Magazine Cultura

Intervista ad Angelo Pio Cassella

Creato il 26 maggio 2020 da Soleeluna
angelo

Oggi abbiamo il piacere di presentarvi un giovanissimo autore campano: si chiama Angelo Pio Cassella e lo abbiamo intervistato, conoscendo più da vicino la sua fatica letteraria Hollow: Paziente Zero.

Aaron e Isaac, due giovani eroi, vogliono lottare. Affrontano peripezie, incontrano nuovi e inaspettati amici, si meravigliano. Vengono a conoscenza di nuove Verità, a cavallo tra l’umano e il divino.

Benvenuto nel Sole e Luna Blog per scrittori esordienti! Ti va di presentarti al nostro pubblico? Dove vivi? Come riempi le tue giornate?
-Mi chiamo Angelo Pio Cassella, sono uno studente di diciotto anni e vivo in un paese nella provincia di Benevento, in Campania. Ho sempre scritto nel mio tempo libero, ma durante il periodo di quarantena mi sono dedicato maggiormente sia allo studio, che alla scrittura e al disegno.

Com’è nata la tua passione per la scrittura?
-Fin da piccolo ho sempre scritto, forse per passare il tempo, annotando qualsiasi cosa mi venisse in mente. Questo comportamento ha subito un incremento durante i primi anni di liceo: è una fase delicata, i pensieri e le preoccupazioni aumentano, e da appuntare semplici frasi sono passato a scrivere delle piccole storie. La cosa mi piacque e ci presi gusto, così iniziai a metterci passione, raccogliendole tutte in varie agende: storie che nessuno mai leggera e che verranno dimenticate, forse… Avevo già pensato di cimentarmi in qualcosa di più impegnativo, di una semplice storia ma ahimè, scrivere un libro non è affatto semplice.

Ti va di raccontarci in breve la trama del tuo libro?
-Dopo vari tentativi e incoraggiamenti portai a compimento la stesura del mio primo romanzo: Hollow, Paziente Zero. E’ la storia di due ragazzi, Aaron ed Isaac, i quali partono alla ricerca della verità in una città distopica tra ombre, omicidi e terrore, generati da un misterioso virus. Fanno amicizia, soffrono, si stupiscono insieme fino alla fine, momento in cui vengono a conoscenza di una nuova “Verità”, a cavallo tra l’umano e il divino.

Chi è il protagonista assoluto della storia?
– Il protagonista della storia è Aaron, introverso ed egoista, accompagnato da Isaac, uno strano ragazzo privo di memoria. I due si ritroveranno a dover cambiare e a lavorare su sé stessi, per poter collaborare.

Hai preso spunto da te stesso o da alcune tue conoscenze per tratteggiare i personaggi del libro?
-Ogni personaggio della storia è ispirato, anche se in modo caricato, a persone che esistono realmente, evidenziando gli aspetti che le contraddistinguono (egoismo, insicurezza, coraggio, speranza, eccetera…).

-Perché pensi che un lettore dovrebbe dedicare parte del proprio tempo al tuo libro?
-Sarebbe bello condividere questa storia con più persone possibili, soprattutto con i giovani. Il mio obbiettivo è far avvicinare loro al mondo della lettura, riscoprire storie e racconti dimenticati, riuscendo, come è già successo, a motivare ed ispirare qualcuno.

Hai già tenuto delle presentazioni? Come sono andate? Quale credi sia il modo migliore per promuovere il proprio libro?
-Ho già tenuto delle presentazioni nella mia zona, e a dir la verità sono andate piuttosto bene. La presentazione del libro è stata accompagnata da intermezzi musicali, per far comprendere che la scrittura, come la musica e il disegno, è una forma d’arte, e come tale necessita di attenzione e dedizione.

Cosa pensi dell’editoria italiana?
-L’editoria italiana ha fatto passo da gigante, permettendo agli scrittori, attraverso traduzioni delle opere in varie lingue, di essere conosciuti anche in altri paesi. Questo di certo permette alla figura dello scrittore di emergere e, chissà, forse riconquistare il suo antico spessore nella società.

Vuoi indicarci un indirizzo o una pagina web dove poterti seguire?
-Potete trovarmi su Facebook, sulla pagina Hollow, Paziente Zero, o su Instagram, sul mio profilo “dorian_the_skeleton, Angelo Pio Cassella”.

Quali i tuoi progetti futuri in ambito letterario?
-Sto già lavorando a vari progetti e ho in mente molte idee, sia per l’universo di “Hollow”, che per altri nuovi lavori.

Grazie per essere stato con noi e buon proseguimento.
-Auguro a tutti una buona lettura ed una buona quarantena!

.

L'articolo Intervista ad Angelo Pio Cassella proviene da Sole e Luna Blog.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog