti fa provare quell’angoscia degna di un vero film apocalittico che solo Sunshine finora è riuscito a darmi, dalla megacupola d’oro che protegge l’astronave dal sole alle tute spaziali iperclaustrofobiche.

sunshine 4

Orgasmico…

Spazio 1999

Space-1999-cast-2

Ok, non sarà un film, ma sono sicuro che chiunque abbia visto qualche episodio di questa serie, specialmente della prima stagione, non possa non ritrovare quel senso di esplorazione disarmata dell’ignoto, di ricerca disperata di una casa nello spazio, di incertezza e di compromesso che questa serie trasuda anche agli occhi di un ventenne che ne compra i DVD su Amazon in un pomeriggio di noia senza averne mai visto nemmeno un episodio.

images

“Bravo dottor Fred! I DVD si comprano! E hai pure azzeccato i congiuntivi!”

Anche questo, almeno la prima stagione, il cui finale può anche ricordare un po’ l’ultima scena del film, va visto da chiunque voglia avere diritto di parola in una discussione su questo tipo di fantascienza.

Bene, forse mi sono dilungato un po’ troppo sui cinque film… Ma, oh, è il mio blog, e faccio quello che voglio!

Foca_Da_Guardia

W la foca!

5 cose fantastiche di Interstellar

L’eroe non muore

Tanta gente si lamenta di come sia assurdo che Cooper alla fine di tutto non muoia ma addirittura venga riportato in salvo. Siamo così assuefatti a vedere i protagonisti di un film spaziale tirare le cuoia e sacrificarsi per ibbene dell’umanità tutta (vedi Armageddon, vedi Deep Impact, vedi Sunshine, vedi…) che quasi quasi ci dispiace che questo tizio torni vivo. No, non è assurdo. In un film dove degli uomini futuristici che vivono nella quinta dimensione e permettono al protagonista di alterare il passato creando un paradosso temprale, non vedo cosa ci sia di strano all’idea che quegli stessi uomini lo abbiano riportato al punto di partenza del suo viaggio.

2928-16142

Faffenkiulen a tutti voi, astrofisici da sala cinematografica.

Effetti pratici

Yoda-Puppet

Invece di caricare di CGI la pellicola come va di moda (e di comodità) oggi, Nolan ha deciso di utilizzare modellini ed effetti pratici per creare lo spettacolo ai nostri occhi.

Questo è il cinema. Quello che si fa davanti la macchina da presa, non dietro un monitor…

Nessun bacio

Casablanca-001

Per tutto il benedetto film, conoscendo i tuoi amici ‘mericani, conoscendo Hollywood, mi aspettavo che da un momento all’altro, nella disperazione o nello sconforto, la Hathaway potesse baciare Cooper da un momento all’altro. Perché? Perché si! E invece no.

Niente 3D!

Cosa è il 3D? Questo:

Hill&Spencer

Un’etichetta per far diventare accattivante un prodotto mediocre. (Per carità, non mi riferisco a Bud e Terence, che adoro, ma al fatto che due ormoni sudati e puzzolenti siano tirati a lucido, restando pur sempre quelli che sono).

Si, ok, ci saranno bei film in 3D, ma dannazione, di tutti i film in 3D che ho visto, in quelli che avevano una buona trama, il 3D nemmeno lo vedi, in quelli di melma, ogni secondo c’è qualcosa che ti viene lanciato addosso.

I film in 3D “scarsi” sono stati pensati per farti dire appena fuori dalla sala “Hai visto che forte quando è arrivata l’acqua addosso?” piuttosto che “Mamma mia, che bella la scena in cui Tizio confessa a Susanna che in realtà lui è sua sorella”.

Nolan si posiziona da anni in maniera ferma contro il 3D. E per me è si.

Matt Damon è ancora una volta bastardo

-

“Ma che minghie sta scrivendo questo?”

Matt Damon è uno dei miei attori preferiti, e ritrovarmelo in questo film è stato una sorpresa. Sono fermamente convinto che dopo Will Hunting le sue migliori performance siano state Il Talento di Mr.Ripley e The Departed, dove in entrambi i casi interpretava ruoli più o meno ambigui, di tizi che non si capisce che gioco facciano, se sono buoni o cattivi, se sono fragili o forti, che un po’ ti telefonano, ma anche no. (Chiaro vero?)

e infine…

5 minghiete generiche e a tutto tondo

L’audio è equalizzato malissimo

Pensavo fosse un problema della sala dove l’ho visto io, ma ho letto su internet di non essere stato l’unico a lamentare questo problema. Quindi, o hanno sbagliato qualcosa, o era intenzionale. In entrambi i casi, è una minghieta.

“Non è realistico, perché bla bla…”

Sul serio, è un film di fantascienza. Per quanto possa sforzarsi di essere realistico,  potrà mai esserlo? Se lo fosse non sarebbe fantascienza probabilmente…

Dr-House

Eh!

L’amore…

L’amore? Scherziamo vero? L’amore del padre per la figlia quantificabile, che crea un collegamento e tutto il resto? Puoi eliminare tutto questo concetto dalla sceneggiatura del film e il tutto non perde ne acquisisce senso! Insomma, a chi dovevate fare contento?

“Non è originale, perché bla bla…”

Geni pseudocinefili, come poteva mai essere originale? Già dal trailer si capiva che era qualcosa di già visto.

Ma, non so, conoscete Guerre Stellari, film entrato negli annali, fantasticoso ecc…? Ecco, guardatevi Flash Gordon, guardatevi Il buono il brutto, leggetevi il Vangelo e poi venitemi a dire che Guerre stellari è originale.

Ma d’altronde, un’umanità che guarda 5 stagioni di The Walking Dead con quale coraggio viene a chiedere originalità?

E poi, la mancanza di originalità secondo me non abbassa necessariamente il livello di un buon prodotto.

La Apple non ha inventato il personal computer, Picasso non ha inventato il cubismo e noivoi continuate a farvi piacere gli FPS.

Partiamo alzandoci dalle spalle dei giganti.

Standing_on_the_shoulder_of_giants

Me lo guardo in (anzi SU) streaming…

Mi astengo dai commenti… Sono sicuro che anche guardandolo in Blu-ray non sarà la stessa cosa…

Voto: 5 Anna Hathaway inadatte alla parte ma gnocche su 5

rate hanna

Guardatevelo solo se è il vostro genere e se non vi spaventano durate come 169 minuti. Il film, nonostante i punti deboli, è BELLO. E non ammetto obiezioni.

seal


Archiviato in:Recensioni

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :