Magazine Cultura

Intervista a daniela ruggero

Creato il 30 ottobre 2017 da Linda Bertasi @lindabertasi

INTERVISTA A DANIELA RUGGERO

Ciao Daniela, benvenuta nel mio blog. Raccontaci qualcosa di te.

Grazie per l'ospitalità. Sono prima di tutto una mamma, innamorata del suo bambino e una moglie. Sono un'infermiera e lavoro presso un grande ospedale. Mi piace leggere, guardare le serie televisive e amo andare al cinema. Preferisco il mare alla montagna e la pizza sopra ogni cosa. La compagnia degli amici e la neve anche se, paradossalmente odio il freddo.

Quando si è accesa in te la scintilla della scrittura?

Ho iniziato a scrivere per caso, un'amica, che è anche una lettrice compulsiva, era stata sottoposta a una procedura chirurgica, per cui aveva bisogno di tanta compagnia, perciò ho pensato di distrarla, e da una frase ne è nata una saga.

Hai la passione del fantasy. Da cosa nasce?

Ho iniziato con draghi ed elfi, gnomi e boschi, per poi passar al paranormal romance. Amo il fantasy e tutte le sue sfumature, non faccio differenze,perchè lo trovo un genere creativo e appassionate.

Dexter Morgan è il tuo serial killer preferito. Perché?

Dexter è un giustiziere, incarna una piccola parte segreta dell'animo umano, per quanto sia agghiacciante, lui sceglie le sue vittime in base ai crimini che hanno commesso. Sia i romanzi che la serie TV trasmettono questo suo senso di giustizia distorta. Lui è un figlio, amato da un padre adottivo che tenta di salvarlo da se stesso. Lui sarà un padre che saprà salvare suo figlio dal passeggero oscuro che gli vive dentro.

Esordisci nel 2014 con "La Sposa Oscura", primo capitolo della serie "I Guardiani degli Inferi". Parlaci di questa saga.

La saga, come ho detto, nasce per tenere compagnia alla mia amica Federica, che diventa Febe e coprotagonista. Ho voluto scrivere un dark fantasy \paranormal romance perché in quel momento era il genere che maggiormente leggevo e si prestava bene per raccontare i pensieri di quel momento. La prima cosa che mi sono imposta è stata quella di non snaturare i personaggi, i demoni rimangono demoni con tutte le oro sfaccettature, nonostante conoscano una scintilla d'amore. In chiave fantasy ho voluto trattare il tema delle dipendenze fisiche ed emotive, il concetto di sacrificio, di scelta e il pregiudizio. Troverete un rapporto profondo M\M e un intreccio di sentimenti dolorosi.Ho creato due spin off che in questo momento non sono disponibili, ma torneranno arricchiti in una raccolta di "racconti". La saga è conclusa, anche se ammetto di avere in mente un prequel, ancora in stato embrionale. Sentirete ancora parlare di Marcus, dei suoi sei demoni e della Sposa Oscura.

Nel2015 esce "Poison". Daccene un assaggio.

[...] Andrea appoggiò la forchetta sul piatto, afferrò il tovagliolo e si tamponò le labbra. Alzò gli occhi, glaciale. Soffocai nel panico che le mie ultime parole fossero l'epigrafe sulla nostra unione.

"Che cosa vuoi da me, Sara? Ho soddisfatto ogni tuo capriccio, ogni tua voglia, ogni tuo desiderio. Io sono stato tutto ciò che desideri da quando hai imparato a respirare come una donna."

Scoppiai in lacrime lacerata dalle mie debolezze, mi sarei inginocchiata chiedendogli perdono per qualcosa di cui non avevo colpa.
" Che cosa vuoi da me, Sara?"

Esplosi. "Amami. Ti prego, Andrea, amami in qualche modo, in qualsiasi modo, ti prego..."

Mi raggiunse e mi strinse tra le sue braccia forti. "Posso darti solo il veleno della mia anima.
È questo che ti darò."

Io alzai gli occhi e lo guardai implorante. "Preferisco morire di te, che per la tua mancanza." [...]

Segue "Il Cucchiaio Magico", in collaborazione con Francesca Pace. Perché le arti magiche?

Perché abbiamo pensato di trovare un argomento che si sposasse bene con entrambe le nostre saghe dark fantasy. Per cui, avendo tematiche magiche in entrambe, abbiamo ripreso qualche elemento wiccan e lo abbiamo proposto in chiave culinaria.

Nel2016, esce il romanzo "Eredità proibita", scritto con Doranna Conti. Qual è il segreto della scrittura a quattro mani?

Credo sia quello di avere una trama ben definita e seguirla.

Nel 2016, pubblichi "Broken - Amore Spezzato".Parlacene.

"Broken" nasce self, è uno dei romanzi che più mi ha dato emozioni nello scriverlo. Amo Giulia e Manuel, ho pianto e riso con loro. Ho voluto dargli un'opportunità per entrare nel cuore di più persone. Mi piacerebbe davvero tanto portarlo in libreria, chissà se un giorno non vedrò questo sogno realizzarsi.

E, nel 2017, esce "Mia". Cosa troveranno i lettori al suo interno?

È la storia di una giovane donna che affronta la vita, che assaggia il miele e il fiele della sua età. Ho voluto con tutta me stessa dare un'impronta "vera"tratti drammatica a questa storia che è stata amata e criticata al tempo stesso. Penso che la vita sia amara a tutte le età e che il fantomatico "lieto fine" non debba esserci necessariamente tra "fidanzati", ma anche tra "padre efiglia".

Troveranno una storia intensa e drammatica, dolce e sensuale. Piangeranno, forse, ma sono certa che rimarrà nei loro cuori.

INTERVISTA A DANIELA RUGGERO

Qual è stato l'input per questo libro?

Volevo provare a scrivere un New adult diverso dal solito.

Hai altri progetti in cantiere?

A Novembre pubblicherò un dark romance, un progetto che vedrà nascere due spin off.

Nel 2018 la DZ Edizioni pubblicherà il primo romanzo di una duologia distopica, per cui vi aspetto tutti alla fiera internazionale del libro di Torino a Maggio.

Ho altre due trame dark abbozzate, vedremo.

È stato un piacere ospitarti nel mio blog. In bocca al lupo!

Il piacere è stato mio. Grazie.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :